Quando in Piazza c’erano Fellini e Zeffirelli

Poteva capitare di prendere un aperitivo in Piazza e sedersi accanto a Federico Fellini e a sua moglie Giulietta Masina, di fare una passeggiata nel corso e incrociare Zeffirelli, ma anche di trovarsi fianco a fianco in un negozio con Monica Vitti o Mariangela Melato. Era la Montalcino dei primi anni ’80, quando nacque il Festival Internazionale dell’Attore: deus ex machina dell’iniziativa teatrale, unica nel suo genere in Italia, fu il fiorentino Paolo Coccheri che, ispirato dal valore formativo del metodo mimico ideato da Orazio Costa, organizzò affascinanti e “affollati” laboratori estivi. Il Festival si tenne per i primi tre anni a Montalcino, dal 1981 al 1983, poi Coccheri lo trasferì a Firenze, mentre a Montalcino furono varate esperienze similari. Ma la direzione di Coccheri resta epica, ricca di grandi nomi (anche se con un budget risicato). Non tutti sanno che a Montalcino il primo teatrino del Festival dell’Attore fu ricavato da un night-club e la regia inaugurale fu di Glauco Mauri (aiuto-regista era Ruggero Rimini). Qui sono passate le leggende del teatro internazionale: dalla Aldini a Luzzati, da Ferruccio Soleri a Cathy Berberian, da Lindsay Kemp (che, dopo aver bevuto molto, passò una notte in bagno) a Ryszard Cieslak (che andava a dormire alle sei del mattino e, a causa dei pochi posti letto, fu messo a dormire con un elettricista che si alzava alle cinque). Per partecipare al Festival, artisti come George Wilson hanno dormito in un casolare e Bernard Dort in un letto matrimoniale con un amico. Una cantante del calibro di Cathy Berberian venne, nel 1981, a rimborso spese: a vederla c’era la crema intellettuale italiana, compreso Italo Calvino. Ma ci furono anche delle proteste. Gli abitanti di Montalcino infatti osteggiarono moltissimo gli allievi di Grotowsky, che disturbavano il sonno abituati com’erano a fare esercizi e vocalizzi in piena notte. Nino Manfredi è stato uno degli insegnanti al Festival, anche per stare insieme al suo maestro Orazio Costa. Infatti il padre di Manfredi, che era ufficiale dei carabinieri, non voleva che il figlio diventasse attore. Fu proprio Orazio Costa, suo insegnante all’Accademia, a convincerlo. Per questo Manfredi fu sempre legatissimo al suo maestro.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

14 giugno 2019

Attacchi da lupo, stanziati 700 mila euro per i danni agli animali allevati

Ammonta a 700 mila euro il contributo per risarcire le perdite di produzione dovuti ad attacchi da lupo agli animali allevati. Sono centinaia le aziende zootecniche toscane interessate. Allevamenti che hanno già denunciato e richiesto il risarcimento per la morte

14 giugno 2019

Il Giro d’Italia Under 23 arriva a Montalcino: ecco dove passerà

Lo spettacolo del ciclismo torna sulle strade di Montalcino. Lunedì 17 giugno fra le ore 11.50 e le ore 12.30, il Giro d’Italia Under 23 passerà per Montalcino. I ciclisti, in arrivo da Buonconvento, passeranno nei pressi di Porta Cerbaia,

13 giugno 2019

Al via le iscrizioni per il camposcuola di protezione civile

Sono aperte le iscrizioni per il camposcuola di protezione civile organizzato dalla Misericordia di Torrenieri. L’iniziativa, rivolta a ragazzi e ragazze dai 10 ai 16 anni, si svolgerà dal 1° al 6 luglio. Le domande di iscrizione devono essere presentate

12 giugno 2019

Il 16 giugno arrivano le Spider d’epoca a Montalcino

Il 16 giugno arrivano a Montalcino circa 25 auto Spider d’epoca, che partecipano ad un raduno organizzato da “HR Tours”. Quel giorno, dalle ore 11.30 alle ore 13, le Spider sono autorizzate ad utilizzare il parcheggio di Via Aldo Moro

12 giugno 2019

Possibili sensi unici alternati a Torrenieri

Da domani 13 giugno e fino al termine dei lavori (comunque non oltre il 30 giugno) potrebbe essere istituito un senso unico alternato con la presenza di impianto semaforico o con l’attivazione di movieri a Torrenieri, in una parte di

12 giugno 2019

Il 23 giugno a Montisi passa la granfondo “Toscanaccia”

Il Comune di Montalcino ha concesso il patrocinio alla Toscanaccia Gran Fondo Cicloturistica, manifestazione sportiva non competitiva, con biciclette da strada, valevole per il circuito cicloturistico Terre d’Etruria 2019. La gara prevede tre percorsi che si sviluppano all’interno dei territori

17 giugno 2019

Corso per defibrillatore a Torrenieri

Il 17 giugno la Misericordia di Torrenieri organizza un corso (con certificazione) per l’utilizzo del defibrillatore. L’evento, gratuito e aperto a tutta la popolazione, si terrà dalle ore 18.30 alle ore 23.30 nella sede della Misericordia, in Viale Bindo Crocchi.

17 giugno 2019

Assemblea ordinaria nel Pianello

Il 17 giugno (ore 21.15) assemblea ordinaria nel Quartiere Pianello. All’ordine del giorno i resoconti di San Patrick e della Festa Contadina, l’organizzazione della Festa del Patrono e varie ed eventuali.

16 giugno 2019

Raduno nazionale veicoli storici

Il 16 giugno i Beverendi in 4×4 organizzano il “Memorial Patrizio Angelini”, primo raduno nazionale dei veicoli storici (si accettano auto e fuoristrada con anno di costruzione non oltre il 1994) con il ricavato che sarà destinato al progetto di