Di Gisi, il “killer del Brunello” condannato a 4 anni

Andrea di Gisi, il killer del BrunelloCondannato a quattro anni di reclusione. È la sentenza del giudice Monica Gaggelli che, oggi, accolta la richiesta della difesa, di procedere con rito abbreviato, ha giudicato colpevole Andrea Di Gisi, l’ex dipendente della cantina Case Basse, di Gianfranco Soldera, di aver sversato nelle fogne di 626 ettolitri di Brunello di Montalcino.  Durante l’udienza il pubblico ministero Aldo Natalini aveva richiesto sei anni di reclusione: quattro anni di carcere per l’accusa di sabotaggio, l’aggiunta di un anno per la continuazione del reato e un altro anno per danno aggravato, ma, dal momento che il giudice ha concesso alla difesa la formula del rito, che prevede la riduzione della pena, il pubblico ministero ha formalmente richiesto una carcerazione complessiva di quattro anni. Una sentenza che non soddisfa Andrea Di Gisi che, attraverso il suo legale Maria Rita Maccioni, del Foro Siena, fa sapere che, tra 90 giorni, ovvero dopo che il giudice avrà depositato le motivazioni della sentenza emessa oggi, si riserva di ricorrere in Appello. Ma qual è stata la linea difensiva portata avanti da Di Gisi? “Abbiamo eccepito l’inutilizzabilità di alcuni atti di indagine tra cui le intercettazioni ambientali eseguite, a nostro parere, al di fuori dei casi di ammissibilità espressamente previsti dalla legge, - spiega l’avvocato Maria Rita Maccioni - abbiamo inoltre richiesto la derubricazione del reato di sabotaggio contestato dal pubblico ministero nel reato, meno grave, di danneggiamento; abbiamo contestato altresì la quantificazione della pena richiesta dal pubblico ministero soprattutto in relazione alla personalità del Di Gisi, erroneamente dipinto dalla pubblica accusa come un pericoloso criminale abitualmente dedito alla commissione di reati, evidenziando come, invece, si trattasse di un soggetto che dopo alcuni marginali problemi con la giustizia in giovane età era riuscito a costruirsi col tempo una vita normale ed ad assicurarsi una stabile occupazione, bruscamente interrotta a seguito di forti contrasti con il datore di lavoro presso il quale era occupato da quattro anni. In ogni caso ci riserviamo, con il collega Riccardo Dainelli che mi ha affiancato nella difesa, di leggere le motivazioni della sentenza per valutare la proposizione di una eventuale impugnazione”. Ma le richieste di Di Gisi non sono state accolte e, forse, potrebbero essere riproposte in appello. Al processo, a porte chiuse, non c’era Andrea Di Gisi, tutt’ora agli arresti domiciliari nella sua casa di Roma, c’era solo il suo avvocato Maria Rita Maccioni, originaria di Montalcino, il legale della difesa Nicola Mini e Gianfranco Soldera.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

18 maggio 2018

Archos Summer School 2018 ad Ocra Montalcino

“Archos Summer School 2018 - Progetta il riuso di una grancia fortificata a Siena”. Dal 22 al 29 luglio ad Ocra Montalcino si terrà un workshop residenziale di architettura nel cuore della Toscana organizzato da Scuola Permanente dell’Abitare in collaborazione

18 maggio 2018

Il patrocinio del Comune di Montalcino per il “Toscana Pride 2018”

Il prossimo 16 giugno a Siena si terrà il “Toscana Pride 2018”, evento promosso dalle associazioni e dai gruppi organizzati che animano il territorio della regione nello spazio LGBTIQA (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali, intersessuali, queer, asessuali). La parata finale del

18 maggio 2018

Torna “Rock&Rails” a Torrenieri

“Prossima Stazione…Torrenieri” porta in campo anche la musica. Domani, sabato 19 maggio, a Torrenieri, al Parco della Stazione, appuntamento con “Rock&Rails”, insieme alla “Dario Straits Tribute Band”. Cinque musicisti daranno vita a un live di primavera (inizio ore 21.30) con

18 maggio 2018

Festa del treno a Torrenieri, come cambia la viabilità

Visto il programma dei festeggiamenti comunicato dalla Pro Loco di Torrenieri, organizzatrice della manifestazione che si svolge nella frazione di Torrenieri per il 153° anniversario dell’inaugurazione della Stazione Ferroviaria, il Comune di Montalcino ha disposto i seguenti divieti: - dalle

17 maggio 2018

Sabato mattina “Eroica in Moto” arriva a Montalcino

Domani e sabato 19 maggio 500 motociclisti appassionati di enduro e provenienti da tutta Italia e dall’Europa si riuniscono a Gaiole in Chianti, nel cuore del Chianti storico, per l’edizione 2018 di “Polvere&Gloria: in moto sulle strade de L’Eroica”. Novità

17 maggio 2018

Torrenieri, prolungato divieto transito a mezzi pesanti in Via Romana

Secondo slittamento per le operazioni di sistemazione del fondo stradale in alcuni punti di Via Romana, a Torrenieri. Partiti il 18 aprile, a causa delle avverse condizioni meteo i lavori sono stati prorogati inizialmente fino al 17 maggio ma non

3 giugno 2018 11:00

“Tutto di un sorso” a Ocra

Cinquanta vignaioli artigiani provenienti da varie regioni d’Europa chiamati a raccolta in una delle capitali del vino. La prima edizione di “Tutto di un sorso” (3 e 4 giugno nei locali del Complesso di Sant’Agostino a Montalcino) si preannuncia già

2 giugno 2018

Nuova mostra alla Galleria La Linea

Sabato 2 giugno, alle ore 18, la Galleria La Linea di Montalcino inaugura l’esposizione tripersonale degli artisti Francesco Barbieri, Daniele Cestari e Massimo Gasperini. La mostra, dal titolo “Antitesi”, resterà nel calendario della Galleria sino al 24 giugno, è curata

27 maggio 2018

Eroica Montalcino

Circa 1.500 partecipanti provenienti da 26 Nazioni, una forte rappresentanza femminile (saranno 150 le donne iscritte), campioni che hanno scritto pagine indimenticabili di ciclismo, firme illustri e prestigiose testate giornalistiche, dalla Rai alla Gazzetta dello Sport, dal Corriere della Sera