Gagnarli e la ricerca vincitrice del premio “Case Basse Soldera”

È stato attribuito ad Elena Gagnarli, collaboratrice a tempo determinato del Crea, il diploma di eccellenza scientifica del premio internazionale Brunello di Montalcino, bandito dall’azienda agricola Case Basse di Gianfranco Soldera, dopo che Paola Furlan, dello stesso gruppo di ricerca, aveva vinto il premio nella seconda edizione.
Un premio internazionale giunto alla settima edizione che l’azienda indice per sostenere giovani ricercatori di tutto il mondo che si occupano delle tematiche vitivinicole riguardanti il Sangiovese nell’areale di Montalcino ed i vari aspetti inerenti.
Il premio è frutto del riconoscimento dell’alto valore scientifico dell’indagine svolta, soprattutto nell’ottica di una gestione sostenibile del vigneto, del territorio e delle loro funzioni ecosistemiche.
Matteo Giusti, per agronotizie.imagelinenetwork.com ha intervistato la ricercatrice.
Di seguito l’intervista integrale
“In cosa consiste la tua ricerca? Dopo anni di studi, esperimenti e monitoraggi nel campo della lotta biologica applicata per rendere sempre più efficaci le tecniche di controllo di insetti ed acari dannosi alle produzioni vitivinicole, la ricerca si è concentrata su due comparti ecosistemici: la parte aerea della pianta e il suolo. In particolare, sulla pianta, è stata indagata l’attività predatoria di alcuni acari durante l’intero arco della giornata al fine di comprendere i ritmi di attività in campo; nel suolo, sono stati confrontati vari indici ecologici per valutarne la qualità.
La ricerca che ha vinto il premio dell’edizione 2016 è quindi il proseguo del lavoro e dell’attività svolta a Montalcino da più anni? Sono almeno dieci anni che il gruppo di ricerca di cui faccio parte conduce studi su tecniche di controllo di parassiti sostenibili per l’ambiente oltre che per la produzione vitivinicola.
Dove è stata pubblicata? Parte dei risultati sono stati pubblicati in contributi presentati alle giornate fitopatologiche 2014 e all’edizione 2016 del Congresso nazionale italiano di entomologia.
Che zona del territorio di Montalcino avete monitorato? I dati presentati si riferiscono agli studi effettuati nelle aziende Case Basse e Sante Marie.
Nello studio sono state prese in considerazione sia aziende biologiche che convenzionali? Soprattutto per quanto riguarda gli studi svolti su pianta sono stati presi in considerazione e messi a confronto alcuni vigneti di Case Basse a conduzione convenzionale e Sante Marie a conduzione biologica.
Se sì, che differenze ci sono tra i due tipi di coltura? Per quanto riguarda le attività degli acari predatori, i risultati sono stati più o meno gli stessi, sia nelle parcelle condotte in biologico e che in quelle convenzionali. Le principali differenze sono state registrate solo in termini di abbondanza degli acari: nella conduzione biologica la densità dei predatori su foglia è risultata maggiore.
Quando è partito il vostro progetto di ricerca? I rilievi e gli studi finalizzati al controllo biologico del ragnetto giallo, problema ricorrente in tale area, sono iniziati già prima del 2000, con regolarità dal 2005.
È uno studio inserito in un progetto di ricerca più ampio o è uno studio specifico? Gli studi sono inquadrati in una serie di progetti e convenzioni strutturati tra numerose aziende di Montalcino e Val d’Orcia ed il Crea-Dc di Firenze.
Come è stato finanziato? È stato determinante lo spirito di innovazione e rispetto della conservazione dell’ambiente dei proprietari delle aziende che non si fossilizzano su quanto già è noto ma vogliono migliorare e incrementare prodotti di qualità tipici della nostra regione.
Continuerà? O quali sono i vostri prossimi campi di ricerca in viticoltura? L’esigenza è mantenere gli equilibri raggiunti, in misura sostenibile per l’ambiente. Le prospettive del gruppo di ricerca sono quelle di collegare in modo sostanziale i vari ambiti dell’ecosistema vigneto: dalla micro alla macro scala. Nello specifico per l’ecosistema suolo, l’obiettivo è comprendere i servizi ecosistemici forniti dalle comunità che popolano questo comparto e che contribuiscono a renderlo fertile senza bisogno di additivi. Al tempo stesso sarà effettuata una valutazione sulla diffusione di predatori e antagonisti per una ‘copertura’ sempre più estesa delle aree interessate”.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

