Con Aste Bolaffi, Biondi Santi e Soldera all’incanto

Soldera e Biondi Santi Wine-Searcher1.204 lotti, tante rarità ed i “soliti” big di Francia, ma a fare la parte del leone - come si legge su WineNews, uno dei siti più cliccati dagli amanti del buon bere - nell’asta di Bolaffi di scena a Torino il 25 e 26 maggio, sarà il top dell’enologia del Belpaese, specie quella piemontese e toscana: Gaja è rappresentato più che degnamente da quasi tutti i suoi cru più importanti, sia quelli provenienti da Barbaresco che da Barolo, come lo Sperss, con annate, fatta eccezione per alcuni 1996, 1997, 1998, piuttosto recenti, ma tra le bottiglie più quotate ci sono anche i Barolo di Bruno Giacosa. Passando ai toscani, spiccano i Brunello di Soldera (Case Basse) e Biondi Santi, ma non mancheranno i protagonisti delle aste internazionali, i Supertuscan firmati dalle due famiglie del vino più importanti della Regione: da una parte Antinori, con Tignanello e Solaia, dall’altra Frescobaldi, con Masseto ed Ornellaia. Infine, la star di Bolgheri, il Sassicaia, offerto in tre annate recenti, ma anche in una verticale (in trattativa privata, e quindi fuori dall’asta) composta da 37 bottiglie dal 1968 al 2007, che comprende tutte le annate del periodo, ad eccezione del 1978, direttamente dalla cantina bolgherese di un collezionista, incluse vendemmie, storiche come la 1968, la prima prodotta, presente nella rara versione con la capsula rossa, le annate 1975 e 1977, la prestigiosa 1985, e le memorabili 1988, 1990, 1995, 1997 e 2004 (www.astebolaffi.it).
Il lotto top, però, è singolarmente al di fuori dalle rotte classiche: è uno Champagne, il Cristal 2002 di Louis Roederer nell’edizione limitata firmata dall’artista Di Méo, con la bottiglia “ingabbiata” in un’armatura d’oro a 24 carati, per una base d’asta di 10.000 euro. Subito dietro, in termini di quotazioni, le 6 bottiglie di Masseto 2001, per le quali si parte da 4.000 euro, stessa base d’asta della singola bottiglia di Romanée-Conti Grand Cru 1976 del Domaine de la Romaneé-Conti. Quindi una selezione dell’annata 1985 di Bordeaux: 11 bottiglie, che spaziano tra le diverse denominazioni, da Pétrus a Cheval Blanc, da Ausone a Lynch Bages, da Haut Brion a Mouton Rothschild, da Margaux a Lafite Rothschild, fino a Latour, per una base d’asta di 3.800 euro. Poco meno (3.000 euro), per le 6 bottiglie di Barbaresco Asili Riserva Speciale Etichetta Rossa 1967 di Bruno Giacosa, mentre per le 12 bottiglie di Brunello di Montalcino Riserva 2004 di Biondi Santi ci vorranno almeno 2.800 euro, proprio come per le 24 bottiglie di Sperss 2006 di Gaja. Si parte da 2.700 euro per le 6 bottiglie di Masseto 1998. Tra i protagonisti, come detto, il Solaia, con le 24 bottiglie dell’annata 2007 (offerta minima 2.600 euro), Soldera (Case Basse), con 12 bottiglie di 2005 ed altrettante di 2004, entrambi con base d’asta di 2.400 euro, il Sassicaia, con 12 bottiglie della 2006 a 1.800 euro, e l’Ornellaia, con 12 bottiglie di 2009 a 1.300 euro.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




nuvoloso Montalcino
Temperatura ore 12: 13°
Precipitazioni (mm): 0

dati a cura di 3BMeteo

7 dicembre 2017

Montalcino, occhio all’Amiata. Altro scontro diretto per il Torrenieri

Meno tre al giro di boa. Il girone F di Prima Categoria giunge nel weekend alla 13° giornata. Il Montalcino, dopo il pareggio a reti bianche col Manciano, torna a giocare al “Soccorso Saloni” dove arriva l’Amiata, che è settimo

6 dicembre 2017

Il Comune acquista 250 copie del libro di Magini

L’Archivio Storico Comunale di Montalcino conserva una preziosissima mole di documenti sulla storia della comunità locale non abbastanza conosciuti e valorizzati. Nel corso degli anni diversi studiosi hanno incentrato le loro ricerche su vari periodi storici, specialmente su quello che

6 dicembre 2017

Tenuta Piccini, una bottiglia di Natale della Robur nella Cantina del Brunello

Da un po’ di tempo Tenuta Piccini, storica realtà toscana da 16 milioni di bottiglie vendute e un fatturato superiore ai 60 milioni di euro, proprietaria a Montalcino di Villa al Cortile (12 ettari tutti a Brunello), ha deciso di

5 dicembre 2017

Open day all’Istituto Professionale Agrario di Montalcino

Arriva, per la prima volta, l’open day all’Istituto Professionale Agrario di Montalcino. Un modo per conoscere la scuola e il suo staff oltre che un’opportunità per tutti i giovani che frequentano l’ultimo anno delle medie di chiarirsi un po’ le

5 dicembre 2017

Nuova pavimentazione in pietra per centro storico Montisi

Il Comune di Montalcino punta sulla riqualificazione del centro storico di Montisi. Investimento in arrivo per la realizzazione di una nuova pavimentazione in pietra in via Umberto I°, nel cuore del paese. L’intervento, previsto nel programma triennale e nel relativo

4 dicembre 2017

Il Borghetto e i volantini in Piazza del Popolo

Una serie di volantini incollati a terra, a formare il numero 30, è apparsa nella notte tra sabato e domenica scorsa in Piazza del Popolo, nel cuore di Montalcino. Non è stato certo difficile collegare il fatto ai responsabili. Trenta

15 dicembre 2017

Cena degli auguri Avis

L’Avis Montalcino organizza la tradizionale cena degli auguri per ringraziare i donatori di sangue per i loro preziosi gesti. Venerdì 15 dicembre (ore 20), al ristorante “Locanda Sant’Antimo” di Castelnuovo dell’Abate, cena a base di pesce (a richiesta è possibile

15 dicembre 2017

Cena con “il re della Catalana”

Venerdì 15 dicembre la Drogheria Franci propone una serata con Riccardo Artizzu di Viareggio, “il re della Catalana”. Il menu propone: gambero di fondale fritto e crocchette di baccalà, carpaccio di ombrina, tartara di sugarello, filetto di triglia, scampo e

10 dicembre 2017

Calcio, Montalcino-Amiata

Meno tre al giro di boa. Il girone F di Prima Categoria giunge nel weekend alla 13° giornata. Il Montalcino capolista, dopo il pareggio a reti bianche col Manciano, torna a giocare al “Soccorso Saloni” dove arriva l’Amiata, che è