Il 2020 è l’anno del treno turistico: occasione da sfruttare

Treno Natura“Il 2020 sarà l’anno del treno turistico”. Lo ha detto il Ministro dei Beni Culturali e del Turismo Dario Franceschini aggiungendo come “esistono 800 chilometri di tratte ferroviarie in disuso e abbandonate che attraversano parchi nazionali, aree protette e territori densi di storia e cultura”. Il loro riutilizzo permetterebbe “al viaggiatore di percorrere il nostro Paese in modo sostenibile” con la possibilità di “ammirare paesaggi magnifici, toccando località di struggente bellezza”.

Ci scrive sull’argomento Alberto Cappelli, una delle “memorie storiche” di Torrenieri, a cui non sono sfuggite le dichiarazioni di Franceschini: “ormai in Italia i treni storici - dice Cappelli - su cui si può viaggiare sono tanti, con locomotive a vapore o con le littorine degli anni ‘30 a bordo di carrozze centoporte su vagoni in legno o con elegantissimi velluti che la Fondazione FS organizza su splendidi itinerari sulle vecchie tratte. Fra queste vi è anche la Ferrovia della Val d’Orcia sulla tratta Asciano-Monte Antico, riaperta al traffico turistico che costeggia le Crete Senesi e la vallata del fiume Orcia, ai piedi del Monte Amiata dove è sorto il Parco culurale e artistico della Val d’Orcia, Patrimonio Unesco e dove alla stazione di Torrenieri-Montalcino incrocia la vecchia via Francigena”. Si è parlato spesso del rilancio della stazione di Torrenieri anche per dare una nuova identità, legata al turismo “slow” e alla Via Francigena, a un paese che ormai da anni ha perso quel tessuto industriale-artigianale che lo caretterizzava. “Nel 2020 investiremo per potenziare, promuovere e valorizzare questa forma di turismo” ha detto Franceschini che vede nel treno turistico anche una risposta per decongestionare le grandi città d’arte. Il Ministro ha lanciato l’assist, adesso anche le istituzioni locali dovranno essere pronte per cogliere eventuali occasioni. Per Torrenieri e l’intero territorio di Montalcino potrebbero aprirsi scenari interessanti.

Un pensiero su “Il 2020 è l’anno del treno turistico: occasione da sfruttare

  1. C’era già un progetto della Provincia di Siena tra la fine degli anni 90 e i primi del 2000 (se ben ricordo), che aveva curato l’attuale architetto del Comune De Andreis che prevedeva il rilancio delle linee ferroviarie per l’incremento turistico, e mi pare prevedesse anche la realizzazione di ostelli per la sosta e per escursioni.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

2 aprile 2020

Castiglion del Bosco devolve parte del ricavato del suo Brunello 2015

In occasione della Pasqua Castiglion del Bosco, una delle più grandi e storiche tenute di Montalcino, devolverà parte del ricavato della vendita del suo Brunello di Montalcino 2015 al fondo di solidarietà istituito dalla Regione Toscana. Un gesto concreto e

2 aprile 2020

Da Villa I Cipressi un aiuto alla Protezione Civile

Anche da parte del mondo del vino continua ad esserci attenzione per quanto riguarda questo difficile momento legato all’emergenza Covid-19. L’azienda agricola Villa I Cipressi di Montalcino ha deciso di fare la propria parte decidendo di donare il 5% di

2 aprile 2020

Il Presidente Rossi: “per il turismo ci aspettiamo interventi nazionali”

“Da noi il turismo rappresenta una percentuale forte del Pil, intorno al 12%, poi c’è tutto un mondo che si muove intorno”. Così il presidente della Regione Toscana a “24 Mattino” su Radio 24 aggiungendo poi come questa situazione per

1 aprile 2020

Medico di famiglia, assistiti del dottor Mandarini assegnati al dottor Marzi

Per prevenire e contenere gli effetti del Coronavirus e tutelare la salute dei cittadini, evitando di spostarsi dalle proprie abitazioni e di rimanere senza medico, in attesa di effettuare una nuova scelta, la Società della Salute senese comunica che da

1 aprile 2020

Trasporti pubblici, la Regione invita a non buttare gli abbonamenti di marzo

Conservare l’abbonamento del mese di marzo, in attesa che vengano definite possibili misure compensative. L’indicazione della Regione Toscana è rivolta a tutti gli abbonati del trasporto pubblico regionale, sia esso su ferro, gomma o via mare. “Stiamo lavorando da tempo

31 marzo 2020

La Regione Toscana proroga il rischio incendi fino al 15 aprile

Oggi doveva scadere il divieto di abbruciamento ma la Regione Toscana ha deciso di prorogare la finestra a rischio incendi fino al prossimo 15 aprile. Fino a questa data sarà perciò vietato l’abbruciamento dei residui vegetali.

8 marzo 2020

Pranzo di pesce nel Travaglio

L’8 marzo, in occasione della Festa della donna, il Quartiere Travaglio organizza un pranzo a base di pesce (ore 12.30). Prenotazioni in bacheca entro e non oltre il 5 marzo.

8 marzo 2020

L’8 marzo nei Quartieri

Sono tanti gli appuntamenti in occasione della Festa della Donna a Montalcino promossi dai Quartieri: domenica 8 marzo, ore 13, pranzo nel Pianello (prenotazioni entro il 6 alle ore 12 presso la bacheca), mentre la sera l’appuntamento è nel Borghetto

7 marzo 2020

A cena nella Ruga coi sapori italiani

La Ruga promuove un appuntamento a tema, una cena che è un viaggio gastronomico con piatti che omaggiano le varie regioni d’Italia. Si terrà sabato 7 marzo, alle ore 20, nella sede di Vicolo del Pino. Prenotazioni entro il 6