Tartufo e Brunello, che festa a San Giovanni

Brindisi di inaugurazione della Mostra Mercato di San Giovanni d'Asso 2017Il forte profumo del rarissimo (e costosissimo) tartufo bianco, i sapori e gli aromi dello street food, il rombo della Ferrari nel cuore delle Crete Senesi, lo sbuffo del treno a vapore proveniente da Torrenieri. E poi il pecorino, l’olio nuovo, la Chianina, la Cinta Senese, lo zafferano e, da quest’anno, il Brunello di Montalcino. Si è aperta lo scorso fine settimana a San Giovanni d’Asso l’edizione n. 32 della Mostra Mercato del Tartufo Bianco, la prima per Montalcino e il suo sindaco Silvio Franceschelli, presente ieri alla premiazione del miglior pecorino senese e al pranzo offerto dal Consorzio Agrario di Siena, con l’intrigante abbinamento tra il ricco tartufo e la povera cucina toscana. Ma il weekend è cominciato il giorno prima, nella Sala del Camino del Castello di San Giovanni, con il brindisi e l’inaugurazione della Mostra Mercato da parte del vicesindaco Angelo Braconi. Botteghe e stand lungo Via XX settembre e in Piazza del Castello, Piazza Vittorio Emanuele II e Piazza Gramsci e, per la prima volta, uno spazio per lo street food e le Ferrari di “Driving The Dream”, che hanno sfrecciato per 75 km sulle strade delle Crete Senesi e della Val d’Orcia (ieri hanno fatto il tour quattro americani, proprietari, stando ai rumors, di un’isola delle Hawaii!).

Il sabato sera è andato in scena il connubio tra tartufo, Orcia e Brunello, con l’equipe alta cucina dell’Unione Regionale Cuochi Toscani. La mattina del giorno seguente la città si è riempita dei tanti visitatori arrivati col Treno Natura, con le sue nuvole di vapore lungo l’anticha linea Asciano-Monte Antico in quello che è parso davvero un salto indietro nel tempo (al passaggio a livello, proprio a ridosso del centro di San Giovanni, sembrava di rivedere Benigni e Troisi a Frittole). In contemporanea, la degustazione e poi la premiazione del pecorino da parte del Consorzio Agrario di Siena e Arezzo. “Siamo ben lieti di avere nei nostri negozi pecorini di alto livello - ha commentato il presidente del Consorzio Fausto Ligas, che ha poi sottolineato le difficoltà che incontra oggi l’agricoltura, in particolare modo nelle zone marginali di Siena. “Mi auguro un salto di qualità da parte delle istituzioni. Se non riusciamo a fare reddito, queste edizioni non le vedremo più. In TV si chiacchiera molto, ma quest’anno non ne è andata una giusta in agricoltura. È inutile che i giornali continuino a pubblicizzare un benessere che non c’è”.

Anche il pranzo è stato promosso e offerto dal Consorzio Agrario. Tra gli invitati il Prefetto di Siena Armando Gradone e la Giunta Comunale di Montalcino. Presenti Franceschelli, Braconi, Bovini, Iannotta e Pignattai, più Angelo Cosseddu, in duplice veste di vicepresidente del Consiglio Comunale e vicepresidente della Pro Loco di San Giovanni d’Asso. Un pranzo gustoso e interessante, dove il tartufo “sposa la povera cucina, e vissero tutti felici e contenti”, per usare le parole di Piergiorgio Angelini, esperto di enogastronomia ed ex vicepresidente dell’Associazione italiana sommelier. “Se andate nelle fiere del tartufo, meno che Alba, troverete creme e oli a base di sostanze chimiche - ha raccontato Angelini -. A San Giovanni d’Asso no, però per la prima volta il tartufo è di una scarsità mostruosa. Il tartufo non è importante perché crea indotto all’agricoltura, è importante per il turismo. Un euro venduto di tartufo provoca 25 euro di indotto ad Alba, che è il centro del mondo. Se il prodotto non ha questa denominazione la gente non lo compra”. Angelini ha spiegato le varie portate, dalla trippa con lo zafferano alla montalcinese, in onore del nuovo Comune, al pasticcio di fusilli di farro, il padre del grano, il cereale più antico da cui prende nome la farina. Non è mancata neanche una breve lezione sul tartufo, fungo sotterraneo che quando è pronto emana un forte profumo per essere scovato dagli animali. Il tartufo nero è più in superficie e quindi ha bisogno di meno profumo per essere trovato, quello bianco è più in profondità per cercare umidità e, di conseguenza, il suo profumo è più forte.

