La Val d’Orcia tra le mete di Wine Enthusiast

La Val d’Orcia nei luoghi da visitare di Wine EnthusiastÈ la Val d’Orcia patrimonio Unesco, culla di grandi vini come il Brunello di Montalcino, e di realtà emergenti come la Doc Orcia, mix straordinario di storia, paesaggi incontaminati, arte ed enogastronomia, la meta italiana selezionata tra i “Top 10 Wine Getaways of 2018” dalla rivista Usa “Wine Enthusiast”. Una Val d’Orcia che, spiega la italian editor Kerin O’Keefe, “sembra uscire da un dipinto del Rinascimento. Punteggiata di fattorie, cipressi, oliveti e vigneti, le colline gentili ed i campi rappresentano la quintessenza del paesaggio Italiano. Il territorio è la casa del Brunello di Montalcino, uno dei vini italiani più celebrati, così come dell’Orcia Doc, uno dei segreti meglio custoditi del Belpaese. E insieme ai grandi vini e agli scenari fantastici, le pittoresche cittadine di Castiglione d’Orcia, Montalcino, Pienza, Radicofani, San Quirico d’Orcia, gemme artistiche e culturali, fanno di questa destinazione un paradiso per i wine lovers”.

“Primavera, estate ed inizio autunno sono il periodo migliore dell’anno per godere di attività all’area aperta e di wine tour”, spiega la rivista, in un territorio davvero ricco di storia e che, oltre alla denominazioni citate, vale la pena ricordare, sfiora Montepulciano ed il suo Vino Nobile, e come sottolinea la O’Keefe, è a pochi chilometri da Siena, una delle capitali del Chianti Classico. Tanti i luoghi dedicati al wine & food che potrebbero essere segnalati. Quelli scelti da Wine Enthusiast, sul fronte della ristorazione, sono l’Osteria Perillà a Rocca d’Orcia (ristorante fresco di prima stella Michelin, ndr), per una cucina di alto livello fatta di ingredienti local, La Bottega di Cacio nel borgo di Bagno Vignoni e, ancora, a Montalcino, la Vineria le Potazzine e La Taverna Banfi, ristorante di Castello Banfi.

Strettamente legati al vino anche i consigli per l’alloggio, perchè se primeggia nelle segnalazioni l’Adler Thermae Wellness & Spa Resort, la struttura di più alto livello del territorio, per soggiorni tra le vigne il magazine segnala, a Montalcino il Castello di Velona Resort e Borgo Canalicchio di Sopra Wine Relais, e a Castiglione d’Orcia gli appartamenti della tenuta Poggio al Vento. Tra una degustazione e l’altra, imperdibili le visite a Pienza, una delle poche “città ideali” del Rinascimento davvero realizzate, grazie al progetto urbanistico di Bernardo Rossellino per Papa Pio II, nel Quattrocento, perla urbana a metà strada tra Montalcino e Montepulciano, le tante possibilità di passeggiate a piedi o in biciclette sulle tante strade bianche del territorio, anche attraverso la Via Francigena, o una visita alle Termali di Bagni San Filippo. Senza dimenticare l’abbazia di Sant’Antimo, di epoca Carolingia, a Montalcino.
Ed ancora, tornando al vino, centinaia le possibilità per chi vuole degustare i vini del territorio. Dalla Tenuta Greppo di Biondi Santi, “dove si può imparare qualcosa di più sulla famiglia che ha inventato il Brunello di Montalcino”, scrive “Wine Enthusiast”, a Castello Banfi, dalla cantina Ciacci Piccolomini d’Arogona al Casato Prime Donne di Donatella Cinelli Colombini, o le “boutique wineries” come Baricci, Colombaio, Montosoli, “situate tutte sulle pendici della celebrata collina di Montosoli”, o Le Chiuse. Sempre a Montalcino, da non perdere secondo il magazine una visita all’Enoteca Osticcio e all’Enoteca La Fortezza, che alberga nella trecentesca fortezza del Paese. Per assaggiare il meglio dell’Orcia Doc, invece, i suggerimenti sono Podere Forte, la cantina biodinamica creata da Pasquale Forte a Castiglione d’Orcia, o la Tenuta Sanoner a Bagno Vignoni, e da non perdere una visita all’azienda Capitoni a Pienza.

