La birra a Montalcino? La fanno i Canonici di Sant’Antimo

La birra artigianale prodotta dai frati dell'Abbazia di Sant'AntimoUna storia che arriva da lontano ed una tradizione che si perde nella notte dei tempi quella che ha ispirato i Canonici dell’Abbazia di Sant’Antimo e ha fatto sì che decidessero di iniziare a produrre birra.
Durante il Medioevo, infatti, l’utilità di avere un birrificio era, per le abbazie ed i vari enti ecclesiasti come gli ospedali, di fondamentale importanza per gli aspetti sanitari. All’epoca, non era possibile verificare se l’acqua per l’alimentazione fosse potabile o meno, quindi si cercò un modo per aggirare il problema escogitando un modo per idratarsi senza incorrere in malattie spesso mortali. E si scoprì, in maniera empirica, che la fabbricazione della birra o prodotti simili ottenuti con la fermentazione del grano, permetteva di evitare malattie legate all’infezione dell’acqua ed epidemie - soprattutto del tifo - grazie alla fase della bollitura che sterilizzava, anche se all’epoca si faceva inconsapevolmente, il prodotto.
Ma c’era anche un altro aspetto positivo per i monaci delle abbazie che producevano questo genere di bevande a base di acqua e grano: una delle proprietà era quella di poter rifocillare, grazie alle sue qualità nutrienti e senza rischio, i pellegrini e i viaggiatori della Via Francigena, già numerosi all’epoca. A Siena, per esempio, nell’ospedale di Santa Maria della Scala, veniva servita una bevanda fermentata a base di grano, chiamata “Terza”.
“Ispirandoci alla lunga e prestigiosa storia brassicola del nostro Ordine dei Canonici Regolari Premostratensi, fondato la notte di Natale 1121 da San Norberto da Xanten, che annovera birre famose come quelle di Leffe, di Grimbergen, di Schlägl ed altre meno note - spiega Padre Giancarlo Le Roy, Abate di Sant’Antimo - abbiamo voluto far rivivere questa usanza qui nella nostra Abbazia, unendola alla tradizione agricola della Val d’Orcia, dove, da sempre si produce grano. Rispettando gli antichi processi e utilizzando preziose conoscenze, tramandate di generazione in generazione, e ingredienti di eccellenza del nostro territorio, abbiamo sviluppato questa birra veramente unica, ricca di aromi e sapori, che unisce sapienza antica a metodologie di avanguardia. Per quanto riguarda l’etichetta della nostra birra, abbiamo scelto uno stemma dell’Abbazia”.
I Canonici si sono affidati, per la produzione della loro “bionda”, all’esperienza e alla professionalità del Birrificio San Quirico.
Ma c’è un’altra “chicca” che i Canonici di Sant’Antimo hanno deciso, produrre la “gelatina di birra”: “ una gelatina zuccherina molto succulenta e versatile - spiega Le Roy - un’alternativa al miele e alle mostarde, da spalmare su formaggi e ricotta, da usare su dolci come la pannacotta ma anche da gustare con le uova sode”.
Bella iniziativa, questa dei monaci, che oltre a continuare una tradizione millenaria  del proprio ordine, dimostrano che Montalcino non è solo un territorio di vino.

Guarda la Photogallery

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

21 settembre 2020

Regionali, a Montalcino affluenza del 61,04%. Referendum, vince il sì

È di 61,04% il dato d’affluenza per le elezioni regionali a Montalcino (2.260 votanti) alla chiusura delle urne (oggi alle ore 15). Un numero inferiore sia alla media provinciale (64,84%) che regionale (62,68%) ma comunque ben maggiore rispetto a cinque

18 settembre 2020

Resort di lusso ad Ampella, il 22 settembre si presenta il piano

280 posti letto, bar, ristoranti, piscine, saune, bagni turchi e area fitness: quella che un tempo forniva il materiale per la fabbricazione di laterizi alla vicina fornace, la cava di Ampella a San Giovanni d’Asso, si trasformerà nel giro di

18 settembre 2020

Pallavolo, aspettando la palestra la Libertas si allena a Sant’Antonio

Mentre il tennis a Montalcino dovrebbe entrare a pieno regime a fine mese, dopo la ripresa di corsi e lezioni private del maestro Oliver Schuett, per la pallavolo il discorso è più complicato. “Non ci sono problemi in fatto di

18 settembre 2020

Siena, dal 21 settembre parziale ripristino area della Stazione per i bus

Notizia per i pendolari che si spostano da Montalcino a Siena per studio o lavoro in bus. A Siena da lunedì 21 settembre in piazza Rosselli (piazza della Stazione) saranno ripristinate temporaneamente le fermate dei bus urbani ed extraurbani, pur

17 settembre 2020

Tre produttori di Brunello nella Top100 di “Wine & Spirits”

Marchesi Antinori, Gaja e Le Ragnaie sono i tre produttori di Brunello di Montalcino selezionati per la prima “Top 100” del 2020, quella del magazine Usa “Wine & Spirits”. Cantine che saranno protagoniste di degustazioni virtuali, in collegamento mondiale dal

16 settembre 2020

In fase di approvazione i piani attuativi di due aziende di Brunello

Il Comune di Montalcino ha in corso l’adozione di due piani attuativi connessi a due programmi aziendali agricoli presentati da Castiglion del Bosco e Casanova di Neri. L’approvazione dei piani attuativi, e di conseguenza dei piani aziendali, consentirà alle due

18 ottobre 2020

“Inchiostro 2020”: Poggio Civitella

Domenica 18 ottobre (ore 16) quarto e ultimo appuntamento del ciclo di conferenze “Inchiostro 2020”. Sarà la volta del professor Luigi Donati dell’Università di Firenze, che ha diretto la campagna di scavo di Poggio Civitella, il sito etrusco più rilevante della

10 ottobre 2020

“Inchiostro 2020”, terzo incontro

Sabato 10 ottobre, nel chiostro di Sant’Agostino, sede del Museo Civico e Diocesano di Montalcino, la terza conferenza di “Inchiostro 2020” è dedicata al tema della Repubblica di Siena in Montalcino, gloria della storia della cittadina, ultimo baluardo della libertà

29 settembre 2020

Piani attuativi, incontro pubblico

Il Comune di Montalcino ha in corso l’adozione di due piani attuativi connessi a due programmi aziendali agricoli presentati da Castiglion del Bosco e Casanova di Neri. L’approvazione dei piani attuativi, e di conseguenza dei piani aziendali, consentirà alle due