Fabrizzi si gioca un sogno alle Olimpiadi Giovanili

Federico FabrizziMentre scriviamo questo articolo la home page del sito della Federazione Italiana di Tiro con l’Arco si apre con la notizia di Federico Fabrizzi e della sua prossima avventura a Buones Aires, Argentina. Il motivo della trasferta è da stropicciarsi gli occhi: Fabrizzi rappresenterà la Nazionale italiana ai Giochi Olimpici Giovanili. Ci sarà solo lui ad indossare la maglia azzurra e a inseguire un sogno bellissimo ma meritato: grazie alla prestazione ai Mondiali giovanili del 2017 a Rosario, la città di Leo Messi (si vede che l’Argentina è nel destino del nostro arciere) e alle ultime brillanti prestazioni, il ragazzo si è conquistato la fiducia di tutti e adesso può andare a caccia, con la testa sgombra e il braccio sciolto, di quella fantastica esperienza a cinque cerchi. Fabrizzi sarà seguito dal tecnico della Nazionale Gianni Falzoni e parteciperà sia alla gara individuale che a quella mixed team dove, dopo le frecce di qualifica, sarà abbinato ad un’arciera di un’altra nazionalità (così prevede il regolamento) per provare a conquistare una medaglia.

Perché questo giovane talento di San Quirico, 16 anni, tesserato per gli Arcieri Montalcino dove è cresciuto sotto la sapiente guida di Gino Antonio Focacci, quando tira le frecce, beh, non si accontenta. Ci saranno i migliori del mondo in Argentina a sfidarsi e quindi conquistare una medaglia sarà un’impresa. Ma attenzione a Federico, perché lui c’è sempre e non molla mai. E per inseguire i suoi sogni, da qualche settimana, ha lasciato San Quirico e Montalcino e si è trasferito a Cantalupa in Piemonte per allenarsi al Centro Federale. “Sono molto contento - ha detto Fabrizzi alla Montalcinonews mentre stava attendendo il treno a Roma - penso che sarà una bella esperienza. Dietro ci sono impegni e sacrifici, la concorrenza che troverò è notevole. Corea, Cina, Taipei, Giappone, Turchia e Belgio hanno arcieri forti. Voglio solo pensare a divertirmi, mi sono allenato tanto per arrivare qui pronto: fino a due settimane fa a Montalcino adesso in Piemonte dove sono felice di essermi trasferito. Sento Gino spesso (Focacci ndr) e spero di fare bene, inizio le Olinpiadi il 12 ottobre con le qualificazioni”. Già, questa mattina, prima della partenza per Roma, Focacci, presidente degli Arcieri Montalcino, ha fatto colazione con il ragazzo e gli avrà dato gli ultimi consigli prima della trasferta. Anche se, da quello che ci dice, Fabrizzi è già molto maturo nonostante sia giovanissimo. “Se capita una giornata che tira bene - spiega Focacci - Federico non lo batte nessuno. L’ho preso tre anni fa e durante gli allenamenti e le gare ha bruciato tutte le tappe. Adesso si gioca le Olimpiadi, il torneo più importante, è al top. Con lui ho utilizzato tutti i criteri di preparazione per gli atleti che mi hanno insegnato al Coni nel corso per tecnico di quarto livello europeo. E ne è valsa la pena”.

Ovviamente la soddisfazione è grande anche a San Quirico. Il padre di Federico ha sempre spinto il suo ragazzo incoraggiandolo in ogni momento. Lo abbiamo contattato ed era veramente emozionato. Che peccato che nessuna tv trasmetterà la gara di Buenos Aires! “Sono contentissimo - esordisce Simone Fabrizzi - lui cominciò a giocare a calcio ma poi decise di cambiare. Io l’unica cosa che gli dissi era di continuare a fare sport. Gli piaceva il tiro con l’arco, aveva già tirato durante la festa del Barbarossa e allora un giorno pronunciò queste parole: ‘io voglio tirare con l’arco tutti i giorni e non una volta all’anno!’. Quindi siamo andati a Montalcino dove è cresciuto e si è sempre trovato bene. Adesso Federico si è trasferito a Cantalupa, è un posto piccolo ma è coccolato da tutti, già si trova bene. A scuola va a Pinerolo, a pochi chilometri da dove si allena. Se mi è dispiaciuto? No, questi treni passano una volta, ha fatto bene a prenderlo. Adesso farà l’Olimpiade a Buenos Aires, ci sono tanti ragazzi fortissimi, in alcune parti dell’Asia il tiro con l’arco è uno sport considerato come il calcio da noi. Ma l’unica cosa importante è che si diverta”. Che poi è anche quello che ha detto Federico. Noi ci uniamo al coro e facciamo un grande in bocca il lupo a questo atleta che porterà il nome di Montalcino, San Quirico e dell’Italia intera ai Giochi Olimpici Giovanili a Buenos Aires. Forza Fede!

