Social web & reputazione, il Brunello è al primo posto

Web & WineIl mondo viaggia sul web, e questo è ormai, da anni, un dato di fatto e, a rappresentare l’ultima frontiera della comunicazione, in pole position, sono senza dubbio i social media. È necessario, dunque, per qualsiasi impresa che voglia essere competitiva sul mercato, ed il mondo del vino non è esente da questo paradigma, essere presente sul web su più canali possibile. Ed il Consorzio del Brunello di Montalcino, in controtendenza sulla maggioranza dei Consorzi italiani - stando ai dati divulgati dalla Maxfone srl (www.maxfone.it) - lo ha capito affidando, dal gennaio 2012, la “gestione” dei propri canali web, alla Montalcinonews che quotidianamente, e con un lavoro capillare, si occupa di aggiornare e gestire tutti i social network.
L’indagine condotta dalla Maxfone srl, società di Ict (Information & communication technology) specialista nella comunicazione digitale e nell’analisi della web reputation, critica l’impegno carente dei Consorzi italiani su internet, eccezion fatta per il Brunello di Montalcino - e Conegliano Valdobbiadene Prosecco, unici due consorzi ad aver capito quanto i “cinguettii” siano fondamentali se si vuole operare sul mercato degli Stati Uniti, e non solo.
Se è vero che il re del Sangiovese e il Valdobbiadene sono presenti su gli stessi canali e vincono, a pari merito, per la loro operosità sul web, altrettanto vero è che i numeri all’attivo, per i due Consorzi, sono ben diversi. Il Consorzio del Brunello vince su tutti i social network attivi: su Twitter, con 2.597 Follower su 316 di Valdobbiadene, su Facebook, con 26.406 Mi piace su 3.809, su Instagram, con 140 seguaci su 79, c’è poi Pinterest, dove il Brunello di Montalcino vince con 92 Followers su 64, su Flickr, con 1.000 elementi su 317, e, infine, su Youtube, con 39.236 views su 19.575 per il Prosecco di Conegliano.
Secondo l’indagine Maxfone, nel 2014, il 38% dei Consorzi non è presente su Facebook e il 61% non ha un account suTwitter: “su 78 consorzi, 30 non sono presenti (il 38%) su Facebook,12 sono presenti ma con una pagina non certificata (15%), mentre alcuni enti utilizzano account privati che non sono stati considerati nella nostra ricerca - dice Paolo Errico, amministratore delegato di Maxfone srl (www.maxfone.it), società di Ict (Information & communication technology) specialista nella comunicazione digitale e nell’analisi della web reputation. Quanto a Twitter, ben 48 consorzi (61%) non è presente. “Eppure Ttvitter - agiunge Errico - svolge un ruolo importantissimo nel mercato statunitense del vino, indicando i trend di consumo del vino, i gusti, le preferenze dei consumatori”.
In dettaglio, dall’analisi di Maxfone emerge che sono 48 i Consorzi presenti ufficialmente su Facebook: solo il 46% ha una pagina certificata che attesta che si tratta proprio di quell’ente. Sono 30 i Consorzi presenti su Twitter e 19 quelli presenti con un canale su Youtube, il motore di ricerca (di proprietà di Google) che indicizza i video.
Un altro indicatore di una strategia di comunicazione digitale di peso è la “multicanalità”, ovvero la presenza su più social media con una “digital integration” fra gli strumenti di relazione con il pubblico. “La multicanalità è -  fa notare Errico - un valore quantitativo, e non esprime valutazioni relative al numero di attività e/o all’engagement nella comunicazione online”. È, comunque, un indice di quanto un consorzio abbia a cuore il rapporto stretto con il cliente (o possibile cliente) online.
Di media, secondo le rilevazioni di Maxfone, ognuno dei 78 consorzi di tutela dei vini italiani utilizza 1,67 social media. Il 22% utilizza due social, il 18% utilizza un solo social, il 12% utilizza quattro social, il 6% utilizza cinque social, 4% utilizza tre social, l’1% utilizza sei social e un altro 1% utilizza 7 social. E ben il 36% non utilizza alcun social. Le analisi sono state effettuate su fonti pubbliche, specifica Maxfone; e sono stati considerati solo i profili social riconducibili ai consorzi in modo chiaro. Consorzi che appunto sfilano in questo ordine di lista: Consorzio Vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco (sette social), il Consorzio del Vino Brunello di Montalcino (sette social), il Consorzio del Vino Chianti classico (cinque social), il Consorzio Brachetto d’Acqui (cinque social), il Consorzio Tutela Gavi (cinque social), il Consorzio Tutela Soave (cinque social), il Consorzio Vini Dop Valcalepio (cinque social).
Ma la Montalcinonews non è nuova a ricevere riconoscimenti per il lavoro che svolge sui social network, per conto del Consorzio del Brunello: nel 2013, sempre a Vinitaly, furono Viralbeat e il Centro studi Etnografia digitale, con un’indagine dal titolo “Vino e social media: la netnografia per un approccio strategico al nuovo marketing del vino” a premiare il nostro lavoro. Da queste indagini e dai risultati che ne conseguono emerge, dunque, un dato importante: il Consorzio del Brunello ha capito quanto importante sia la presenza costante sul web, fatta di contenuti, di immagini e di curiosità, di quanto sia fondamentale il lavoro capillare, l’orchestrazione delle varie tessere che la Montalcinonews dirige ormai da oltre due anni e che la metodologia giusta e imprescindibile per far crescere il brand sia creare attenzione, interesse e partecipazione del pubblico.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

