Francesco Ripaccioli : “la forza del Pianello è la ricchezza del territorio”

Francesco Ripaccioli, il vicepresidente del Quartiere Pianello“Quando ci accusano che siamo pochi, noi rispondiamo ‘Si, siamo pochi .. ma buoni’. Il Quartiere Pianello, vanta un’estensione geografica importante ma mostra un numero limitato di quartieranti e questo è motivo di scherno da parte degli altri quartieri”. A dirlo è Francesco Ripaccioli, vicepresidente da 4 anni del terziere di San Angelo in Castelvecchio, come veniva chiamato anticamente, diventato oggi Quartiere Pianello, dai colori - estratti a sorte al momento della costituzione dei quartieri - bianco e blu.
Il Pianello vanta nel proprio territorio, vie, strade, edifici e opere di altissimo pregio, da Via Moglio, ex Via del Pianello “la strada più caratteristica - dichiara Francesco Ripaccioli - e più importante per la vita di Quartiere; infatti è qui che si celebra ogni anno la tradizionale Cena degli Arcieri, che anticipa l’Apertura delle Cacce e la Sagra del Tordo”, a Fonte Castellana, da Porta Burelli a Porta Castellana, dalla Chiesa dei Bianchi alla Chiesa di San Francesco, fino alla chiesa di San Pietro, di recente restauro e il vicepresidente Ripaccioli, lo ha raccontato ai microfoni della Montalcinonews.
“Il Pianello può esaltare opere di altissimo pregio nel suo territorio e due fra le porte più belle, Porta Burelli, storicamente la porta principale di accesso per chi proveniva da Siena verso Montalcino e Porta Castellana che cede il nome anche Fonte Castellana, uno dei cuori pulsanti del Quartiere Pianello e da cui si può ammirare uno degli scorci più belli di Montalcino. Questi fonti sono parte della storia di Montalcino, tanto che le prime testimonianze risalgono al 1500 , e sono state solo recentemente restaurate e riportate al nuovo dall’Amministrazione Comunale”.
Ma non limitano a questo i beni del Quartiere di Castelvecchio “Nella Piazza Prato dell’Ospedale - continua Ripaccioli - sono presenti due delle più belle chiese della città di Montalcino; la Chiesa dei Bianchi, di proprietà della Confraternita di Misericordia, e la Chiesa di San Francesco, che fu eretta sulle rovine della chiesa di Sant’Angelo in Castelvecchio. È una chiesa del 1200 che ha subito varie modifiche e che attualmente versa in una situazione disastrata, per questo meriterebbe un intervento urgente di restauro”.
C’è un’altra chiesa, tanto cara al Quartiere Pianello poiché frutto di un restauro che ha visto la collaborazione e l’aiuto, economico e non, sia da parte dei “quartieranti” sia da parte di finanziatori esterni. “La Chiesa di San Pietro è motivo d’orgoglio per i quartieranti del Pianello, in quanto è stata acquisita nel 2001 in condizioni abbastanza disastrate, ma grazie a un forte impegno, sia in termini di volontariato sia di natura economica, ha permesso che oggi, dopo 10 anni e con due anni di lavoro, sia stata riportata allo splendore naturale. Il progetto, che è stato avviato grazie alla collaborazione di Isabella Duse e Luigi, ha portato a far conoscere questa chiesa e a reperire dei fondi per la ristrutturazione anche in America e Australia, posti dove non hanno le nostre bellezze”.
La Chiesa di San Pietro, orgoglio e vanto del quartiere, ha una conformazione risalente alla fine del 1700 e al suo interno conserva opere di grande valore artistico come l’organo Agati del 1800 e le tre opere del pittore Ventura Salimbeni che risalgono al periodo a cavallo fra il 1500 e il 1600.
“Al Quartiere Pianello mancava la vittoria della Sagra del Tordo da 16 anni, dall’ottobre del 1993precisamente,  e inaugurare un lavoro di restauro importante, come quello della Chiesa di San Pietro, che ha visto impegnati tanti quartieranti, con una vittoria è stata una grandissima soddisfazione”.
Numerose le attività che il Quartiere svolge durante tutto l’arco dell’anno “La nostra sede è aperta più o meno tutto l’anno e - conclude Francesco Ripaccioli - sicuramente, fra le più qualificanti da menzionare, quelle recenti destituite all’interno della Chiesa di San Pietro, come il concerto di natale, i vari concerti con l’organo e il lavoro assiduo degli ultimi anni con le pubblicazioni. L’ultima è quella sulla toponomastica montalcinese che fa riferimento a un campione ritrovato nell’archivio storico di Montalcino risalente al 1816, e in cui si da un fondamento storico a quelli che sono i nomi dei quattro quartieri attuali”.

