La “Vintage Chart” 2019 di Wine Enthusiast

La Vintage Chart 2019 di Wine EnthusiastI grandi vini, a loro modo, sono come i titoli di borsa: se le quotazioni azionarie si possono dividere tra “buy or sell”, le grandi bottiglie si possono dividere in “drink or hold”. Ma il nettare di Bacco, prima di tutto, nasce per essere bevuto, e anche le annate più importanti, quelle valutate meglio, evolvono, e vivono un loro picco di qualità entro le quali è bene stappare le bottiglie e gustarle al loro top.

A fornire una “bussola” per orientarsi nel panorama mondiale, sempre più “largo”, geograficamente, e sempre più “lungo”, temporalmente, c’è, tra le altre, la “Vintage Chart” compilata ogni anno da “Wine Enthusiast” (la cui italian editor è Kerin O’Keefe, ndr), che ripercorre, in estrema sintesi, le valutazioni delle ultime 25 annate di produzione delle regioni vitivinicole più importanti del mondo. Secondo cui, per esempio, guardando ai grandi vini italiani, le annate che sono in questo momento al loro picco qualitativo, e quindi da bere, sono la 1998 per il Barolo, la 1996 e la 2004 per il Barbaresco, la 1997 per l’Amarone della Valpolicella, o ancora la 1997 per il Brunello di Montalcino, la 2001 per Bolgheri, o la 1999 per il Chianti Classico, per fare degli esempi, stando sui rossi più importanti del Belpaese.

Una classificazione delle annate che, però, negli anni, si è estesa anche ad altri territorio e ai vini bianchi più importanti d’Italia, protagonisti di una riscossa anche sul fronte dell’invecchiamento. E così, dal Veneto, secondo “Wine Enthusiast” è l’ora di stappare le annate 2009 e 2010 di Soave Classico e Lugana, al loro massimo qualitativo in questo momento, così come la 2012 del Verdicchio, alfiere bianchista del vino delle Marche, o ancora la stessa annata dei bianchi del Collio, dal Friuli Venezia Giulia.

Ma tra le curiosità, guardando alle valutazioni delle annate che, chiaramente, vanno prese come un’indicazione di massima, dal momento che ogni vino è espressione sicuramente dell’andamento climatico, ma anche del lavoro in vigna, in cantina, emerge che, per esempio, tra i grandi rossi d’Italia, dal 1993 ad oggi, il territorio che ha avuto il maggior numeri di grandi annate, ovvero quelle valutate almeno 90/100, la denominazione top è il Chianti Classico, con 22, seguito a pari merito dal terzetto formato dal Brunello di Montalcino, da Bolgheri e dall’Aglianico del Vulture, con 19. Meglio di Barbaresco, con 18 annate sopra i 90/100, a Barolo, con 17, e all’Amarone della Valpolicella, con 16.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

19 marzo 2019

Contributi per le famiglie con figli minori disabili

Le famiglie con figli minori disabili possono ricevere dei contributi. Il Comune di Montalcino, preso atto dell’art. 5 della L.R.73/2018 che istituisce per il triennio 2019-2021 un contributo finanziario annuale a favore delle famiglie con figli minori disabili che vivono

19 marzo 2019

Il ministro Centinaio incontra il Consorzio del Brunello

Oggi ultimo giorno di ProWein, una delle principali fiere enoiche internazionali che si svolge a Düsseldorf, Germania. Presente tutto il mondo del vino “che conta”, con l’Italia protagonista assoluta visto che il Belpaese è leader del settore sul mercato tedesco.

18 marzo 2019

Calcio, brutto pari per il Montalcino. Torrenieri ko nel derby

Era una partita da vincere a tutti i costi ma così non è stato. Il Montalcino pareggia 1-1 in casa contro l’Arno Castiglioni Laterina e getta al vento una grande opportunità per avvicinarsi ulteriormente alle posizioni di vertice. Gli aretini,

15 marzo 2019

Le degustazioni di Brunello a ProWein 2019

Un momento di incontro e confronto tra i vini ed i mercati del mondo, con l’Italia al centro, anche per capire se il 2019 vedrà l’export enoico del Belpaese tornare a correre come in passato, dopo un 2018 non brillantissimo,

15 marzo 2019

Due Brunello in cima alla lista dei winelovers di Vivino

Il giudizio dei wine lover, in quella democrazia diretta che è il web, ha stilato la classifica dei vini preferiti dagli enoappassionati di tutto il mondo, o almeno dei 35 milioni di utenti di Vivino (di cui quasi 3 milioni

15 marzo 2019

Lavori al Palazzo Comunale, il 18 marzo chiude Via Matteotti

L’ufficio tecnico comunale ha richiesto la chiusura di Via Matteotti per il 18 marzo a partire dalle ore 10 per poter effettuare i lavori in sicurezza nel tetto del Palazzo Comunale storico. Di conseguenza, la Polizia Municipale emetterà ordinanza con

29 marzo 2019

Vernissage de “L’odore del rosso#2”

Il 29 marzo (ore 18), a Ocra Montalcino, si terrà un incontro/vernissage con gli artisti e i performers della mostra “L’odore del rosso#2”, primo appuntamento del 2019 di Officina Creativa dell’Abitare. Per l’occasione si terranno due performance ideate da Franco

24 marzo 2019

Festa del Marzuolo

San Giovanni d’Asso dedica il week end del 23 e 24 marzo alla festa del “Tartufo Marzuolo delle Crete Senesi”, arrivata quest’anno all’edizione n°17. Molti gli appuntamenti organizzati dalla Proloco di San Giovanni d’Asso e dall’Associazione Tartufai Senesi (in collaborazione

24 marzo 2019

Colazione di San Giuseppe

Il 24 marzo il Quartiere Travaglio organizza la Colazione di San Giuseppe al Vignolo (ore 11). Prenotazioni presso la bacheca della società giallorossa.