15 ottobre 2018

Il bando per gestire iniziative relative ai gemellaggi di Montalcino

Sono aperti i termini per la presentazione delle proposte di soggetti appartenenti al Terzo Settore interessati ad organizzare iniziative relative ai due gemellaggi del Comune di Montalcino, quelli con i Comuni di Hautvillers e Purbach. Le proposte dovranno pervenire entro

15 ottobre 2018

Altro tentato furto al bancomat di Castelnuovo dell’Abate

A poco più di un anno di distanza, quando il bancomat di Castelnuovo dell’Abate fu preso letteralmente a picconate, il borgo a due passi da Sant’Antimo deve fare i conti con un altro tentato furto. È successo nella notte tra

15 ottobre 2018

Fuga di gas bloccata dai Vigili a Torrenieri

Venerdì scorso i Vigili del Fuoco del Comando di Siena sono intervenuti a Torrenieri, a seguito di una perdita di gas da un deposito di GPL dovuta ad una errata manovra di un mezzo meccanico che, mentre stava eseguendo alcuni

14 ottobre 2018

Olimpiadi Giovanili, Fabrizzi eliminato nel mixed team

News dall’Argentina dove Federico Fabrizzi, il sedicenne di San Quirico tesserato per gli Arcieri Montalcino, sta partecipando, unico in maglia azzurra, alle Olimpiadi Giovanili. Nella prima giornata del tiro con l’arco sulle settantadue frecce di ranking round, Fabrizzi ha concluso

13 ottobre 2018

Si rinchiude in camera e tenta di bucarsi, la madre chiama i carabinieri

Aveva paura, perché il sesto senso delle madri, soprattutto nei confronti dei figli, sbaglia poche volte. E allora la signora non ci ha pensato due volte a chiamare i Carabinieri di Montalcino quando ha visto il suo ragazzo rinchiudersi in

12 ottobre 2018

Il miglior assaggio di vino per Massobrio e Gatto è un Brunello

Nel supplemento “Liberi Tutti” in edicola questa mattina sul Corriere della Sera, si parla del libro “Vino. Assaggi memorabili di quel giorno e di quell’ora”, scritto da Paolo Massobrio e Marco Gatti (Cairo Editore). Nell’articolo di Luciano Ferraro si parla

23 ottobre 2018

Visitare Montisi con l’Auser

Auser Montalcino il 23 ottobre organizza l’edizione n. 6 di “Conoscenza del territorio”. In programma la visita a Montisi con le seguenti tappe: Grancia con teatro, Contrada della Torre, Chiesa di Santa Flora e Lucila, Chiesa del Santissimo Sacramento e

21 ottobre 2018

“Colori di note” agli Astrusi

Le foto (inedite) della vita di Montalcino, dai paesaggi ai tramonti, dai cortei agli arcieri nei loro Campi di Tiro, accompagnate da tre musicisti e da un coro di bambini. Tutto questo è “Colori di note”, l’ultimo evento prima della

20 ottobre 2018

Borse di studio “Franceschelli”

Premiare gli studenti più meritevoli e ricordare una persona tanto cara a Montalcino. È questo il senso dell’iniziativa della Confraternita del Santuario della Madonna del Soccorso, che per il 13° anno di fila ha stanziato tre borse di studio (di