Guarda il video

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

20 maggio 2019

I Consorzi del vino toscano (A.VI.TO.): “Il Tar condanna a morte l’agricoltura”

“La decisione del Tar della Toscana che ha sospeso in via cautelare la caccia in braccata al cinghiale, è di fatto una condanna a morte per tante produzioni viti-vinicole della Toscana e quindi per tante aziende che sulle viti e

20 maggio 2019

Bando ufficio stampa Comune Montalcino, proroga al 31 maggio

Servizio di comunicazione istituzionale per il Comune di Montalcino, posticipati i tempi per la partecipazione. Al precedente avviso, con scadenza 26 aprile alle ore 13, hanno risposto in 16. Qualche giorno fa è arrivata la proroga al bando con scadenza

17 maggio 2019

Ungulati, il Tar sospende la caccia in braccata

Il Tar della Toscana ha sospeso in via cautelare il piano triennale di controllo del cinghiale nella parte in cui consente la caccia in braccata. “Così si uccide l’agricoltura”, ha replicato Confagricoltura Toscana, attraverso le parole del presidente Francesco Miari Fulcis.

17 maggio 2019

Galleria fotografica in Comune: nominata la giuria

Lo scorso 25 febbraio vi avevamo parlato dell’idea del Comune di Montalcino di creare una mediateca. A tale scopo era stato pubblicato un bando, aperto a tutti, per la selezione di materiale fotografico relativo al territorio di Montalcino per realizzare

17 maggio 2019

Sono 43 le associazioni iscritte all’Albo comunale

Quante sono le associazioni presenti nel territorio di Montalcino? La risposta è 43. Dallo sport al sociale, passando per cultura, intrattenimento, musica, valorizzazione di prodotti, turismo ed eventi…Insomma ce n’è per tutti i gusti e il numero dimostra la vitalità

17 maggio 2019

Mauro Andreini protagonista a Foggia con mostra e conferenza

“Mauro Andreini. Acquerelli & Architetture”, è il titolo della mostra organizzata e promossa dall’Ordine Architetti di Foggia che si svolgerà dal 3 maggio al 21 giugno raccogliendo una selezione di acquerelli dalla collezione “Terre di nessuno” ed una di architetture

15 giugno 2019

“Pizza & Rock” a Montisi

Rinviata a causa maltempo “Pizza & Rock”. La festa a cura della Contrada San Martino di Montisi non si terrà il 18 maggio ma il 15 giugno. Il programma prevede aperitivo, cena, open bar e musica con The Occasionals. A

19 maggio 2019

Spettacolo della scuola di musica

Il 19 maggio al Teatro degli Astrusi la scuola di musica della Filarmonica Puccini presenta “C’è aria di talento”. Gli allievi di “Musica d’insieme” salutano la fine dell’anno scolastico suonando insieme ai propri insegnanti. Si comincia con la propedeutica e

19 maggio 2019

Pranzo di pesce con l’Auser

Ritorna “Domenica a pranzo con l’Auser”, evento che l’Auser Montalcino organizza negli spazi di Ocra. L’appuntamento è per il 19 maggio (ore 12.45) e il menù sarà a base di pesce. Per le prenotazioni (entro venerdì 17 maggio) rivolgersi a