Montalcino, un paese che invecchia e i giovani…

Una splendida veduta aerea di MontalcinoMontalcino, una popolazione che invecchia e numericamente in calo. All’1 gennaio 2018 erano 5919 le persone residenti nel territorio, un numero sceso, al 31 dicembre dello stesso anno, a 5.843. Il saldo è negativo e ciò a causa delle minori nascite (45) rispetto ai decessi (90), ma anche alla gente che se ne va da Montalcino, quasi 200 in un anno, e che non viene “sostituita” dagli arrivi che non toccano quota 170. Oltre il 27% della popolazione è over 65, il 47% ha tra i 30 e i 64 anni ma cinquantenni e quarantenni sono di gran lunga di più dei trentenni. Gli under 30 non arrivano al 25%. Stupisce, ma forse non troppo, la composizione dei nuclei familiari: quasi il 40% delle persone nel territorio di Montalcino vivono da sole, il 28,7% delle famiglie hanno solo due componenti. La popolazione è prevalentemente femminile, accanto a 3.005 femmine ci sono 2.838 maschi. Le donne vivono di più, nella fascia dagli 80 agli 84 anni, ma soprattutto dopo gli 85 anni, sono quasi il doppio degli uomini.

Analizzando i numeri, sul tema dell’invecchiamento della popolazione c’è da dire che Montalcuno è in buona compagnia, in Toscana e non solo. In Italia i figli si fanno sempre meno e l’età anagrafica automaticamente sale. Una riflessione più approfondita la meriterebbe il fatto che Montalcino è un posto dove, per un motivo o per l’altro, i giovani se ne vanno: e questo è l’aspetto che dovrebbe accendere, perlomeno, un campanello d’allarme motivando a trovare soluzioni per arrestare questo fenomeno. Perché meno giovani vuol dire meno futuro. Meno giovani significa un rallentamento in quanto a innovazioni e buone idee, un ricambio generazionale necessario per le sfide del domani.

Ovviamente ci sono dei fattori da tenere in conto: come le case sfitte ma con affitti alti, tendenza che sposta le persone a vivere altrove. Un problema, quello degli affitti, che riguarda anche i fondi commerciali soprattutto nel centro storico. C’è chi fa sempre più fatica. Per un giovane andare a vivere a San Quirico, ad esempio, costa meno. Così come per le famiglie. Nonostante sia un posto ricco, il nostro territorio non offre grandissime possibilità lavorative, se si esclude quelle legate al mondo del vino.

Altra questione che porta alcuni ad andarsene sono i servizi. Qui è difficile, volendo, fare i pendolari. Non esiste, per ovvi motivi, una stazione ferroviaria e anche i collegamenti via bus sono pochi. E poi le attrazioni, le comodità, tutte cose che servono nella vita di tutti i giorni: da un supermercato ben fornito con parcheggio, a un cinema, una piscina, i negozi di telefonia e informatica. Se ci fossero magari qualche abitante in più lo avremmo. “La popolazione invecchia - sottolinea il consigliere di opposizione Duilio Landi - e non riusciamo più a tenere qui i nostri giovani. Le aziende assumono sempre meno, si va avanti con le cooperative… I ragazzi spariscono e non tornano più. Sarò monotono ma non ci sono locali e impianti sportivi, siamo rimasti pochi. Chi ha una certa qualifica va via, anche le nostre tradizioni sono a rischio”.

2 pensieri su “Montalcino, un paese che invecchia e i giovani…

  1. Intanto iniziamo a “tassare” le case vuote … così il comune potrebbe avere anche maggiori risorse per creare servizi……

    • Se a Montalcino si parlasse di politica, non è certo, ma forse qualche soluzione si potrebbe trovare. Parlando del nulla cosa mai si può trovare?

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

4 agosto 2020

Civitella Paganico, brucia il bosco: fiamme visibili da Montalcino

Un maxi incendio boschivo si è scatenato questa mattina in località Tenuta di Bagnolo, nel Comune di Civitella Paganico, a non molti chilometri di distanza da Montalcino. Le fiamme si sono sviluppate poco dopo le 12 rapidamente sospinte dal vento.

4 agosto 2020

Il libro sulla storia della Chiesa della Madonna delle Nevi

Un volume dedicato alla Chiesa della Madonna delle Nevi. Lo ha realizzato Giacomo Massoni e sarà presentato domani 5 agosto a Montisi (ore 12,15, Chiesa della Madonna delle Nevi). Si tratta del decimo numero della collana “Ad Loca Mariana” edita

31 luglio 2020

Fondi Covid, nuovi infissi per la scuola media di Montalcino

Nuovi infissi con apertura a vasistas (verso l’interno) per la scuola media di Montalcino, per garantire buona illuminazione e allo stesso tempo il ricambio d’aria. Il costo, di 17.610 euro più Iva, è in gran parte coperto dai contributi statali

29 luglio 2020

Bindocci vicepresidente dell’Unione Provinciale Agricoltori di Siena

Fabrizio Bindocci, presidente del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, è stato eletto vicepresidente dell’Unione Provinciale Agricoltori di Siena insieme a Filippo Cresti. La massima carica sarà invece ricoperta da Nicola Ciuffi, imprenditore agricolo e allevatore della valdichiana senese, che

24 luglio 2020

Potatura e abbattimento alberi a Montisi e Castelnuovo dell’Abate

Potatura di sette lecci e quattro tigli e abbattimento di un cedro secco a Montisi, abbattimento di due grossi pini e sette tigli in Via delle Scuole a Castelnuovo dell’Abate: sono le operazioni di cui se ne occuperà una ditta

24 luglio 2020

Sei Toscana: “Serve intervento statale sulla Tari per aiutare le attività”

“Aiutiamo le attività commerciali e produttive dei nostri territori che sono state chiuse forzatamente per il lockdown, il Governo impegni risorse per farsi carico di una quota parte del pagamento della Tari”: è l’appello lanciato dal presidente di Sei Toscana,

10 agosto 2020

Argiano e Calici di Stelle

Degustare i pregiati vini di Montalcino nella notte di San Lorenzo, affacciati su una delle piazze più belle del mondo. Succederà il 10 agosto a Siena, in Piazza del Campo, dove Siena Experience Italian Hub in collaborazione con Cuoconté di

8 agosto 2020

Calici di Stelle alla Fattoria dei Barbi

L’8 agosto la Fattoria dei Barbi festeggia “Calidi di Stelle” con una “Notte Bianca sotto le Stelle” all’insegna di una suggestiva cena incantata monocolore (dal dress code al menù, tutto rigorosamente bianco), candele e atmosfera, musica di sottofondo, calici di

5 agosto 2020

Montisi festeggia il patrono

Montisi celebra il patrono, la Madonna delle Nevi. Mercoledì 5 agosto il corteo storico onorerà il patrono del paese alla presenza del vescovo e, alle 12.15, appuntamento alla Chiesa della Madonna delle Nevi per la presentazione del numero 10 della