La Val d’Orcia tra le mete di Wine Enthusiast

La Val d’Orcia nei luoghi da visitare di Wine EnthusiastÈ la Val d’Orcia patrimonio Unesco, culla di grandi vini come il Brunello di Montalcino, e di realtà emergenti come la Doc Orcia, mix straordinario di storia, paesaggi incontaminati, arte ed enogastronomia, la meta italiana selezionata tra i “Top 10 Wine Getaways of 2018” dalla rivista Usa “Wine Enthusiast”. Una Val d’Orcia che, spiega la italian editor Kerin O’Keefe, “sembra uscire da un dipinto del Rinascimento. Punteggiata di fattorie, cipressi, oliveti e vigneti, le colline gentili ed i campi rappresentano la quintessenza del paesaggio Italiano. Il territorio è la casa del Brunello di Montalcino, uno dei vini italiani più celebrati, così come dell’Orcia Doc, uno dei segreti meglio custoditi del Belpaese. E insieme ai grandi vini e agli scenari fantastici, le pittoresche cittadine di Castiglione d’Orcia, Montalcino, Pienza, Radicofani, San Quirico d’Orcia, gemme artistiche e culturali, fanno di questa destinazione un paradiso per i wine lovers”.

“Primavera, estate ed inizio autunno sono il periodo migliore dell’anno per godere di attività all’area aperta e di wine tour”, spiega la rivista, in un territorio davvero ricco di storia e che, oltre alla denominazioni citate, vale la pena ricordare, sfiora Montepulciano ed il suo Vino Nobile, e come sottolinea la O’Keefe, è a pochi chilometri da Siena, una delle capitali del Chianti Classico. Tanti i luoghi dedicati al wine & food che potrebbero essere segnalati. Quelli scelti da Wine Enthusiast, sul fronte della ristorazione, sono l’Osteria Perillà a Rocca d’Orcia (ristorante fresco di prima stella Michelin, ndr), per una cucina di alto livello fatta di ingredienti local, La Bottega di Cacio nel borgo di Bagno Vignoni e, ancora, a Montalcino, la Vineria le Potazzine e La Taverna Banfi, ristorante di Castello Banfi.

Strettamente legati al vino anche i consigli per l’alloggio, perchè se primeggia nelle segnalazioni l’Adler Thermae Wellness & Spa Resort, la struttura di più alto livello del territorio, per soggiorni tra le vigne il magazine segnala, a Montalcino il Castello di Velona Resort e Borgo Canalicchio di Sopra Wine Relais, e a Castiglione d’Orcia gli appartamenti della tenuta Poggio al Vento. Tra una degustazione e l’altra, imperdibili le visite a Pienza, una delle poche “città ideali” del Rinascimento davvero realizzate, grazie al progetto urbanistico di Bernardo Rossellino per Papa Pio II, nel Quattrocento, perla urbana a metà strada tra Montalcino e Montepulciano, le tante possibilità di passeggiate a piedi o in biciclette sulle tante strade bianche del territorio, anche attraverso la Via Francigena, o una visita alle Termali di Bagni San Filippo. Senza dimenticare l’abbazia di Sant’Antimo, di epoca Carolingia, a Montalcino.
Ed ancora, tornando al vino, centinaia le possibilità per chi vuole degustare i vini del territorio. Dalla Tenuta Greppo di Biondi Santi, “dove si può imparare qualcosa di più sulla famiglia che ha inventato il Brunello di Montalcino”, scrive “Wine Enthusiast”, a Castello Banfi, dalla cantina Ciacci Piccolomini d’Arogona al Casato Prime Donne di Donatella Cinelli Colombini, o le “boutique wineries” come Baricci, Colombaio, Montosoli, “situate tutte sulle pendici della celebrata collina di Montosoli”, o Le Chiuse. Sempre a Montalcino, da non perdere secondo il magazine una visita all’Enoteca Osticcio e all’Enoteca La Fortezza, che alberga nella trecentesca fortezza del Paese. Per assaggiare il meglio dell’Orcia Doc, invece, i suggerimenti sono Podere Forte, la cantina biodinamica creata da Pasquale Forte a Castiglione d’Orcia, o la Tenuta Sanoner a Bagno Vignoni, e da non perdere una visita all’azienda Capitoni a Pienza.