Nel pomeriggio sono continuate le tante attività, come l’analisi sensoriale del tartufo e lo show di Big Woman, la donna gigante che realizza spettacoli dai suoi sei metri di altezza. La consegna del premio “Il Tartufo della Solidarietà” è invece slittata a sabato prossimo (a riceverla la LILT Legatumori senese). “I primi dati ci dicono che le presenze sono molte di più dell’anno scorso - ci dice Angelo Cosseddu, a fine serata - il primo fine settimana è stato veramente positivo, anche il Treno Natura era tutto al completo, la gente è rimasta soddisfatta. Il prossimo weekend ci sarà il Tartufo della Pace, un avvenimento davvero importante”. La premiazione, che chiuderà la kermesse, è prevista domenica 19 novembre. Il vincitore del premio, lo scorso anno assegnato alla famiglia Regeni, sarà svelato nei giorni precedenti.

Guarda la Photogallery della Mostra Mercato di San Giovanni d’Asso

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

15 ottobre 2018

Il bando per gestire iniziative relative ai gemellaggi di Montalcino

Sono aperti i termini per la presentazione delle proposte di soggetti appartenenti al Terzo Settore interessati ad organizzare iniziative relative ai due gemellaggi del Comune di Montalcino, quelli con i Comuni di Hautvillers e Purbach. Le proposte dovranno pervenire entro

15 ottobre 2018

Altro tentato furto al bancomat di Castelnuovo dell’Abate

A poco più di un anno di distanza, quando il bancomat di Castelnuovo dell’Abate fu preso letteralmente a picconate, il borgo a due passi da Sant’Antimo deve fare i conti con un altro tentato furto. È successo nella notte tra

15 ottobre 2018

Fuga di gas bloccata dai Vigili a Torrenieri

Venerdì scorso i Vigili del Fuoco del Comando di Siena sono intervenuti a Torrenieri, a seguito di una perdita di gas da un deposito di GPL dovuta ad una errata manovra di un mezzo meccanico che, mentre stava eseguendo alcuni

14 ottobre 2018

Olimpiadi Giovanili, Fabrizzi eliminato nel mixed team

News dall’Argentina dove Federico Fabrizzi, il sedicenne di San Quirico tesserato per gli Arcieri Montalcino, sta partecipando, unico in maglia azzurra, alle Olimpiadi Giovanili. Nella prima giornata del tiro con l’arco sulle settantadue frecce di ranking round, Fabrizzi ha concluso

13 ottobre 2018

Si rinchiude in camera e tenta di bucarsi, la madre chiama i carabinieri

Aveva paura, perché il sesto senso delle madri, soprattutto nei confronti dei figli, sbaglia poche volte. E allora la signora non ci ha pensato due volte a chiamare i Carabinieri di Montalcino quando ha visto il suo ragazzo rinchiudersi in

12 ottobre 2018

Il miglior assaggio di vino per Massobrio e Gatto è un Brunello

Nel supplemento “Liberi Tutti” in edicola questa mattina sul Corriere della Sera, si parla del libro “Vino. Assaggi memorabili di quel giorno e di quell’ora”, scritto da Paolo Massobrio e Marco Gatti (Cairo Editore). Nell’articolo di Luciano Ferraro si parla

23 ottobre 2018

Visitare Montisi con l’Auser

Auser Montalcino il 23 ottobre organizza l’edizione n. 6 di “Conoscenza del territorio”. In programma la visita a Montisi con le seguenti tappe: Grancia con teatro, Contrada della Torre, Chiesa di Santa Flora e Lucila, Chiesa del Santissimo Sacramento e

21 ottobre 2018

“Colori di note” agli Astrusi

Le foto (inedite) della vita di Montalcino, dai paesaggi ai tramonti, dai cortei agli arcieri nei loro Campi di Tiro, accompagnate da tre musicisti e da un coro di bambini. Tutto questo è “Colori di note”, l’ultimo evento prima della

20 ottobre 2018

Borse di studio “Franceschelli”

Premiare gli studenti più meritevoli e ricordare una persona tanto cara a Montalcino. È questo il senso dell’iniziativa della Confraternita del Santuario della Madonna del Soccorso, che per il 13° anno di fila ha stanziato tre borse di studio (di