Ungulati e predatori, nel 2019 situazione in peggioramento

Dopo il 2017, annus horribilis per l’agricoltura senese a causa della forte presenza di ungulati che ha causato danni per oltre 1,5 milioni di euro alle aziende del territorio, il 2018 aveva segnato un miglioramento. Ma nel 2019 la situazione è nuovamente peggiorata. “Quest’anno, in seguito all’ordinanza di sospensione della braccata al cinghiale fino al 17 settembre, data in cui ci sarà l’udienza di merito, pronunciata dal Tar della Toscana, in seguito al ricorso di alcune associazioni ambientaliste, ci aspettiamo un nuovo aumento dei danni alle produzioni agricole - spiega Coldiretti Siena - senza contare che numerose aziende non possono effettuare richiesta dei danni perché non in possesso dei requisiti richiesti dal Praf che risultano essere stringenti ed inadeguati alle mutate condizioni delle imprese agricole”.

Mentre per il cinghiale gli strumenti a disposizione hanno portato a qualche risultato positivo, la nuova emergenza sembra essere il capriolo, animale in forte aumento e sottoposto ad un regime di protezione esasperato che sta mettendo a rischio produzioni agricole di pregio. Per quanto concerne la “questione” predatori, in Toscana vi è la presenza di oltre 750 esemplari di lupo ai quali si devono aggiungere un numero imprecisato di ibridi e randagi.

Per capire l’emergenza che le aziende zootecniche stanno subendo basti pensare che nel triennio 2014/2016 sono state presentate 1.348 domande per un ammontare di 2,5 milioni di euro, per il 2017 590 domande per un ammontare di 460.000 euro di danni diretti ed oltre 1,5 milioni di euro di danni indiretti.

“Per il 2018, essendo la presentazione delle domande scaduta il 31 marzo 2019, stiamo calcolando il totale delle richieste di risarcimento, ma siamo sicuri che sono numeri destinati a salire, in virtù del fatto che le nostre aziende stanno subendo attacchi quotidiani - commenta ancora Coldiretti Siena - Da non dimenticare, in ultimo, che troppe aziende rinunciano a denunciare gli attacchi, non credendo più in un sistema di risarcimento troppo lento ed inadeguato alle reali perdite aziendali. Ci troviamo di fronte ad una vera emergenza, troppo spesso sottovalutata, in cui l’agricoltura sta pagando un prezzo troppo alto sia in termini economici che occupazionali”.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

22 luglio 2019

Acquedotto del Fiora, lavori di manutenzione in Via Donnoli

Il 25 luglio, dalle ore 8.30 alle ore 15, i tecnici di Acquedotto del Fiora effettueranno un intervento di manutenzione programmata sulla rete di distribuzione in Via Donnoli, a Montalcino, finalizzato all’allacciamento di nuove utenze, determinando la temporanea sospensione dell’erogazione

22 luglio 2019

Tiemme, il 24 luglio sciopero nazionale di 4 ore

Le organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil e Faisa-Cisal hanno programmato per mercoledì 24 luglio uno sciopero nazionale di 4 ore sulle problematiche riguardanti il settore dei trasporti che interesserà anche le sedi aziendali di Tiemme Spa di

19 luglio 2019

Ufficio stampa del Comune, c’è un “vincitore” provvisorio

Erano cinque, sono rimasti in quattro. Dei partecipanti al bando per l’ufficio stampa del Comune di Montalcino, Intrepido Servizi non ha presentato nei termini il soccorso istruttorio (richiesto dal Rup Barbara Riccarelli per integrare o correggere la domanda), a differenza

18 luglio 2019

Torneo di Apertura delle Cacce: ecco le date

Montalcino e i suoi Quartieri si preparano per l’edizione n.57 del Torneo di Apertura delle Cacce. Si parte venerdì 9 agosto quando (ore 19) si svelerà nel Loggiato del Palazzo Comunale Storico l’Opera che andrà al vincitore. Sabato 10 il

17 luglio 2019

Torna il concorso di pittura “Montisi En Plein Air”

Sull’onda del grande successo riscosso negli ultimi anni, anche nel 2019 torna in concomitanza con l’edizione n. 49 della Giostra di Simone il concorso amatoriale di pittura estemporanea “Montisi En Plein Air”. La manifestazione ha lo scopo di richiamare nel

17 luglio 2019

Il programma completo della Giostra di Simone

Montisi è pronta a vivere i giorni più sentiti dell’anno. Dal 27 luglio sarà un susseguirsi di mostre di pittura e ceramica, spettacoli medioevali, teatro e musica danza, che culmineranno il 4 agosto con il corteo storico, la gara fra

2 agosto 2019

Calici di Stelle a Montalcino

Dal 2 al 11 agosto torna anche in Toscana Calici di Stelle, con le cantine socie del Movimento Turismo del Vino Toscana si vestiranno a festa organizzando degustazioni sotto le stelle. Spettacoli, concerti, momenti di osservazione delle stelle guidati da

27 luglio 2019 16:30

La Ruga festeggia San Salvatore

Due giorni per festeggiare San Salvatore, il Santo protettore della Ruga. Il 27 luglio gara di tiro con l’arco al campo di tiro “Don Remo Rossi” (ore 16.30). A seguire merenda con “The Gusti Bus”. Il 28 luglio Santa Messa

27 luglio 2019 09:00

Festa del Beato Giovanni Colombini

I Colombini della Fattoria dei Barbi, celebri produttori di Brunello, sono la più antica famiglia documentata a Montalcino: nel 1352 Tommaso costruì il Castello di Poggio alle Mura e dopo pochi anni il Beato Giovanni predicò nella chiesa di S. Agostino. Per ricordare sei secoli