Solo alcuni, ovviamente, dei tanti suggerimenti possibili tra eccellenze vinicole, artistiche, e paesaggistiche, indicate in un articolo che, insieme alla Val d’Orcia, nel mondo, seleziona destinazioni come la San Luis Obispo Coast, in California, la Grand Valley, in Colorado, la Corsica, in Francia, la Southern Coast in Uruguay, Cape Town in Sudafrica, Melbourne, in Australia, la Regione della Styria, in Austria, il “Triangolo dello Cherry”, tra Jerez de la Frontera, Sanlúcar de Barrameda ed El Puerto de Santa María, in Spagna, ed Hong Kong, una della grandi capitali mondiali del mercato del vino.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




parz nuvoloso Montalcino
Temperatura ore 6: 10°
Precipitazioni (mm): 0

dati a cura di 3BMeteo

17 gennaio 2018

L’impatto dell’anidride solforosa sulla qualità dei vini

L’impatto della anidride solforosa sulla qualità dei vini è molto più profondo di quello che si pensava fino ad oggi e può portare ad una “enologia di precisione”. Lo rivelano i risultati di una ricerca condotta da un team di

17 gennaio 2018

Elezioni politiche del 4 marzo, come votare dall’estero

Come stabilito dalle modifiche alla disciplina del voto nella circoscrizione Estero per le elezioni politiche e per i referendum (legge 2015), gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo

17 gennaio 2018

Osticcio, scatta il divieto di transito per caduta alberi

Pericolo di caduta alberi a Montalcino. Il forte vento di questi giorni ha creato una situazione di allerta in un terreno adiacente a Via Osticcio. La segnalazione è partita dall’Ufficio Tecnico comunale, che ha poi effettuato un sopralluogo sul posto

16 gennaio 2018

Galleria La Linea di Montalcino a Setup Artfair a Bologna

Buone notizie in arrivo per la Galleria La Linea di Montalcino che comunica la propria partecipazione all’edizione 2018 di Setup Artfair a Bologna nella nuova prestigiosa sede di Palazzo Pallavicini dal 1° febbraio al 4 febbraio 2018, presentando un Solo

15 gennaio 2018

Italiano dell’anno, 3° posto al vincitore del premio Casato Prime Donne

Per il secondo anno di fila italiani.coop, lo strumento di ricerca e analisi della Coop nato per raccontare i cambiamenti che contraddistinguono la vita quotidiana degli italiani, ha promosso un sondaggio, in collaborazione con Ansa e realizzato da Nomisma, dove

15 gennaio 2018

Divieto di transito in Via del Mistero per lavori di scarico

In Via del Mistero, a Montalcino, un’impresa edile sta effettuando dei lavori in un cantiere a causa dello smantellamento di un pezzo di muro di contenimento, e ha la necessità di effettuare lo scarico di materiale pesante con l’ausilio di

29 gennaio 2018

“Pettegola” limited edition da Banfi

Quando l’arte incontra il vino cosa può nascere di interessante? Una “Pettegola” limited edition, ad esempio. Lunedì 29 gennaio alle ore 11 al Castello di Poggio alle Mura, Banfi presenterà la nuova bottiglia per l’anno 2018 in edizione limitata e

20 gennaio 2018

Pinci per tutti i gusti nella Ruga

In attesa dell’inaugurazione della nuova sede non si fermano gli eventi nel Quartiere Ruga. Una buona occasione per farsi un’appetitosa scorpacciata è la cena in programma per sabato 20 gennaio alle ore 20 quando tornerà con la decima edizione la

20 gennaio 2018

Cena in sede del Borghetto

Sabato 20 gennaio, alle ore 20.15, il Borghetto organizza una cena in sede offerta dalla Società Panfilo dell’Oca e dal Quartiere a tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione della scorsa edizione della Sagra del Tordo. Confermare la presenza: