Ecco i vini italiani più cercati dai wine-lovers

Degli scaffali ricolmi di bottiglie pregiateVere e proprie perle enoiche, tanto rare quanto amate, non per tutti, ma tanto popolari da far parte, ormai, dell’immaginario comune dei wine lovers di tutto il mondo: sono i “Most Popular” ed i “Most Expensive” tra i grandi vini italiani secondo “Wine Searcher”, che il sito Winenews.it rilancia in Italia, messi in fila dalle ricerche e dagli acquisti online di milioni di utenti. Tra i più popolari, svetta il Sassicaia di Tenuta San Guido, forte anche dei premi della critica italiana ed internazionale degli ultimi mesi (dal n. 1 della “Top 100” di “Wine Spectator” per l’annata 2015, ai 100/100 per la 2016 assegnato da “The Wine Advocate”, la cui corrispondente dell’Italia è Monica Larner), seguito dal Tignanello dei Marchesi Antinori, primo vino rosso moderno assemblato con varietà non tradizionali, come Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc, e dall’Ornellaia, altro grande protagonista del mercato del lusso. Ai piedi del podio il Masseto, che ha da poco inaugurato la sua nuova casa, seguito dal Solaia dei Marchesi Antinori, quindi il Barolo Riserva Monfortino di Giacomo Conterno, giusto davanti al Brunello Case Basse di Gianfranco Soldera, da qualche anno diventato Toscana Igt, senza perdere nulla del proprio fascino. A chiudere la Top 10, un’altra icona delle Langhe come il Barolo di Bartolo Mascarello, Le Pergole Torte di Montevertine ed un simbolo dell’Italia enoica come il Barbaresco di Gaja. Tra le etichette più care, invece, in vetta c’è il Barolo Riserva Monfortino di Giacomo Conterno, che nelle centinaia di enoteche online messe insieme da “Wine Searcher”, si trova ad un prezzo medio di 1.053 euro a bottiglia, il Masseto a 667 euro ed il Brunello di Montalcino Case Basse di Gianfranco Soldera a 625 euro. Subito dietro ai primi tre, la storia del Sangiovese Grosso, il Brunello di Montalcino Biondi Santi - Tenuta il Greppo, a 499 euro a bottiglia, davanti al Colore di Bib Graetz (414 euro) ed al Barolo Etichetta d’Artista di Bartolo Mascarello (396 euro). Tra i grandi classici, in Italia come all’estero, il Vin Santo di Montepulciano Occhio di Pernice di Avignonesi, che spunta un prezzo medio di 389 euro a bottiglia, proprio come il Barolo Rocche di Castiglione Falletto di Bruno Giacosa. A chiudere la classifica dei dieci vini più costosi del Belpaese, il Sorì San Lorenzo (384 euro) ed il Sorì Tildin (363 euro), entrambi di Gaja.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

26 maggio 2020

Prevenzione rischio sismico, dalla Regione oltre 1 milione per interventi

Ammontano a 1.072.000 euro le risorse che la Regione Toscana ha attivato per il 2020 con il Dops, il Documento operativo per la prevenzione del rischio sismico. Il Documento prevede stanziamenti a favore di interventi per ridurre il rischio sismico

25 maggio 2020

Il consiglio comunale in videoconferenza: come seguirlo

Giovedì 28 maggio, alle ore 18, si terrà il consiglio comunale di Montalcino. La seduta sarà in videoconferenza e i temi affrontati di grande importanza. Per i cittadini sarà possibile seguirlo da remoto collegandosi dal proprio dispositivo (pc, tablet, smartphone…)

25 maggio 2020

Montalcino e Torrenieri, campionato ufficialmente finito

Cinque giorni fa è arrivata l’ufficialità: stop definitivo al calcio dilettantistico. Si chiude qui di conseguenza la stagione sportiva 2019/2020 del Montalcino e del Torrenieri, in attesa di sapere i criteri che definiranno promozioni e retrocessioni. La Lnd ha formulato

22 maggio 2020

Caccia, la stagione si riaprirà il 20 settembre

Su proposta dell’assessore regionale all’agricoltura Marco Remaschi, la Giunta regionale ha approvato nella sua ultima seduta il calendario venatorio, con le regole che riguardano la stagione di caccia 2020-21. Sarà possibile cacciare dal 20 settembre 2020 fino al 31 gennaio 2021, ma

20 maggio 2020

Un gruppo di esperti per la Bottega Solidale di Torrenieri

La Bottega Solidale di Torrenieri, dalla sua inaugurazione lo scorso 14 aprile, sta fondendo un preziosissimo aiuto ai più bisognosi grazie agli enti coinvolti, dalla Misericordia di Torrenieri all’Arcidiocesi di Siena, Colle di Val d’Elsa e Montalcino, fino alle parrocchie

20 maggio 2020

Domani riapre il centro raccolta rifiuti in località Osticcio

Domani riapre il centro raccolta di rifiuti urbani ed assimilati differenziati in località Pineta-Osticcio a Montalcino, chiuso a seguito di un’ordinanza regionale del 6 aprile scorso. I giorni e gli orari di apertura saranno gli stessi previsti prima dell’emergenza Covid-19,

17 maggio 2020

Festa del Treno

L’edizione n. 11 di “Prossima stazione… Torrenieri” si farà, anche se virtuale. Il 17 maggio verrà pubblicato sul sito e sulla pagina Facebook della Proloco di Torrenieri un filmato con i momenti salienti delle edizioni passate e alle ore 11.30

16 maggio 2020

Conversazioni su Montalcino e Brunello

Ovviamente ancora è presto per tornare ad assistere ad eventi e presentazioni. Ma il web ci aiuta ad essere informati e ad assistere, a distanza, a qualche bella iniziativa. In attesa che tutto torni alla normalità. Sabato 16 maggio alle

8 maggio 2020

La festa dell’8 maggio

Non ci sarà la musica, la partecipazione e il clima di festa di sempre, perché l’emergenza sanitaria non lo permette, ma i cittadini di Montalcino potranno celebrare comunque il giorno a loro più caro, la Festa della Madonna del Soccorso. Domani