Brunello “rock”? Sì e a degustare con Van Morrison

Tra gli autori impazza una nuova moda: trovare il connubio perfetto tra cibo, vino e musica. E se l’ultimo, in ordine di pubblicazione è il divertentissimo, e interessante, “Gast(rock)nomia”, il libro del milanese John Martin, a parlare di Montalcino, dei suoi prodotti, di abbinamento dei piatti e dei profumi con la musica è “Vini e vinili”, del giornalista musicale Maurizio Pratelli, che accomagna il lettore in un affascinante viaggio sentimentale nelle terre del vino ritmato dalla selezione più alta della storia del rock. “Vini e Vinili”, una guida all’ascolto di alcuni dei più grandi classici del rock d’autore abbinati a una collezione di vini naturali prodotti, prima in vigna e poi in cantina, da piccole geniali aziende del Belpaese, regala al vino di Montalcino un abbinamento davvero “rock”. Esistono, infatti, dischi di artisti geniali con ottimi brani, ottimi arrangiamenti (ingiustamente) considerati “minori” perché “oscurati” da altri capolavori dello stesso autore e questo è il caso di “Tupelo Honey” disco del 1971 del grande Van Morrison, un ottimo Lp, dai più lasciato leggermente in disparte perché “schiacciato” da altri grandi capolavori pubblicati dal cantante irlandese nello stesso periodo, che, secondo Pratelli è da ascoltare in compagnia di un Brunello di Montalcino. E se queste sono le atmosfere da Brunello, Leonard Cohen andrebbe ascoltato insieme a un buon bicchiere di Barbera, il Montepulciano ascoltando Nick Cave e un album di Bob Dylan con la poesia di un Amarone. Vino non solo da degustare, il Brunello, come altri importanti vini del Belpaese, meriterebbe quindi una meditata selezione, universale come finiscono per essere tutte le scelte rigorosamente personali, da sorseggiare in abbinamento ad album che sembrano nati per morire in un bicchiere di rosso, da consumare senza alcuna fretta, con lenta passione. Un gioco fra orecchio e palato che permette di raccontare con parole nuove e inedite alcuni gioielli del patrimonio musicale internazionale e della tradizione enologica italiana. Un viaggio sentimentale nelle terre del vino ritmato dalla selezione più alta della storia del rock. Per Pratelli la scoperta di Mr Brunello è “da farsi” con “Tupelo Honey”, un disco intimista dedicato al rapporto e alla storia d’amore con la moglie Janet, pieno di canzoni d’amore e di ballad, il disco è un lavoro con un occhio al suono tradizionale americano con venature folk e allo stesso tempo country.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

12 dicembre 2018

Il Brunello di Montalcino re della tavola a Eataly Boston

La cucina italiana riceve consensi in tutto il mondo. E se l’abbinamento è con il Brunello di Montalcino il successo è assicurato. A Eataly Boston (Usa) è andato in scena un evento che ha visto la collaborazione di Eataly e

12 dicembre 2018

International Wine Report, brilla il Brunello di Montalcino nella top 100

Nella “Top 100” dei vini del 2018 firmata dall’International Wine Report al primo posto troviamo il californiano Tor Cabernet Sauvignon Beckstoffer To Kalon 2016 ma a brillare particolarmente è il Brunello di Montalcino presente ben 5 volte (17 le etichette

11 dicembre 2018

Dal Comune 15.000 euro alle Misericordie del territorio

Il Comune di Montalcino ha concesso il coinvolgimento indiretto alle Misericordie di Montalcino e Torrenieri, stanziando un contributo di 15.000 euro (10.000 euro alla Venerabile Confraternita di Misericordia di Montalcino e 5.000 euro alla Venerabile Confraternita di Misericordia di Torrenieri).

11 dicembre 2018

Dati Ismea: crollo vini comuni, tra le Dop guida il Brunello

Il Brunello di Montalcino si conferma al vertice dei vini pregiati italiani, con un aumento del prezzo del +3,3% rispetto al 2017, mentre le quotazioni dei vini comuni registrano un calo sia dei bianchi (-21,1%) che dei rossi e dei

11 dicembre 2018

“Wine-Lister”, sul podio della Top 10 il Brunello de Il Marroneto

Il mercato dei fine wine cresce, nel mondo, e di conseguenza gli operatori che forniscono servizi specializzati per collezionisti e professionisti del vino investono sempre di più e allargano i propri orizzonti. È il caso del portale “Wine-Lister”, che grazie

11 dicembre 2018

Argiano festeggia a Firenze i venti anni del Solengo

Stasera, alla Trattoria Da Burde a Firenze, si svolgerà l’evento di celebrazione del ventesimo anniversario della nascita del Solengo, il “Supertuscan” della cantina Argiano concepito dalle mani sapienti di Giacomo Tachis. Nell’occasione saranno assaggiate alcune tra le migliori annate alla

22 dicembre 2018

“Lumen de Lumine” a Sant’Antimo

L’Arcidiocesi di Siena, Colle val d’Elsa e Montalcino, insieme alla comunità di Sant’Antimo, nell’attesa del Natale, sabato 22 dicembre alle ore 21 presso l’Abbazia, propone “Lumen de Lumine”, una riflessione sul tema della luce che anticiperà la liturgia in Nocte

16 dicembre 2018

Pranzo di Natale nella Ruga

Non mancano le iniziative natalizie nemmeno nel Quartiere Ruga. Domenica 16 dicembre, alle ore 13, è in programma il pranzo degli auguri in sede. Prenotazioni, entro il 14 dicembre, presso “Il Filo di Fumo” (da Guido).

15 dicembre 2018

Pupo legge Pinocchio

Sabato 15 dicembre terzo appuntamento della stagione teatrale di Montalcino. Al Teatro degli Astrusi arriva Enzo Ghinazzi (in arte Pupo), che prima incontrerà con Manfredi Rutelli il pubblico parlando di teatro nell’iniziativa ”Calici d’artista” (ore 18, bar del teatro, ingresso