Solo alcuni, ovviamente, dei tanti suggerimenti possibili tra eccellenze vinicole, artistiche, e paesaggistiche, indicate in un articolo che, insieme alla Val d’Orcia, nel mondo, seleziona destinazioni come la San Luis Obispo Coast, in California, la Grand Valley, in Colorado, la Corsica, in Francia, la Southern Coast in Uruguay, Cape Town in Sudafrica, Melbourne, in Australia, la Regione della Styria, in Austria, il “Triangolo dello Cherry”, tra Jerez de la Frontera, Sanlúcar de Barrameda ed El Puerto de Santa María, in Spagna, ed Hong Kong, una della grandi capitali mondiali del mercato del vino.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

15 ottobre 2018

Il bando per gestire iniziative relative ai gemellaggi di Montalcino

Sono aperti i termini per la presentazione delle proposte di soggetti appartenenti al Terzo Settore interessati ad organizzare iniziative relative ai due gemellaggi del Comune di Montalcino, quelli con i Comuni di Hautvillers e Purbach. Le proposte dovranno pervenire entro

15 ottobre 2018

Altro tentato furto al bancomat di Castelnuovo dell’Abate

A poco più di un anno di distanza, quando il bancomat di Castelnuovo dell’Abate fu preso letteralmente a picconate, il borgo a due passi da Sant’Antimo deve fare i conti con un altro tentato furto. È successo nella notte tra

15 ottobre 2018

Fuga di gas bloccata dai Vigili a Torrenieri

Venerdì scorso i Vigili del Fuoco del Comando di Siena sono intervenuti a Torrenieri, a seguito di una perdita di gas da un deposito di GPL dovuta ad una errata manovra di un mezzo meccanico che, mentre stava eseguendo alcuni

14 ottobre 2018

Olimpiadi Giovanili, Fabrizzi eliminato nel mixed team

News dall’Argentina dove Federico Fabrizzi, il sedicenne di San Quirico tesserato per gli Arcieri Montalcino, sta partecipando, unico in maglia azzurra, alle Olimpiadi Giovanili. Nella prima giornata del tiro con l’arco sulle settantadue frecce di ranking round, Fabrizzi ha concluso

13 ottobre 2018

Si rinchiude in camera e tenta di bucarsi, la madre chiama i carabinieri

Aveva paura, perché il sesto senso delle madri, soprattutto nei confronti dei figli, sbaglia poche volte. E allora la signora non ci ha pensato due volte a chiamare i Carabinieri di Montalcino quando ha visto il suo ragazzo rinchiudersi in

12 ottobre 2018

Il miglior assaggio di vino per Massobrio e Gatto è un Brunello

Nel supplemento “Liberi Tutti” in edicola questa mattina sul Corriere della Sera, si parla del libro “Vino. Assaggi memorabili di quel giorno e di quell’ora”, scritto da Paolo Massobrio e Marco Gatti (Cairo Editore). Nell’articolo di Luciano Ferraro si parla

23 ottobre 2018

Visitare Montisi con l’Auser

Auser Montalcino il 23 ottobre organizza l’edizione n. 6 di “Conoscenza del territorio”. In programma la visita a Montisi con le seguenti tappe: Grancia con teatro, Contrada della Torre, Chiesa di Santa Flora e Lucila, Chiesa del Santissimo Sacramento e

21 ottobre 2018

“Colori di note” agli Astrusi

Le foto (inedite) della vita di Montalcino, dai paesaggi ai tramonti, dai cortei agli arcieri nei loro Campi di Tiro, accompagnate da tre musicisti e da un coro di bambini. Tutto questo è “Colori di note”, l’ultimo evento prima della

20 ottobre 2018

Borse di studio “Franceschelli”

Premiare gli studenti più meritevoli e ricordare una persona tanto cara a Montalcino. È questo il senso dell’iniziativa della Confraternita del Santuario della Madonna del Soccorso, che per il 13° anno di fila ha stanziato tre borse di studio (di