Il Travaglio in festa! Le voci dei protagonisti

La gioia del Quartiere TravaglioChe festa! Cori, fazzoletti verso il cielo e un’euforia contagiosa. Il Travaglio attendeva con ansia questo nuovo trionfo e adesso è giunto il momento di assaporare ogni singolo momento fino in fondo. E le voci dei protagonisti, raccolte un attimo dopo la fine del Torneo, traboccavano di emozioni e batticuore. “Una gara straordinaria e durissima - ha detto Andrea Ricci, capitano degli arcieri del Quartiere Travaglio - perché ieri (sabato ndr) fino ai 35 metri avevamo espresso un ottimo livello di tiro, poi alla prima difficoltà ci siamo inceppati, andando in bambola e perdendo le nostre certezze. Ci siamo fatti attanagliare dall’ansia e dalla paura tirando le ultime dieci frecce non ai nostri livelli. Un po’ di strascichi una Provaccia del genere te li lascia. Ma abbiamo cercato di prendere il buono, di ripartire da lì e di metterci il cuore e gli attributi perché noi li abbiamo. Amedeo e Andrea hanno fatto, pur nelle loro difficoltà e incertezze, una gara da campioni. Sono orgogliosissimo della loro prestazione. Cosa ho detto ad Andrea dopo gli errori del sabato? Che lui è un grande arciere plurivittorioso e che sa tirare bene con l’arco come ha dimostrato nel corso degli anni a questo campo di tiro e a quello del Quartiere. Doveva semplicemente crederci fino alla fine. Ha superato le difficoltà, le paure e i limiti: è stato un grande, gli dico grazie”.

Amedeo Cencioni ha messo a segno la sua personale serie completa ma, da grande arciere quale è, guarda già al futuro e a migliorarsi sempre. “Tutte le volte sembra sempre più difficoltoso - spiega l’arciere del Travaglio - questa si può dire che è la vittoria del cuore e della volontà perché la fatica è stata veramente enorme, non l’ho mai provata così. La soddisfazione è tanta, basta girarsi e vedere il Quartiere… Mi auguro di viverle altre di giornate così, ma intanto lo Straordinario si è portato a casa. Gli errori della gara? Ormai è un’abitudine perché con il cambiamento della sagoma è molto facile vedere questi scenari. Il “cinghialino” ha una sagoma molto piccola e porta a fare errori e a ribaltare il risultato. Rimane molto difficile arrivare in fondo partendo primi e chiudendo in testa. Da parte mia come numero di frecce nel cinghiale è stata la gara perfetta ma a livello di emozioni c’è da lavorare ancora. La distanza da 41 metri? Sempre meglio di quella da 45…Il tempo per festeggiare è poco, ad agosto si riparte, spero di esserci di nuovo. Di buono c’è che essendo vicino ormai l’emozione c’è già stata e speriamo di arrivare più preparati”. Difficile da descrivere anche la gioia dell’altro arciere giallorosso Andrea Manduca dopo la perdita di brillanteza, al momento del tiro, del giorno precedente. “Da grandi difficoltà nascono grandi soddisfazioni perché questa è stata una gara sofferta. Ci siamo stati fino in fondo. Amedeo ha tutta la mia stima e il mio affetto, come arciere è il più forte di tutti, c’è poco da fare. Ha fatto una prestazione alla sua altezza che è quella dei maestri. I miei quattro errori della Provaccia sono pesati tanto e ieri (sabato ndr) è stata una serata difficile ma che è servita perché oggi ce l’abbiamo fatta. Adesso qualche giorno di riposo e poi ritorniamo a tirare con tutto il gruppo dei ragazzi. Ci vediamo ad agosto!”.

