Caldo, in 100 al Pronto Soccorso a Siena: i consigli

Bere molta acqua è importante quando le temperature salgonoCaldo record, facciamo attenzione. Questa mattina, e fino alle ore 14, circa 100 persone si sono rivolte al reparto di emergenza del policlinico Santa Maria alle Scotte, soprattutto per problematiche legate a scompensi cardiaci, disidratazione e traumi. E nei prossimi giorni le temperature non sembrano abbiano intenzione di abbassarsi. Anche a Montalcino. “È importante rivolgersi al pronto soccorso solo in caso di reale necessità - spiega Roberto Gusinu, direttore sanitario - per evitare sovraffollamenti e attese più lunghe che abbiamo già registrato dal weekend. Le temperature, già elevate di questi giorni, continueranno a salire sino ad arrivare, presumibilmente, a 40 gradi soprattutto nei giorni in cui Siena si prepara al Palio e, verosimilmente, aumenteranno gli afflussi di persone in città. Anche per questo, è importante ricordare alcuni consigli utili per evitare malori dovuti al caldo e un utilizzo improprio del pronto soccorso per problematiche evitabili con alcuni semplici accorgimenti”.

In caso di colpo di calore i sintomi più diffusi sono nausea, vomito, debolezza muscolare, affaticamento, mal di testa, urine ridotte, sete intensa, mucose asciutte, pelle fredda, spossatezza, irritabilità e, nei casi più gravi, abbassamento della pressione, polso accelerato, febbre, convulsioni, perdita di coscienza. Ci sono dei consigli che possono rivelarsi preziosi. “È fondamentale evitare la disidratazione e ridurre i rischi nelle persone più fragili - spiega il professor Marcello Pastorelli, responsabile della Medicina d’Urgenza - tra cui neonati, bambini, anziani, persone non autosufficienti o convalescenti con problemi di salute e che assumono farmaci. Il caldo può far degenerare situazioni legate a problematiche respiratorie e cardio-vascolari, quali lo scompenso cardiaco, soprattutto se non si beve acqua sufficientemente. È necessario inoltre - aggiunge Pastorelli - non uscire né fare sport nelle ore più calde del giorno e mantenere il corpo a temperatura costante, evitando anche gli sbalzi dovuti all’utilizzo dei condizionatori. Bisogna sempre proteggere la testa con un cappello leggero e la pelle con crema solare e indumenti freschi, indossare occhiali da sole, bere molta acqua e mangiare frutta e verdura. Se si decide di utilizzare l’auto rimasta esposta al sole per lungo periodo è necessario arearla bene prima di mettersi in movimento”.

Se gli anziani sono molto sensibili al grande caldo, particolari accorgimenti devono essere utilizzati anche nei confronti di bambini. “È importante tenere i bimbi all’ombra nelle ore più calde, offrire spesso al bambino acqua da bere - spiega il professor Mario Messina, direttore Dipartimento Materno-Infantile - allattare i neonati più frequentemente, scegliere un’alimentazione ricca di frutta e verdura, con alto contenuto di liquidi e di sali minerali, controllare la temperatura corporea dei lattanti e dei bambini piccoli, rinfrescare il loro corpo con una doccia tiepida e, quando possibile, aprire il pannolino, mantenere freschi i locali dove soggiorna il bambino e non esporre mai al sole diretto i piccoli sotto i sei mesi di vita. Al mare, in montagna e anche al parco, dove bisogna andare o in prima mattina o nel tardo pomeriggio, è necessario applicare la crema solare ad alta protezione e proteggere testa, labbra e orecchie del bambino”.

