Quando in Piazza c’erano Fellini e Zeffirelli

Poteva capitare di prendere un aperitivo in Piazza e sedersi accanto a Federico Fellini e a sua moglie Giulietta Masina, di fare una passeggiata nel corso e incrociare Zeffirelli, ma anche di trovarsi fianco a fianco in un negozio con Monica Vitti o Mariangela Melato. Era la Montalcino dei primi anni ’80, quando nacque il Festival Internazionale dell’Attore: deus ex machina dell’iniziativa teatrale, unica nel suo genere in Italia, fu il fiorentino Paolo Coccheri che, ispirato dal valore formativo del metodo mimico ideato da Orazio Costa, organizzò affascinanti e “affollati” laboratori estivi. Il Festival si tenne per i primi tre anni a Montalcino, dal 1981 al 1983, poi Coccheri lo trasferì a Firenze, mentre a Montalcino furono varate esperienze similari. Ma la direzione di Coccheri resta epica, ricca di grandi nomi (anche se con un budget risicato). Non tutti sanno che a Montalcino il primo teatrino del Festival dell’Attore fu ricavato da un night-club e la regia inaugurale fu di Glauco Mauri (aiuto-regista era Ruggero Rimini). Qui sono passate le leggende del teatro internazionale: dalla Aldini a Luzzati, da Ferruccio Soleri a Cathy Berberian, da Lindsay Kemp (che, dopo aver bevuto molto, passò una notte in bagno) a Ryszard Cieslak (che andava a dormire alle sei del mattino e, a causa dei pochi posti letto, fu messo a dormire con un elettricista che si alzava alle cinque). Per partecipare al Festival, artisti come George Wilson hanno dormito in un casolare e Bernard Dort in un letto matrimoniale con un amico. Una cantante del calibro di Cathy Berberian venne, nel 1981, a rimborso spese: a vederla c’era la crema intellettuale italiana, compreso Italo Calvino. Ma ci furono anche delle proteste. Gli abitanti di Montalcino infatti osteggiarono moltissimo gli allievi di Grotowsky, che disturbavano il sonno abituati com’erano a fare esercizi e vocalizzi in piena notte. Nino Manfredi è stato uno degli insegnanti al Festival, anche per stare insieme al suo maestro Orazio Costa. Infatti il padre di Manfredi, che era ufficiale dei carabinieri, non voleva che il figlio diventasse attore. Fu proprio Orazio Costa, suo insegnante all’Accademia, a convincerlo. Per questo Manfredi fu sempre legatissimo al suo maestro.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

22 marzo 2019

Rubano al distributore, scatta inseguimento lungo la Cassia

Questo pomeriggio (ore 16 circa) due rumeni a bordo di una Volvo si sono fermati a fare gasolio al distributore sulla Cassia di Buonconvento. Hanno chiesto alla titolare di controllare i livelli dell’olio e mentre uno di loro distraeva la

22 marzo 2019

Banfi partner di “ContaminAzione”, la cena dei grandi chef

Claudio Sadler, Daniel Canzian, Felice Lo Basso, Stefano Marzetti, Lionello Cera, Elio Sironi, Gaetano Trovato, Peter Brunel, Alessandro Buffolino e Roberto Tonola. Dieci grandi chef internazionali hanno messo a disposizione la loro arte, in una cena con un menù esclusivo

22 marzo 2019

A Montalcino la Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo

Il 2 aprile si svolgerà la Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo. Il Comune di Montalcino ha aderito e patrocinato l’iniziativa proposta dall’Associazione Autismo Siena - Piccolo Principe e il 2 aprile illuminerà di blu il Palazzo Comunale storico, oltre a

22 marzo 2019

Montalcino aderisce alla campagna “L’Orchidea Unicef”

Il Comune di Montalcino aderisce alla campagna nazionale di raccolta fondi “L’Orchidea Unicef: ogni bambino è vita” allestendo due postazioni, il 29 marzo ai Giardini dell’Impero (ore 8.30-13) e il 30 marzo in Piazza Nuova a Castelnuovo dell’Abate (ore 8.30-13).

22 marzo 2019

Calcio, il Montalcino va a Pontassieve: in palio punti pesanti per i playoff

Ventiseiesima giornata di campionato (Promozione Girone B) e per il Montalcino arriva un match da non fallire: dopo il brutto pareggio della scorsa settimana i biancoverdi domenica saranno ospiti del Pontassieve che si trova al quarto posto in classifica precedendo

22 marzo 2019

Treno Natura, dal Comune di Montalcino oltre 6.000 euro per il 2019

Tornerà anche quest’anno lo spettacolo del Treno Natura, iniziativa ormai considerata tra le preferite dai turisti che vanno alla scoperta dei nostri paesaggi e della natura di cui è ricca la provincia in cui viviamo. Il Comune di Montalcino parteciperà

30 marzo 2019

“Il Malato Immaginario” a Montisi

Doppia data per un unico spettacolo al Teatro della Grancia di Montisi. Sabato 30 marzo, alle ore 21.15 e domenica 31 marzo alle ore 18 l’appuntamento è con La “Compagnia teatrale da dù soldi” che presenta “Il Malato Immaginario” di

29 marzo 2019

Vernissage de “L’odore del rosso#2”

Il 29 marzo (ore 18), a Ocra Montalcino, si terrà un incontro/vernissage con gli artisti e i performers della mostra “L’odore del rosso#2”, primo appuntamento del 2019 di Officina Creativa dell’Abitare. Per l’occasione si terranno due performance ideate da Franco

24 marzo 2019

Festa del Marzuolo

San Giovanni d’Asso dedica il week end del 23 e 24 marzo alla festa del “Tartufo Marzuolo delle Crete Senesi”, arrivata quest’anno all’edizione n°17. Molti gli appuntamenti organizzati dalla Proloco di San Giovanni d’Asso e dall’Associazione Tartufai Senesi (in collaborazione