Quando in Piazza c’erano Fellini e Zeffirelli

Poteva capitare di prendere un aperitivo in Piazza e sedersi accanto a Federico Fellini e a sua moglie Giulietta Masina, di fare una passeggiata nel corso e incrociare Zeffirelli, ma anche di trovarsi fianco a fianco in un negozio con Monica Vitti o Mariangela Melato. Era la Montalcino dei primi anni ’80, quando nacque il Festival Internazionale dell’Attore: deus ex machina dell’iniziativa teatrale, unica nel suo genere in Italia, fu il fiorentino Paolo Coccheri che, ispirato dal valore formativo del metodo mimico ideato da Orazio Costa, organizzò affascinanti e “affollati” laboratori estivi. Il Festival si tenne per i primi tre anni a Montalcino, dal 1981 al 1983, poi Coccheri lo trasferì a Firenze, mentre a Montalcino furono varate esperienze similari. Ma la direzione di Coccheri resta epica, ricca di grandi nomi (anche se con un budget risicato). Non tutti sanno che a Montalcino il primo teatrino del Festival dell’Attore fu ricavato da un night-club e la regia inaugurale fu di Glauco Mauri (aiuto-regista era Ruggero Rimini). Qui sono passate le leggende del teatro internazionale: dalla Aldini a Luzzati, da Ferruccio Soleri a Cathy Berberian, da Lindsay Kemp (che, dopo aver bevuto molto, passò una notte in bagno) a Ryszard Cieslak (che andava a dormire alle sei del mattino e, a causa dei pochi posti letto, fu messo a dormire con un elettricista che si alzava alle cinque). Per partecipare al Festival, artisti come George Wilson hanno dormito in un casolare e Bernard Dort in un letto matrimoniale con un amico. Una cantante del calibro di Cathy Berberian venne, nel 1981, a rimborso spese: a vederla c’era la crema intellettuale italiana, compreso Italo Calvino. Ma ci furono anche delle proteste. Gli abitanti di Montalcino infatti osteggiarono moltissimo gli allievi di Grotowsky, che disturbavano il sonno abituati com’erano a fare esercizi e vocalizzi in piena notte. Nino Manfredi è stato uno degli insegnanti al Festival, anche per stare insieme al suo maestro Orazio Costa. Infatti il padre di Manfredi, che era ufficiale dei carabinieri, non voleva che il figlio diventasse attore. Fu proprio Orazio Costa, suo insegnante all’Accademia, a convincerlo. Per questo Manfredi fu sempre legatissimo al suo maestro.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

21 gennaio 2019

Brunelli e Pacenti al Forum nazionale vitivinicolo 2019

Migliorare la viticoltura italiana attraverso la ricerca, puntando sulle nuove tecnologie di “genome editing”. Questo il tema al centro del Forum nazionale vitivinicolo 2019, organizzato il 23 gennaio all’Auditorium di Sant’Apollonia a Firenze da Cia-Agricoltori Italiani, per la prima volta

21 gennaio 2019

Il contributo del Comune di Montalcino alla Brunello Crossing

Il Comune di Montalcino ha concesso all’associazione sportiva dilettantistica Montalcino Trail, organizzatrice della Brunello Crossing (9-10 febbraio), il patrocinio dell’evento, un contributo di 5.000 euro, l’utilizzo gratuito dei locali della palestra e del Teatro degli Astrusi e il suolo pubblico

21 gennaio 2019

Montalcino, neve in arrivo: domani scuole chiuse

Arriva la neve. Si sapeva da giorni, ormai guardare le previsioni meteo nel telefonino è molto più di un hobby, ma soprattutto ci sono i bollettini ufficiali. E la Regione Toscana indica criticità di colore “giallo” per oggi ma si

21 gennaio 2019

La cerimonia di commemorazione per Giuseppe Savastano ed Euro Tarsili

Oggi ricorre il trentasettesimo anniversario del sacrificio dei Carabinieri Giuseppe Savastano ed Euro Tarsilli, decorati di Croce al Valor Militare, caduti il 21 gennaio 1982 per mano terrorista. Nell’occasione, presso la Chiesa dei Santi Giusto e Donato di Monteroni d’Arbia

21 gennaio 2019

Il Montalcino sogna, il Torrenieri conferma il 2° posto

Il “sogno playoff” è sempre più concreto. Con un rotondo 3-0 il Montalcino, decimato dagli infortuni (out Pecchi, Signorini, Gugliotta e Salvestroni, recuperati in extremis Di Marco e Bandini), asfalta il Dicomano e sale al settimo posto, a -2 dagli

18 gennaio 2019

Sangiovese Purosangue, a Roma 15 cantine di Montalcino

Questo weekend (19 e 20 gennaio) torna al Radisson Blu Hotel a Roma Sangiovese Purosangue, l’evento interamente dedicato a uno dei vitigni italiani di riferimento, promosso dall’Associazione EnoClub Siena, con oltre 60 aziende ai banchi di assaggio (di cui 15

14 febbraio 2019 08:00

San Valentino in Val d’Orcia

Una cena a lume di candela, un brindisi a base di bollicine in camera, vini, profumi, leggende e wellness: tutto quello che serve per rendere un San Valentino indimenticabile nella proposta di Donatella Cinelli Colombini, che per la festa degli

9 febbraio 2019

Una notte all’opera

In attesa del debutto, il 19 gennaio al Teatro degli Astrusi con lo spettacolo “Saranno famosi”, è già in calendario il secondo evento di “Solo Belcanto d’inverno”, che si terrà il 9 febbraio agli Astrusi Off (ore 21.15) e vedrà

26 gennaio 2019

“La Divina” è pop agli Astrusi

Nuovo appuntamento al Teatro degli Astrusi di Montalcino. Sabato 26 gennaio, ore 21.15, andrà in scena “La Divina”, di Alessandro Fullin (anche regista e attore). Nel cast, Tiziana Catalano, Sergio Cavallaro, Simone Faraon, Paolo Mazzini, Mario Contenti, Ivan Fornaro. Coreografie