Stregato da Montalcino, ma non dal Brunello

Marco Keller Immaginate di essere una persona facoltosa, di vivere in una città che offre molto: divertimento, teatro, musica, concerti, shopping, ristoranti e locali esclusivi, considerata il centro nevralgico della finanza italiana e, da molti, la capitale della moda italiana. Ecco, se un giorno da Milano doveste scegliere una città in cui trasferirvi per vivere nel verde, dove andreste? A Montalcino. Se lo è detto anche Marco Keller (la sua famiglia ha un’azienda nel campo della meccanica) che non solo è arrivato qui nel 2003 ma ha anche deciso di iniziare qui a “fare” vino perché “spero di evocare con il vino le stesse emozioni che questo angolo di terra suscita in me con la sua incomparabile bellezza”. Ma fin qui nulla di strano. Sono in molti i produttori di Montalcino arrivati da fuori, da ogni parte d’Italia e anche dall’estero e, tutti, fanno Brunello di Montalcino o stanno per iniziare a produrlo. Marco Keller invece no, lui e sua moglie Elsbeth Meinen fanno un rosso Indicazione geografica tipica Toscana. “Non sono un estimatore del Sangiovese in purezza - dice Marco Keller, cantina Logo Novo - ma, ovviamente, non è solo per questa ragione che non produciamo Brunello. La scelta di rinunciare alla produzione di vini Doc e Docg, è stata dettata, in un primo momento da un motivo formale: l’azienda, pur trovandosi sul versante sud ovest della zona di produzione del Brunello, non possedeva i diritti per l’iscrizione all’Albo. Ma l’aspetto fondamentale è il fatto che, con il Brunello, non si può entrare in commercio per i primi 5 anni e per un’azienda è fondamentale confrontarsi subito con il mercato. Inoltre, più e diversi vitigni, anche nelle annate difficili, permettono sempre la raccolta di uve di qualità”. Passione per Montalcino e cuore per il marketing, tanto che per Keller al primo posto viene il luogo, Montalcino, poi il come, il vitigno. “Il fatto che l’etichetta non abbia un nome di fantasia per il vino - spiega Keller - ma unicamente il nome dell’azienda, è la logica conseguenza della scelta di non voler fare un vino varietale ma uno che sia la massima espressione del terroir di provenienza. Quello che all’inizio sembrava un handicap si è invece rivelato uno dei punti forti sul quale si sono poggiate le scelte successive: in assenza di un disciplinare e con il gusto della ricerca abbiamo deciso di impiantare sei differenti vitigni cercando di sfruttare al massimo la diversità dei suoli a disposizione, dopo averne studiato ed analizzato con cura le caratteristiche. Sangiovese, Merlot, Sagrantino, Syrah, Malbec e Petit Verdot hanno trovato casa su piccoli appezzamenti, in tutto 11 ettari vitati, scelti tra i 200 ettari di proprietà”. Logo Novo, che era anche l’antico nome del podere, è un’oasi ecologica rimasta quasi intatta nel tempo e in cui, Keller, ha restaurato gli antichi muretti a secco per testimoniare le antiche fatiche contadine, ma anche il fatto che, qui, tutto è stato precario, anche la proprietà della tenuta. I Keller, infatti, hanno comprato i terreni all’asta, era un appezzamento di terra in cui non esistevano vigneti, per mettere cloni e sesti di impianto tutti selezionati ex novo.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

23 ottobre 2020

Riprese cinematografiche a Sant’Angelo in Colle

Tornano ad accendersi le telecamere nel territorio di Montalcino. Il 27 ottobre a Sant’Angelo in Colle verranno effettuate delle riprese cinematografiche per la promozione di un motociclo di un importante marchio motociclistico. Ancora “top secret” i dettagli, sappiamo però da

23 ottobre 2020

Biblioteca comunale, torna attivo il prestito di libri

Da ieri è tornato attivo il prestito librario della biblioteca comunale di Montalcino. Per entrare servirà la mascherina, i minori dovranno essere accompagnati da un adulto e si potrà accedere tramite l’ingresso che si affaccia su piazza Cavour (dotato di

22 ottobre 2020

Lamberto Frescobaldi rappresentante toscano di Confagricoltura

Lamberto Frescobaldi, alla guida dell’omonima azienda vitivinicola proprietaria a Montalcino di CastelGiocondo e Tenuta Luce della Vite e consigliere dell’Accademia dei Georgofili, è stato eletto rappresentante toscano nella giunta nazionale di Confagricoltura, dove è stato confermato il presidente Massimiliano Giansanti.

21 ottobre 2020

Covid, arrivano fondi per i comuni. A Montalcino 41.500 euro

Arrivano fondi per i comuni italiani. La Conferenza Stato-Città ha sbloccato risorse aggiuntive per gli enti locali che sono stati colpiti più di altri dall’emergenza Covid. Si tratta in totale di circa 400 milioni stanziati per coprire le spese aggiuntive sostenute

21 ottobre 2020

Tenuta Luce, conclusa la vendemmia. Il commento di Lamberto Frescobaldi

Si è appena conclusa la vendemmia a Tenuta Luce, azienda di Brunello di proprietà di Frescobaldi. Una raccolta di grande qualità, spiega il proprietario Lamberto Frescobaldi. “L’inverno è stato prevalentemente secco e mite portando un precoce ma omogeneo germogliamento a

19 ottobre 2020

“Hop Hope”, un cammino rosa per la prevenzione

Ottobre, mese della prevenzione del tumore al seno. E ieri per celebrare la ricorrenza il gruppo “Hop Hope”, ha organizzato una passeggiata (con ritrovo a Montalcino e San Quirico d’Orcia) “Alla scoperta dei calanchi della Val d’Orcia”. Buona la partecipazione,

19 ottobre 2020

Al via i corsi di danza

Il 19 ottobre iniziano i corsi di danza classica e, novità di quest’anno, moderna della scuola di danza di Montalcino “Danza nel Mondo”, che ha spostato momentaneamente la sede dai locali comunali vicino alla sala convegni a una delle sale

18 ottobre 2020

“Inchiostro 2020”: Poggio Civitella

Domenica 18 ottobre (ore 16) quarto e ultimo appuntamento del ciclo di conferenze “Inchiostro 2020”. Sarà la volta del professor Luigi Donati dell’Università di Firenze, che ha diretto la campagna di scavo di Poggio Civitella, il sito etrusco più rilevante della

17 ottobre 2020

In ricordo di don Guido Franceschelli

Saranno assegnate sabato 17 ottobre, alle ore 11.30, le borse di studio in ricordo di don Guido Franceschelli, un sacerdote molto amato a Montalcino anche per aver dedicato la vita a generazioni di giovani che negli anni sono cresciuti all’oratorio