Avis Montalcino tra auguri, premi e riflessioni

Ettorre Riccucci premiato per le sue 50 donazioniSabato scorso si è tenuta la tradizionale cena degli auguri dell’Avis di Montalcino. Una serata di buona cucina, allegria e premiazioni ma anche di riflessioni. Presente anche Viro Pacconi, il presidente provinciale di Avis. Consegnate le due “medaglie d’oro” per le 50 donazioni a Ettore Riccucci ed Elvia Rabazzi. Premiato anche l’assessore comunale Christian Bovini che ha toccato il traguardo delle dieci donazioni. Lunedì poi l’Avis ha offerto gadget e merenda a tutti gli alunni della scuola elementare dopo i tradizionali canti della scuola a Sant’Egidio. La piazza si è riempita ed è stata anche una buona occasione per ricordare quanto è importante il gesto della donazione di sangue per le persone che sono in difficoltà. Quest’anno i donatori dell’Avis di Montalcino hanno effettuato 247 donazioni in tutto, tra Montalcino e i centri Usl convenzionati di Siena, Nottola e Castel del Piano. Numeri in linea con quelli dello scorso anno e che possono essere incrementati nelle prossime settimane che ci separano dal 2020. Venerdì 20 e 27 dicembre altre due sedute sono in programma… Perché non provare? 

Di seguito pubblichiamo i due interventi pronunciati durante la cena da parte del presidente della sezione Avis di Montalcino Barbara Pii. Crediamo siano utili per capire la situazione attuale e per riflettere su alcuni punti che in futuro dovranno necessariamente essere affrontati e magari risolti. Perché non deve esserci il rischio, ora e in seguito, di non poter più donare a Montalcino.

Elvia Rabazzi premiata per la sua cinquantesima donazione

“La nostra associazione è ben radicata sul nostro territorio, tant’è vero che nel 2022 festeggeremo i cinquant’anni dalla nascita dell’Avis Comunale di Montalcino che fu costituita da un piccolo gruppo di persone, e devo sottolineare che si trattava di belle persone. Sì perché i donatori di sangue sono proprio belle persone perché donano il proprio sangue in maniera anonima, non remunerata e consapevole. Sono belle persone anche se non possono donare ma mettono a disposizione il loro tempo per l’associazione e quindi per sensibilizzare alla donazione di sangue. Sono bellissime persone se sono donatori giovani o volontari giovani, perché non è facile nella società di oggi trovare giovani disposti a gesti del genere e ciò non è un problema solo della nostra realtà ma generalizzato in tutta Italia (la paura dell’ago, tatuaggi e piercing o frequenti viaggi all’estero che mettono “in quarantena” la donazione di sangue). Questa è una questione che ci deve far riflettere per trovare presto soluzioni, questione affrontata spesso negli incontri a livello provinciale. Io posso riportare la mia esperienza: sono entrata in Avis come donatrice di sangue a 18 anni, non perché fossi meglio di altri o più lungimirante, ma solo perché tutta la mia famiglia era già donatrice di sangue quindi per me è stato un gesto naturale e spontaneo. Quindi, cari amici donatori, il compito è anche nostro/vostro: trasmettere i valori della donazione ai nostri familiari e amici. Questa, credo sia una delle soluzioni possibili….”.

“L’altra riflessione riguarda invece la constatazione del fatto che avere una Unità di Raccolta Sangue, ovvero un luogo che giuridicamente è a gestione dell’associazione (come lo è la nostra Unità di Raccolta sangue all’interno del Presidio Ospedaliero di Montalcino), non è una ricchezza, non è un plus valore come si potrebbe immaginare, ma un logoramento delle energie stesse dell’associazione che invece avrebbe altre mission, una tra tutte, la sensibilizzazione alla donazione di sangue. Avere una UdR a gestione interamente privata, come è considerata l’Avis per l’Usl, significa occuparsi di apparati medici, di standardizzazioni, di procedure di qualità europee, burocrazia, responsabilità giudiziaria, tutto a scapito di altri obiettivi di competenza di una associazione di volontari che nella maggior parte dei casi fanno tutt’altro di mestiere. Noi dirigenza stiamo resistendo con le unghie e con i denti per non perdere la possibilità di donare a Montalcino, ovvero a chilometri di distanza dagli altri punti di prelievo dell’area, come Nottola, Castel del Piano o Siena”.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

