I cipressini della Valdorcia e i “pedoni selvaggi”

I cipressini sono una delle attrazioni più famose di San Quirico e della Valdorcia (fonte foto: www.parcodellavaldorcia.com)Sono i cipressini più fotografati del mondo, uno dei simboli più immediati, suggestivi e spettacolari di una terra unica, la Valdorcia. E che onore che tutti vogliono vederli, fotografarli e immortalare un ricordo da portare a casa ma… fermiamo quei turisti prima che succeda qualcosa di grave! Ovviamente, ed è il caso di specificare, parliamo di coloro che forse pensano di essere in una strada pedonale e non su un’arteria dove le automobili procedono a una certa andatura. Nonostante la pioggia e il maltempo di questi giorni, i visitatori (e per fortuna) non sono mancati dalle nostre parti. Però, anche per loro, servono delle regole, o almeno servirebbe rispettarle. Nel weekend pasquale, ma temiamo anche nei prossimi giorni, sulla Cassia si è rivisto uno “spettacolo” già noto: macchine in doppia fila, le due piazzole di sosta gremite, gente che attraversava la strada con passo lento (sulla Cassia!) per dirigersi ad ammirare la corona di cipressi nel comune di San Quirico, una cartolina universale del paesaggio toscano. No, così non va. E se i cittadini sono preoccupati, gli automobilisti lo sono di più. Occorrono maggiori controlli e sarebbe meglio iniziare da ora (era meglio prima in realtà visto che non si tratta di un’abitudine inedita) con la stagione turistica agli albori. Perché quando arriverà il sole e l’estate, e quindi il turismo “di massa”, il fenomeno, da qualcuno già ribattezzato del “pedone selvaggio”, è destinato a crescere. Quasi un anno fa il sindaco di San Quirico d’Orcia Valeria Agnelli chiese maggiori controlli che il Comune non poteva garantire perché non di sua competenza: “Una situazione difficile da tempo fra l’altro la strada adesso è dell’Anas”. Ma nel frattempo a quanto pare sembra sia cambiato poco o nulla. E allora che dire adesso? Occhi aperti, controlli frequenti e, perché no, multe indimenticabili: chissà se in questo modo cambierà qualcosa…

2 pensieri su “I cipressini della Valdorcia e i “pedoni selvaggi”

  1. Beh altrove per valorizzare questi luoghi e permettere la fruizione di simili gioielli organizzano opportunamente gli spazi destinati alla sosta delle, per fortuna!, numerose presenze. Dunque direi un discreto investimento in una ulteriore corsia x lato di qlc centinaio di metri e, perché no, delle gimcane con aiuole x rallentare il traffico sulla Cassia prima e dopo il sito + passaggi pedonali protetti, non vi sembra un buon progetto?

  2. Pingback: Parcheggi selvaggi, foto a bordo strada: e le sanzioni? | Montalcino News

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

23 ottobre 2020

Riprese cinematografiche a Sant’Angelo in Colle

Tornano ad accendersi le telecamere nel territorio di Montalcino. Il 27 ottobre a Sant’Angelo in Colle verranno effettuate delle riprese cinematografiche per la promozione di un motociclo di un importante marchio motociclistico. Ancora “top secret” i dettagli, sappiamo però da

23 ottobre 2020

Biblioteca comunale, torna attivo il prestito di libri

Da ieri è tornato attivo il prestito librario della biblioteca comunale di Montalcino. Per entrare servirà la mascherina, i minori dovranno essere accompagnati da un adulto e si potrà accedere tramite l’ingresso che si affaccia su piazza Cavour (dotato di

22 ottobre 2020

Lamberto Frescobaldi rappresentante toscano di Confagricoltura

Lamberto Frescobaldi, alla guida dell’omonima azienda vitivinicola proprietaria a Montalcino di CastelGiocondo e Tenuta Luce della Vite e consigliere dell’Accademia dei Georgofili, è stato eletto rappresentante toscano nella giunta nazionale di Confagricoltura, dove è stato confermato il presidente Massimiliano Giansanti.

21 ottobre 2020

Covid, arrivano fondi per i comuni. A Montalcino 41.500 euro

Arrivano fondi per i comuni italiani. La Conferenza Stato-Città ha sbloccato risorse aggiuntive per gli enti locali che sono stati colpiti più di altri dall’emergenza Covid. Si tratta in totale di circa 400 milioni stanziati per coprire le spese aggiuntive sostenute

21 ottobre 2020

Tenuta Luce, conclusa la vendemmia. Il commento di Lamberto Frescobaldi

Si è appena conclusa la vendemmia a Tenuta Luce, azienda di Brunello di proprietà di Frescobaldi. Una raccolta di grande qualità, spiega il proprietario Lamberto Frescobaldi. “L’inverno è stato prevalentemente secco e mite portando un precoce ma omogeneo germogliamento a

19 ottobre 2020

“Hop Hope”, un cammino rosa per la prevenzione

Ottobre, mese della prevenzione del tumore al seno. E ieri per celebrare la ricorrenza il gruppo “Hop Hope”, ha organizzato una passeggiata (con ritrovo a Montalcino e San Quirico d’Orcia) “Alla scoperta dei calanchi della Val d’Orcia”. Buona la partecipazione,

19 ottobre 2020

Al via i corsi di danza

Il 19 ottobre iniziano i corsi di danza classica e, novità di quest’anno, moderna della scuola di danza di Montalcino “Danza nel Mondo”, che ha spostato momentaneamente la sede dai locali comunali vicino alla sala convegni a una delle sale

18 ottobre 2020

“Inchiostro 2020”: Poggio Civitella

Domenica 18 ottobre (ore 16) quarto e ultimo appuntamento del ciclo di conferenze “Inchiostro 2020”. Sarà la volta del professor Luigi Donati dell’Università di Firenze, che ha diretto la campagna di scavo di Poggio Civitella, il sito etrusco più rilevante della

17 ottobre 2020

In ricordo di don Guido Franceschelli

Saranno assegnate sabato 17 ottobre, alle ore 11.30, le borse di studio in ricordo di don Guido Franceschelli, un sacerdote molto amato a Montalcino anche per aver dedicato la vita a generazioni di giovani che negli anni sono cresciuti all’oratorio