Ciao Pino, grazie di tutto. Non ti dimenticheremo

Pino SanfilippoLa città questa mattina si è svegliata più vuota. E soprattutto più sola. Giuseppe Sanfilippo, “Pino” per tutti, ci ha lasciato. Difficile, anche per noi che facciamo questo mestiere, riuscire a trovare le parole. Faremo parlare il cuore, quel posto in cui Pino era entrato, sorridente e leggero come solo lui sapeva fare, in tutti quelli, ed erano veramente tanti, che lo conoscevano e gli hanno voluto bene.

Sanfilippo, prima di tutto, era un gran signore. Un uomo elegante, spontaneo e dalla grande cultura. Il suo amore per Montalcino è stato concreto, reale ma soprattutto sincero. Sempre disponibile con tutti, Pino aveva un grande pregio: riusciva a coniugare quelle buone maniere di una volta, oggi sempre più rare, con una visione e un’apertura mentale sempre al passo con i tempi. E questo grazie ai suoi numerosi interessi e ad una intelligenza sopraffina, di cui non si è mai fatto vanto. Perché a Pino piaceva fare gruppo, scherzare, affrontare la vita per quello che è: una meravigliosa avventura che va goduta fino in fondo.

Una lunga carriera con incarichi importanti in Mps, socialista (partecipò anche attivamente alla vita politica della città) e una grande passione per la fotografia e i video, Sanfilippo aveva sviluppato un talento poliedrico. Il suo telefono era un continuo squillare, Montalcino si affidava a lui per immortalare ogni momento speciale della vita del paese. E questo perché Pino riusciva a far parlare la sua anima in ogni foto e filmato che con cura certosina provvedeva a realizzare. Stare con lui era una festa: gli piaceva il bello, la sua semplicità sposava gusti di classe. Sempre elegante e distinto, con quelle scarpe brillanti e una collezione di sciarpe invidiabile. Pino amava le bollicine, adorava Parigi, città che visitava spesso ma che, quando si trattava di scegliere il ristorante…beh, lì esisteva solo l’Italia, “perché la pasta è la pasta”.

Pino è sempre stato con la Montalcinonews, sin dal primo giorno di vita della redazione, ormai sette anni fa. Noi, e ci sentiamo di parlare anche per i colleghi che ci hanno preceduto, eravamo i “suoi ragazzi”. Lui avanti con la telecamera, noi dietro con il microfono, o il “gelato” come lo chiamava, quasi a cercare la sua protezione. Perché con Pino ci sentivamo sempre al sicuro. Fare interviste può essere complicato se non sei nella giornata giusta. Ecco, bastava suonare il campanello di casa sua, vederlo uscire con la sua immancabile sigaretta “fina”, e il buonumore tornava in un baleno. Ci mancheranno la sua professionalità e le sue battute. Ci mancherà il suo rispetto per Montalcino, così forte ma allo stesso tempo silenzioso. Ci mancheranno le sue osservazioni che andavano sempre dritte al punto ma con una delicatezza che non perdeva mai l’equilibrio. Non vedremo più le sue mail che arrivavano prima di quanto stabilito perché Pino era fatto così: un meticoloso con un grande rispetto per il lavoro altrui.

Domani pomeriggio, alle ore 15.30, si terranno le esequie alla Madonna del Santissimo Soccorso. Pino mancherà a tutti. Ma continuerà ad essere qui, perché le sue fotografie e i suoi video parlano di lui e parlano di noi. Grazie Pino, noi vogliamo ricordarti così, con questo bell’omaggio alla città prodotto con le tue stesse mani:  https://www.youtube.com/watch?v=GSiyGKIZrMI

