Il Premio Casato Prime Donne va a Federica Bertocchini

La biologa Federica Bertocchini, vincitrice del Premio Casato Prime Donne 2017Il Premio Casato Prime Donne 2017 va alla biologa Federica Bertocchini e ai giornalisti Pietro di Lazzaro, Stefano Pancera e Vannina Patanè. Federica Bertocchini, 49 anni, biologa molecolare di Piombino, ha scoperto il bruco che mangia la plastica. Una scoperta capace di risolvere grossi problemi ambientali, soprattutto in mare dove c’è un’isola galleggiante di rifiuti grande come il Texas. Eppure, nonostante la scoperta, Federica da qualche mese è disoccupata a causa della mancanza d’investimenti nella ricerca. A Federica Bertocchini e al mondo scientifico, generoso e attento all’ambiente che lei rappresenta, va il Premio Casato Prime Donne 2017. Lo ha deciso all’unanimità la giuria presieduta da Donatella Cinelli Colombini e composta da Rosy Bindi, Anselma Dell’Olio, Anna Pesenti, Stefania Rossini, Anna Scafuri e Daniela Viglione.
Insieme a lei, nelle sezioni giornalistiche e fotografiche, riservate a chi ha meglio divulgato Montalcino e i suoi vini, vincono Pietro di Lazzaro per il servizio televisivo dedicato al 50° anniversario del Consorzio del Brunello del TG3 RAI, Stefano Pancera per il pezzo intitolato ‘Il futuro del vino italiano nelle mani dei giovani’ trasmesso da Mattino 5 Mediaset e Vannina Patanè per l’articolo ‘Montalcino acqua e vino’ pubblicato in “In Viaggio” di Aprile 2017. Ad essi si aggiungerà l’autore della migliore foto dei territori dei vini Brunello e Orcia che verrà scelto nel mese di agosto fra 5 finalisti da una giuria popolare attraverso il voto online.

Chi è Federica Bertocchini
La Prima Donna 2017 Federica Bertocchini è l’esempio della difficoltà che vivono gli scienziati della ricerca pura, quella che non produce brevetti o applicazioni industriali. E’ anche la prova che le scoperte possono ancora avvenire fuori dai laboratori come in passato è successo a Galilei e a Newton. Bartocchini studia le cellule embrionali dei vertebrati; le sue 20 pubblicazioni scientifiche, tutte in inglese e su riviste scientifiche importanti, riguardano uccelli e rettili nelle prime fasi di vita. Vent’anni trascorsi nei laboratori di New York, Londra e Santander in Spagna finché, nel 2012, pulendo un alveare, a Santander, dove vive attualmente, si imbatte nel bruco della cera Galleria mellonella e si accorge che rompe il legame chimico del polietilene, cioè
mangia la plastica. La scoperta fa il giro del mondo e Federica Bartocchini insieme ai colleghi Paolo Bombelli e Chris Howe (biochimici dell’Università di Cambridge) la pubblicano su “Current Biology” ancora prima di capire se la molecola della plastica viene rotta dal bruco o da un batterio ospite del suo intestino. La cosa importante è che il polietilene viene degradato in particelle più piccole. Ovviamente la sfida vera è di riprodurre la molecola in laboratorio e non certo fare scorta di bachi per combattere l’inquinamento. Ma per raggiungere questo risultato c’è un problema: dal 18 aprile 2017 Federica Bartocchini è disoccupata. Il suo contratto di ricerca con il CNR spagnolo è scaduto e lei vive con un assegno di disoccupazione in attesa di trovare chi, credendo nel suo talento e nella scoperta che ha fatto, le dia la possibilità di tornare in laboratorio. Il Premio Casato Prime Donne 2017 vuole lanciare un appello in favore di lei e di tutta quella “ricerca orfana” che non produce redditi immediati ma forse, proprio per questo, non può essere lasciata senza finanziamenti.

Cos’è il Premio Casato Prime Donne
Il premio Casato Prime Donne è nato nel 1999 come sviluppo del premio Barbi Colombini. Si svolge ogni anno a Montalcino e valorizza i migliori contributi giornalistici e fotografici riguardanti il territorio e il vino Brunello. Fra i vincitori i più importanti giornalisti e fotografi e le principali testate nazionali e internazionali.
La giuria presieduta da Francesca Colombini sceglie ogni anno un personaggio femminile che si è particolarmente distinto per coraggio ed eticità di comportamenti e che, con il suo impegno, ha valorizzato la presenza femminile nella società e nel lavoro. Il bando di concorso è diviso in cinque sezioni; per quattro di esse il vincitore è designato dalla giuria del Premio mentre le fotografie sono sottoposte al voto di una giuria virtuale, via web. I vincitori ricevono, oltre al denaro, bottiglie di Brunello e la possibilità di soggiornare per una settimana in agriturismo; un’opportunità che per molti giornalisti, soprattutto esteri, si è consolidata in un legame permanente con il territorio.
La cerimonia del 19° Premio Casato Prime Donne avrà luogo domenica 17 settembre 2017 alle 10,30 nel Teatro degli Astrusi di Montalcino.