Tra il colorato fiume di gente a festeggiare c’era anche il banditore, Gilberto Machetti, che durante il Torneo è stato applaudito e accolto con un boato. Una figura amata da tutti anche se il suo cuore è giallorosso. Questo significa quanto sia popolare e impeccabile nel ricoprire il proprio ruolo durante i giorni del Torneo. Ma quando ha vinto il Travaglio ha posato il microfono e si è messo a correre. “E sono arrivato primo! Penso che sia la prima volta che mi sono commosso, davvero. Come si fa a mantenere la “voce neutrale” in gare simili? No, quello non è difficile. Non sono un tipo che si fa prendere dall’emozione, gli altri lo sanno. Poi alla fine, al momento dell’ufficialità, si parte”. “Santa Margherita bramava ormai da anni per questa vittoria - è il commento a caldo della presidente Nicoletta Nafi - siamo onorati di aver vinto in uno di quei momenti più identificativi per Montalcino e i Quartieri. Ho vissuto gli ultimi momenti con agitazione perché non era facile vedere le frecce. All’ultima distanza ho chiuso gli occhi e li ho aperti solo in fondo. Adesso si festeggia, ad agosto si riparte e i tempi sono più stretti, ma la vittoria rimane nel cuore”.

Guarda il video!

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

21 gennaio 2019

Brunelli e Pacenti al Forum nazionale vitivinicolo 2019

Migliorare la viticoltura italiana attraverso la ricerca, puntando sulle nuove tecnologie di “genome editing”. Questo il tema al centro del Forum nazionale vitivinicolo 2019, organizzato il 23 gennaio all’Auditorium di Sant’Apollonia a Firenze da Cia-Agricoltori Italiani, per la prima volta

21 gennaio 2019

Il contributo del Comune di Montalcino alla Brunello Crossing

Il Comune di Montalcino ha concesso all’associazione sportiva dilettantistica Montalcino Trail, organizzatrice della Brunello Crossing (9-10 febbraio), il patrocinio dell’evento, un contributo di 5.000 euro, l’utilizzo gratuito dei locali della palestra e del Teatro degli Astrusi e il suolo pubblico

21 gennaio 2019

Montalcino, neve in arrivo: domani scuole chiuse

Arriva la neve. Si sapeva da giorni, ormai guardare le previsioni meteo nel telefonino è molto più di un hobby, ma soprattutto ci sono i bollettini ufficiali. E la Regione Toscana indica criticità di colore “giallo” per oggi ma si

21 gennaio 2019

La cerimonia di commemorazione per Giuseppe Savastano ed Euro Tarsili

Oggi ricorre il trentasettesimo anniversario del sacrificio dei Carabinieri Giuseppe Savastano ed Euro Tarsilli, decorati di Croce al Valor Militare, caduti il 21 gennaio 1982 per mano terrorista. Nell’occasione, presso la Chiesa dei Santi Giusto e Donato di Monteroni d’Arbia

21 gennaio 2019

Il Montalcino sogna, il Torrenieri conferma il 2° posto

Il “sogno playoff” è sempre più concreto. Con un rotondo 3-0 il Montalcino, decimato dagli infortuni (out Pecchi, Signorini, Gugliotta e Salvestroni, recuperati in extremis Di Marco e Bandini), asfalta il Dicomano e sale al settimo posto, a -2 dagli

18 gennaio 2019

Sangiovese Purosangue, a Roma 15 cantine di Montalcino

Questo weekend (19 e 20 gennaio) torna al Radisson Blu Hotel a Roma Sangiovese Purosangue, l’evento interamente dedicato a uno dei vitigni italiani di riferimento, promosso dall’Associazione EnoClub Siena, con oltre 60 aziende ai banchi di assaggio (di cui 15

14 febbraio 2019 08:00

San Valentino in Val d’Orcia

Una cena a lume di candela, un brindisi a base di bollicine in camera, vini, profumi, leggende e wellness: tutto quello che serve per rendere un San Valentino indimenticabile nella proposta di Donatella Cinelli Colombini, che per la festa degli

9 febbraio 2019

Una notte all’opera

In attesa del debutto, il 19 gennaio al Teatro degli Astrusi con lo spettacolo “Saranno famosi”, è già in calendario il secondo evento di “Solo Belcanto d’inverno”, che si terrà il 9 febbraio agli Astrusi Off (ore 21.15) e vedrà

26 gennaio 2019

“La Divina” è pop agli Astrusi

Nuovo appuntamento al Teatro degli Astrusi di Montalcino. Sabato 26 gennaio, ore 21.15, andrà in scena “La Divina”, di Alessandro Fullin (anche regista e attore). Nel cast, Tiziana Catalano, Sergio Cavallaro, Simone Faraon, Paolo Mazzini, Mario Contenti, Ivan Fornaro. Coreografie