2 pensieri su “Ciao Pino, grazie di tutto. Non ti dimenticheremo

  1. Ciao amico mio,
    abbiamo condiviso un periodo lavorativo abbastanza lungo. Prima quando eri, come me, “uno” dell”Ufficio del Personale, e dopo quando, meritatamente, passasti a dirigerlo.
    Ma, a differenza di altri, sei sempre rimasto lo stesso Pino. E questo io l’ho apprezzato tantissimo.
    Lavorare con te è stato divertente, anche quando mi facesti tornare dalle ferie in Sardegna!
    Però anche quella volta mi dimostrasti quanto veramente eri un “Signore”, mettendomi a disposizione aereo e macchina con autista. Senza parlare di quel che successe un poì più tardi.
    Ho avuto il piacere di salutarti un mesetto fa a Siena, sempre con il tuo sorriso, sempre cordiale e gentile, parlammo un po’ e mi presentasti tua moglie, alla quale mando un simbolico ma forte abbraccio.
    Purtroppo oggi non posso venire a salutarti, ma ti assicuro che sarò vicino a te con il pensiero.
    Ieri sera quando ho appreso la tremenda notizia non ci volevo credere e ho subito avvisato i colleghi e gli amici più vicini che avevamo in comune.
    Hai lasciato in lacrime tante persone che, come me, ti stimavano tanto.
    Ma da ieri, qualsiasi posto che ti abbia accolto, sarà sicuramente più allegro e te sorriderai sotto il tuo baffetto sornione.
    Ciao amico mio, un abbraccio immenso.
    Massimo :-(

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

12 dicembre 2018

Il Brunello di Montalcino re della tavola a Eataly Boston

La cucina italiana riceve consensi in tutto il mondo. E se l’abbinamento è con il Brunello di Montalcino il successo è assicurato. A Eataly Boston (Usa) è andato in scena un evento che ha visto la collaborazione di Eataly e

12 dicembre 2018

International Wine Report, brilla il Brunello di Montalcino nella top 100

Nella “Top 100” dei vini del 2018 firmata dall’International Wine Report al primo posto troviamo il californiano Tor Cabernet Sauvignon Beckstoffer To Kalon 2016 ma a brillare particolarmente è il Brunello di Montalcino presente ben 5 volte (17 le etichette

11 dicembre 2018

Dal Comune 15.000 euro alle Misericordie del territorio

Il Comune di Montalcino ha concesso il coinvolgimento indiretto alle Misericordie di Montalcino e Torrenieri, stanziando un contributo di 15.000 euro (10.000 euro alla Venerabile Confraternita di Misericordia di Montalcino e 5.000 euro alla Venerabile Confraternita di Misericordia di Torrenieri).

11 dicembre 2018

Dati Ismea: crollo vini comuni, tra le Dop guida il Brunello

Il Brunello di Montalcino si conferma al vertice dei vini pregiati italiani, con un aumento del prezzo del +3,3% rispetto al 2017, mentre le quotazioni dei vini comuni registrano un calo sia dei bianchi (-21,1%) che dei rossi e dei

11 dicembre 2018

“Wine-Lister”, sul podio della Top 10 il Brunello de Il Marroneto

Il mercato dei fine wine cresce, nel mondo, e di conseguenza gli operatori che forniscono servizi specializzati per collezionisti e professionisti del vino investono sempre di più e allargano i propri orizzonti. È il caso del portale “Wine-Lister”, che grazie

11 dicembre 2018

Argiano festeggia a Firenze i venti anni del Solengo

Stasera, alla Trattoria Da Burde a Firenze, si svolgerà l’evento di celebrazione del ventesimo anniversario della nascita del Solengo, il “Supertuscan” della cantina Argiano concepito dalle mani sapienti di Giacomo Tachis. Nell’occasione saranno assaggiate alcune tra le migliori annate alla

22 dicembre 2018

“Lumen de Lumine” a Sant’Antimo

L’Arcidiocesi di Siena, Colle val d’Elsa e Montalcino, insieme alla comunità di Sant’Antimo, nell’attesa del Natale, sabato 22 dicembre alle ore 21 presso l’Abbazia, propone “Lumen de Lumine”, una riflessione sul tema della luce che anticiperà la liturgia in Nocte

16 dicembre 2018

Pranzo di Natale nella Ruga

Non mancano le iniziative natalizie nemmeno nel Quartiere Ruga. Domenica 16 dicembre, alle ore 13, è in programma il pranzo degli auguri in sede. Prenotazioni, entro il 14 dicembre, presso “Il Filo di Fumo” (da Guido).

15 dicembre 2018

Pupo legge Pinocchio

Sabato 15 dicembre terzo appuntamento della stagione teatrale di Montalcino. Al Teatro degli Astrusi arriva Enzo Ghinazzi (in arte Pupo), che prima incontrerà con Manfredi Rutelli il pubblico parlando di teatro nell’iniziativa ”Calici d’artista” (ore 18, bar del teatro, ingresso