Vincitrici delle passate edizioni:
2004 - Kerry Kennedy diritti umani
2005 - Congregazione delle Missionarie del S. Cuore di Gesù
2006 - Volontarie del Telefono Rosa
2007 - Frances Mayes, scrittrice
2008 - Josefa Idem, atleta olimpionica
2009 - Ilaria Capua – virologa Deputata al Parlamento italiano
2010 - Samantha Cristoforetti, astronauta
2011 - Carla Fendi, stilista e mecenate della cultura
2012 - Maria Carmela Lanzetta, ex sindaco di Monasterace e attuale Ministro degli affari regionali
2013 - Linda Laura Sabbadini Dirigente ISTAT autrice di indagini sulla violenza sulle donne
2014 - Sandra Savaglio astrofisico di fama internazionale rientrata in Italia per insegnare all’Università di Cosenza
2015 - Giusy Nicolini Sindaco di Lampedusa e Linosa in prima linea nell’accoglienza dei profughi
2016 - Chaimaa Fatihi attivista contro il terrorismo

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




sereno con veli Montalcino
Temperatura ore 18: 23°
Precipitazioni (mm): 0

dati a cura di 3BMeteo

17 ottobre 2017

New York Wine Experience, Montalcino sarà protagonista

L’Italia leader del vino straniero in Usa sarà protagonista alla New York Wine Experience di Wine Spectator, di scena dal 19 al 21 ottobre al Marriot Marquis Hotel di New York City. Sotto i riflettori non solo 50 le cantine

17 ottobre 2017

Via libera per nuovo lastrico di Piazza Cavour e via Panfilo dell’Oca

Semaforo verde per il rifacimento del lastrico di Piazza Cavour e di via Panfilo dell’Oca a Montalcino. Il 12 ottobre è stata rilasciata l’autorizzazione paesaggistica che di fatto sbloccherà l’inizio dei lavori delle parti interessate che si trovano nel centro

16 ottobre 2017

Calcio, il Montalcino frena. Il Torrenieri piomba in zona playout

Si interrompe a sei (compresa la Coppa) la striscia di vittorie del Montalcino, frenato in casa da un ottimo Mazzola Valdarbia. Un risultato che non fa perdere le certezze ai ragazzi di Maestrini, saldi al primo posto a +4 sul

16 ottobre 2017

Gene Gnocchi apre la World Francigena Ultra Marathon

Manca pochissimo alla World Francigena Ultra Marathon, la prima ultramaratona europea, a passo di trekking, che si snoda lungo l’antico itinerario di Sigerico, da Siena ad Acquapendente (21-22 ottobre). La manifestazione si apre venerdì 20 ottobre con la consegna dei

13 ottobre 2017

C’è anche il Brunello in asta con Pandolfini per le Guide L’Espresso

C’è anche il Brunello in asta con Pandolfini per le Guide L’Espresso in una “due giorni d’incanto” a Firenze (19-20 ottobre). Il “re” delle aste è il Masseto, annata 2001 (stimato 3.000-6.000 euro), brilla il Brunello di Montalcino Riserva Soldera

13 ottobre 2017

Calcio, Montalcino e Torrenieri a caccia dei tre punti

Sarà una nuova domenica calcistica piena di emozioni per le squadre del nostro territorio. Nel Campionato di Prima Categoria, girone F Toscana, troviamo in testa il Montalcino a punteggio pieno con 12 punti. Il Torrenieri, neopromosso e autentica rivelazione di

3 novembre 2017 08:00

Canto gregoriano a Sant’Antimo

L’Arcidiocesi di Siena, Colle di Val d’Elsa e Montalcino promuove, dal 3 al 5 novembre, presso l’Abbazia di Sant’Antimo, il corso di canto gregoriano dal titolo Vox Christi, tenuto da Livio Picotti. Vox Christi è un seminario che permetterà ai

22 ottobre 2017

Presentazione di “Orciolo”

Un sigaro nato dalla collaborazione tra l’azienda agricola Col d’Orcia di Montalcino e la Compagnia Toscana Sigari di Sansepolcro. Domenica 22 ottobre “Orciolo”, alle ore 14, sarà presentato dall’azienda in abbinamento ai distillati biologici, ovvero la Grappa di Moscadello di

22 ottobre 2017

“D’oro è la freccia”

Domenica 22 ottobre (ore 18) al Teatro degli Astrusi, i Quartieri di Montalcino presentano “D’oro è la freccia”, una serata per celebrare la sesta edizione della Freccia d’Oro attraverso filmati ed interviste ai protagonisti della Sagra del Tordo degli anni