22 gennaio 2020

Al via il ciclo di conferenze “Il difficile mestiere del genitore”

“Il difficile mestiere del genitore”. Si intitola così il ciclo di conferenze rivolto ai genitori ma anche a tutta la cittadinanza di Montalcino, Torrenieri e San Quirico d’Orcia, i tre paesi che ospiteranno quest’iniziativa firmata dalla cooperativa sociale senese “Camaleonde”

22 gennaio 2020

Appello dell’Asd Montalcino: “la squadra tiri fuori il carattere”

“Condividiamo quanto scritto dalla Montalcinonews”. La società Asd Montalcino appoggia in pieno l’articolo pubblicato ieri pomeriggio sulla situazione della squadra di calcio locale, che stenta in Promozione nonostante gli sforzi economici del presidente Losappio e le tante “stelle” arrivate al

21 gennaio 2020

Lavori in via Panfilo dell’Oca: i divieti alla circolazione

A causa dei lavori di sistemazione dell’impetrato in via Panfilo dell’Oca, nel centro storico di Montalcino, da lunedì 27 gennaio, e fino al termine dei lavori (non oltre il 12 aprile), sarà vietato il transito alle autovetture, ciclomotori e motocicli.

21 gennaio 2020

La cerimonia in ricordo dei carabinieri Savastano e Tersili

Oggi a partire dalle ore 11, prima con una Santa Messa, celebrata presso la Chiesa Parrocchiale di Monteroni d’Arbia dal Cappellano Militare della Legione Carabinieri Toscana Don Mauro Tramontano, e poi con la deposizione di due corone d’alloro (una del

20 gennaio 2020

Polo del Gusto di Illy: inizia la ricerca del partner

Da 50 a 100 milioni di euro, per una quota tra il 20% ed il 40% del Polo del Gusto: Riccardo Illy fissa il prezzo per il partner finanziario (di cui inizierà a breve la selezione) che vorrà sposare gli

20 gennaio 2020

Ncc, Siena: “Autisti abusivi parcheggiati davanti alla sede dei vigili”

Duro attacco del presidente di azione Ncc, Giorgio dell’Artino su un episodio avvenuto sabato scorso. “Ci sarebbe da ridere - sono le parole di Dell’Artino riportate in una nota stampa - se la questione non fosse tanto grave: sabato scorso

10 febbraio 2020

Banfi presenta La Pettegola 2020

Il 10 febbraio a Firenze (Serre Torrigiani, Via Gusciana 21) Banfi presenta La Pettegola limited edition 2020, alla presenza dell’illustratore e pittore piemontese Riccardo Guasco, che ha firmato l’etichetta di quest’anno. L’iniziativa, ripetuta ogni anno con un artista diverso, è

1 febbraio 2020

Corso di disostruzione a Torrenieri

Il 1 febbraio la Misericordia di Torrenieri organizza nei suoi locali di Viale Crocchi un corso gratuito (ore 9.30) presso i nostri locali, riguardante la disostruzione del bambino e del lattante, ovvero la liberazione delle vie aeree da un corpo

27 gennaio 2020

La Giornata della Memoria al teatro

Montalcino celebra la Giornata della Memoria. Lunedì 27 gennaio, ore 10.30 al Teatro degli Astrusi, l’Anpi Montalcino promuove un’iniziativa che vedrà la partecipazione delle scuole del territorio e quindi dell’Istituto Comprensivo “Insieme”, del Liceo Linguistico “Lambruschini” e dell’Istituto Agrario. Nel