18 maggio 2018

Archos Summer School 2018 ad Ocra Montalcino

“Archos Summer School 2018 - Progetta il riuso di una grancia fortificata a Siena”. Dal 22 al 29 luglio ad Ocra Montalcino si terrà un workshop residenziale di architettura nel cuore della Toscana organizzato da Scuola Permanente dell’Abitare in collaborazione

18 maggio 2018

Il patrocinio del Comune di Montalcino per il “Toscana Pride 2018”

Il prossimo 16 giugno a Siena si terrà il “Toscana Pride 2018”, evento promosso dalle associazioni e dai gruppi organizzati che animano il territorio della regione nello spazio LGBTIQA (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali, intersessuali, queer, asessuali). La parata finale del

18 maggio 2018

Torna “Rock&Rails” a Torrenieri

“Prossima Stazione…Torrenieri” porta in campo anche la musica. Domani, sabato 19 maggio, a Torrenieri, al Parco della Stazione, appuntamento con “Rock&Rails”, insieme alla “Dario Straits Tribute Band”. Cinque musicisti daranno vita a un live di primavera (inizio ore 21.30) con

18 maggio 2018

Festa del treno a Torrenieri, come cambia la viabilità

Visto il programma dei festeggiamenti comunicato dalla Pro Loco di Torrenieri, organizzatrice della manifestazione che si svolge nella frazione di Torrenieri per il 153° anniversario dell’inaugurazione della Stazione Ferroviaria, il Comune di Montalcino ha disposto i seguenti divieti: - dalle

17 maggio 2018

Sabato mattina “Eroica in Moto” arriva a Montalcino

Domani e sabato 19 maggio 500 motociclisti appassionati di enduro e provenienti da tutta Italia e dall’Europa si riuniscono a Gaiole in Chianti, nel cuore del Chianti storico, per l’edizione 2018 di “Polvere&Gloria: in moto sulle strade de L’Eroica”. Novità

17 maggio 2018

Torrenieri, prolungato divieto transito a mezzi pesanti in Via Romana

Secondo slittamento per le operazioni di sistemazione del fondo stradale in alcuni punti di Via Romana, a Torrenieri. Partiti il 18 aprile, a causa delle avverse condizioni meteo i lavori sono stati prorogati inizialmente fino al 17 maggio ma non

3 giugno 2018 11:00

“Tutto di un sorso” a Ocra

Cinquanta vignaioli artigiani provenienti da varie regioni d’Europa chiamati a raccolta in una delle capitali del vino. La prima edizione di “Tutto di un sorso” (3 e 4 giugno nei locali del Complesso di Sant’Agostino a Montalcino) si preannuncia già

2 giugno 2018

Nuova mostra alla Galleria La Linea

Sabato 2 giugno, alle ore 18, la Galleria La Linea di Montalcino inaugura l’esposizione tripersonale degli artisti Francesco Barbieri, Daniele Cestari e Massimo Gasperini. La mostra, dal titolo “Antitesi”, resterà nel calendario della Galleria sino al 24 giugno, è curata

27 maggio 2018

Eroica Montalcino

Circa 1.500 partecipanti provenienti da 26 Nazioni, una forte rappresentanza femminile (saranno 150 le donne iscritte), campioni che hanno scritto pagine indimenticabili di ciclismo, firme illustri e prestigiose testate giornalistiche, dalla Rai alla Gazzetta dello Sport, dal Corriere della Sera