Un pensiero su “Fabrizzi si gioca un sogno alle Olimpiadi Giovanili

  1. Pingback: Fabrizzi debutta a Buenos Aires, diretta streaming su Olympic Channel | Montalcino News

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

14 giugno 2019

Attacchi da lupo, stanziati 700 mila euro per i danni agli animali allevati

Ammonta a 700 mila euro il contributo per risarcire le perdite di produzione dovuti ad attacchi da lupo agli animali allevati. Sono centinaia le aziende zootecniche toscane interessate. Allevamenti che hanno già denunciato e richiesto il risarcimento per la morte

14 giugno 2019

Il Giro d’Italia Under 23 arriva a Montalcino: ecco dove passerà

Lo spettacolo del ciclismo torna sulle strade di Montalcino. Lunedì 17 giugno fra le ore 11.50 e le ore 12.30, il Giro d’Italia Under 23 passerà per Montalcino. I ciclisti, in arrivo da Buonconvento, passeranno nei pressi di Porta Cerbaia,

13 giugno 2019

Al via le iscrizioni per il camposcuola di protezione civile

Sono aperte le iscrizioni per il camposcuola di protezione civile organizzato dalla Misericordia di Torrenieri. L’iniziativa, rivolta a ragazzi e ragazze dai 10 ai 16 anni, si svolgerà dal 1° al 6 luglio. Le domande di iscrizione devono essere presentate

12 giugno 2019

Il 16 giugno arrivano le Spider d’epoca a Montalcino

Il 16 giugno arrivano a Montalcino circa 25 auto Spider d’epoca, che partecipano ad un raduno organizzato da “HR Tours”. Quel giorno, dalle ore 11.30 alle ore 13, le Spider sono autorizzate ad utilizzare il parcheggio di Via Aldo Moro

12 giugno 2019

Possibili sensi unici alternati a Torrenieri

Da domani 13 giugno e fino al termine dei lavori (comunque non oltre il 30 giugno) potrebbe essere istituito un senso unico alternato con la presenza di impianto semaforico o con l’attivazione di movieri a Torrenieri, in una parte di

12 giugno 2019

Il 23 giugno a Montisi passa la granfondo “Toscanaccia”

Il Comune di Montalcino ha concesso il patrocinio alla Toscanaccia Gran Fondo Cicloturistica, manifestazione sportiva non competitiva, con biciclette da strada, valevole per il circuito cicloturistico Terre d’Etruria 2019. La gara prevede tre percorsi che si sviluppano all’interno dei territori

17 giugno 2019

Corso per defibrillatore a Torrenieri

Il 17 giugno la Misericordia di Torrenieri organizza un corso (con certificazione) per l’utilizzo del defibrillatore. L’evento, gratuito e aperto a tutta la popolazione, si terrà dalle ore 18.30 alle ore 23.30 nella sede della Misericordia, in Viale Bindo Crocchi.

17 giugno 2019

Assemblea ordinaria nel Pianello

Il 17 giugno (ore 21.15) assemblea ordinaria nel Quartiere Pianello. All’ordine del giorno i resoconti di San Patrick e della Festa Contadina, l’organizzazione della Festa del Patrono e varie ed eventuali.

16 giugno 2019

Raduno nazionale veicoli storici

Il 16 giugno i Beverendi in 4×4 organizzano il “Memorial Patrizio Angelini”, primo raduno nazionale dei veicoli storici (si accettano auto e fuoristrada con anno di costruzione non oltre il 1994) con il ricavato che sarà destinato al progetto di