Importante è anche quello che mettiamo nel piatto anche perché il forte caldo può far deteriorare più velocemente alcuni cibi. “È necessario cuocere bene i cibi di origine animale ed evitare di lasciare cibi deperibili, soprattutto latte, latticini, carne, pesce, fuori dal frigorifero - spiega la dottoressa Barbara Paolini, medico dietologo della UOSA Dietetica e Nutrizione Clinica - lavare accuratamente frutta e verdure che vengono consumate crude, non esagerare con condimenti troppo ricchi, evitare le fritture, preferire cotture semplice e non elaborate. Mantenere una buona idratazione bevendo acqua fresca e non fredda o tisane rinfrescanti non dolcificate, prediligere frullati, centrifugati e gelati a base di frutta. È inoltre importante lavare le mani frequentemente e incoraggiare i bambini a fare altrettanto, seguire le norme di igiene domestica nella manipolazione, conservazione e preparazione dei cibi”.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

22 luglio 2019

Acquedotto del Fiora, lavori di manutenzione in Via Donnoli

Il 25 luglio, dalle ore 8.30 alle ore 15, i tecnici di Acquedotto del Fiora effettueranno un intervento di manutenzione programmata sulla rete di distribuzione in Via Donnoli, a Montalcino, finalizzato all’allacciamento di nuove utenze, determinando la temporanea sospensione dell’erogazione

22 luglio 2019

Tiemme, il 24 luglio sciopero nazionale di 4 ore

Le organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil e Faisa-Cisal hanno programmato per mercoledì 24 luglio uno sciopero nazionale di 4 ore sulle problematiche riguardanti il settore dei trasporti che interesserà anche le sedi aziendali di Tiemme Spa di

19 luglio 2019

Ufficio stampa del Comune, c’è un “vincitore” provvisorio

Erano cinque, sono rimasti in quattro. Dei partecipanti al bando per l’ufficio stampa del Comune di Montalcino, Intrepido Servizi non ha presentato nei termini il soccorso istruttorio (richiesto dal Rup Barbara Riccarelli per integrare o correggere la domanda), a differenza

18 luglio 2019

Torneo di Apertura delle Cacce: ecco le date

Montalcino e i suoi Quartieri si preparano per l’edizione n.57 del Torneo di Apertura delle Cacce. Si parte venerdì 9 agosto quando (ore 19) si svelerà nel Loggiato del Palazzo Comunale Storico l’Opera che andrà al vincitore. Sabato 10 il

17 luglio 2019

Torna il concorso di pittura “Montisi En Plein Air”

Sull’onda del grande successo riscosso negli ultimi anni, anche nel 2019 torna in concomitanza con l’edizione n. 49 della Giostra di Simone il concorso amatoriale di pittura estemporanea “Montisi En Plein Air”. La manifestazione ha lo scopo di richiamare nel

17 luglio 2019

Il programma completo della Giostra di Simone

Montisi è pronta a vivere i giorni più sentiti dell’anno. Dal 27 luglio sarà un susseguirsi di mostre di pittura e ceramica, spettacoli medioevali, teatro e musica danza, che culmineranno il 4 agosto con il corteo storico, la gara fra

2 agosto 2019

Calici di Stelle a Montalcino

Dal 2 al 11 agosto torna anche in Toscana Calici di Stelle, con le cantine socie del Movimento Turismo del Vino Toscana si vestiranno a festa organizzando degustazioni sotto le stelle. Spettacoli, concerti, momenti di osservazione delle stelle guidati da

27 luglio 2019 16:30

La Ruga festeggia San Salvatore

Due giorni per festeggiare San Salvatore, il Santo protettore della Ruga. Il 27 luglio gara di tiro con l’arco al campo di tiro “Don Remo Rossi” (ore 16.30). A seguire merenda con “The Gusti Bus”. Il 28 luglio Santa Messa

27 luglio 2019 09:00

Festa del Beato Giovanni Colombini

I Colombini della Fattoria dei Barbi, celebri produttori di Brunello, sono la più antica famiglia documentata a Montalcino: nel 1352 Tommaso costruì il Castello di Poggio alle Mura e dopo pochi anni il Beato Giovanni predicò nella chiesa di S. Agostino. Per ricordare sei secoli