Il Brunello premiato agli Astrusi da “Vinibuoni d’Italia”

Il Brunello premiato agli Astrusi da Vinibuoni d’Italia27.000 vini degustati, oltre 6.000 recensiti e 482 in grado di raggiungere la Corona, 61 dei quali toscani e ben 15 di Brunello di Montalcino. Sono i numeri dell’edizione 2020 di “Vinibuoni d’Italia”, l’unica guida dedicata ai vini da vitigni autoctoni presentata questa mattina al Teatro degli Astrusi di Montalcino. “In Italia abbiamo oltre 600 vini autoctoni spesso dimenticati o poco conosciuti”, ha spiegato il presidente del Consorzio del Brunello Fabrizio Bindocci, sul palco assieme al curatore della guida Mario Busso e ai coordinatori per la Toscana Daniele Bartolozzi e Riccardo Margheri. “Tradizione, qualità e territorio sono le tre parole che riassumono i valori della guida Vinibuoni d’Italia che sono poi i valori che mettiamo tutti i giorni nel nostro lavoro. Aggiungo altre tre parole: passione, squadra e futuro”, continua Bindocci, alla guida di un Consorzio nato “grazie alla volontà di alcuni produttori e di un sindaco lungimirante, Ilio Raffaello, che spinse per un territorio agricolo rifiutando l’industralizzazione. Adesso ci ritroviamo un territorio da oltre un decennio carbon free, baciato da Dio, passato in pochi decenni da essere il Comune più povero del circondario a uno dei più ricchi della Toscana. Spetta a noi lavorare con la stessa passione e impegno per puntare più in alto, non solo per quanto riguarda la qualità dei prodotti ma anche la qualità della vita degli abitanti di Montalcino”.

Il Brunello premiato agli Astrusi da Vinibuoni d’ItaliaSul palco, tra gli altri, sono saliti i produttori di Montalcino. “I nostri vini stanno alzando il livello qualitativo - sottolinea Alessandro Mori de Il Marroneto - la strada intrapresa è importante e andrà sempre meglio. Prima si parlava sempre di Piemonte, oggi si parla anche di Montalcino”. “Stiamo portando avanti il Sangiovese in modo importante, lavorando tanto in vigna e il mondo lo percepisce - dice Andrea Machetti di Mastrojanni - il vino è parte integrante della nostra alimentazione, per noi è fondamentale fare prodotti che abbinati a un pasto diano grandi soddisfazioni”. “Il mio merito è piccolissimo - spiega Claudio Tipa di ColleMassari, che controlla Poggio di Sotto - a differenza di altre aziende del nostro gruppo, a Poggio di Sotto quando siamo entrati non abbiamo fatto niente di nuovo. L’unica cosa è l’aver aumentato l’estensione dei vigneti, che però andranno in produzione tra 8-10 anni”. Andrea Cortonesi di Uccelliera si è soffermato sul cambiamento climatico (“Ci deve far riflettere, bisogna scendere in modo dettagliato sulle caratteristiche di ogni particella. E comunque in questo territorio fare grande vino non è un merito ma un dovere”), mentre Francesco Ripaccioli è stato introdotto dai presentatori come un rappresentante dei “Brunello Boys” per la ventata di gioventù che ha portato dentro il Consorzio. “Ma la nostra generazione è diversa rispetto ai Barolo Boys, qui non c’è stata una rottura col passato. Che è importante, fatto di uomini coraggiosi e grandi scelte”, sostiene il proprietario di Canalicchio di Sopra, che si sofferma poi sulla difficile annata 2014. “Se oggi viene premiata grande merito è nelle scelte. Abbiamo dimezzato la produzione, in annate così dobbiamo accontentarsi. Serve fare selezione, lavorare in vigna. Arriverà la 2015 che numericamente rimetterà la media a posto”.

“Quest’anno abbiamo aumentato le aziende in guida - spiega il curatore Mario Busso - dei 27.000 vini degustati ne abbiamo recensiti 6.056. 725 hanno superato i 90 centesimi e di questi 482 hanno ricevuto la Corona. Abbiamo anche le Corone attribuite dal pubblico, composto da winelovers, giornalisti, sommelier e produttori. La Toscana, con 61 Corone ufficiali e 58 Corone dal pubblico, è la Regione con più uniformità di giudizio, mentre nel resto d’Italia lo scarto è molto più ambio. Significa aver saputo interpretare i gusti del consumatore”. La cerimonia si è conclusa con una degustazione dei vini premiati in abbinamento ai salumi Levoni.

Focus: i Brunello di Montalcino nella guida “Vini Buoni d’Italia” 2020

Brunello di Montalcino Riserva 2013 di Canalicchio di Sopra

Brunello di Montalcino 2013 di Capanna

Brunello di Montalcino Cerretalto 2013 di Casanova di Neri

Brunello di Montalcino 2014 di Casanova di Neri

Brunello di Montalcino Poggio al Vento Riserva 2012 di Col d’Orcia

Brunello di Montalcino Riserva 2013 di Fuligni

Brunello di Montalcino Madonna delle Grazie Riserva 2013 de Il Marroneto

Brunello di Montalcino Riserva 2013 de Le Macioche

Brunello di Montalcino Ugolaia 2013 di Lisini

Brunello di Montalcino Vigna Schiena d’Asino 2013 di Mastrojanni

Brunello di Montalcino Riserva 2013 di Mocali

Brunello di Montalcino Vecchie Vigne 2014 di Siro Pacenti

Brunello di Montalcino Pian di Conte Riserva 2013 di Talenti

Brunello di Montalcino Franci Riserva 2013 di Tassi

Brunello di Montalcino 2014 di Uccelliera

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

4 agosto 2020

Civitella Paganico, brucia il bosco: fiamme visibili da Montalcino

Un maxi incendio boschivo si è scatenato questa mattina in località Tenuta di Bagnolo, nel Comune di Civitella Paganico, a non molti chilometri di distanza da Montalcino. Le fiamme si sono sviluppate poco dopo le 12 rapidamente sospinte dal vento.

4 agosto 2020

Il libro sulla storia della Chiesa della Madonna delle Nevi

Un volume dedicato alla Chiesa della Madonna delle Nevi. Lo ha realizzato Giacomo Massoni e sarà presentato domani 5 agosto a Montisi (ore 12,15, Chiesa della Madonna delle Nevi). Si tratta del decimo numero della collana “Ad Loca Mariana” edita

31 luglio 2020

Fondi Covid, nuovi infissi per la scuola media di Montalcino

Nuovi infissi con apertura a vasistas (verso l’interno) per la scuola media di Montalcino, per garantire buona illuminazione e allo stesso tempo il ricambio d’aria. Il costo, di 17.610 euro più Iva, è in gran parte coperto dai contributi statali

29 luglio 2020

Bindocci vicepresidente dell’Unione Provinciale Agricoltori di Siena

Fabrizio Bindocci, presidente del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, è stato eletto vicepresidente dell’Unione Provinciale Agricoltori di Siena insieme a Filippo Cresti. La massima carica sarà invece ricoperta da Nicola Ciuffi, imprenditore agricolo e allevatore della valdichiana senese, che

24 luglio 2020

Potatura e abbattimento alberi a Montisi e Castelnuovo dell’Abate

Potatura di sette lecci e quattro tigli e abbattimento di un cedro secco a Montisi, abbattimento di due grossi pini e sette tigli in Via delle Scuole a Castelnuovo dell’Abate: sono le operazioni di cui se ne occuperà una ditta

24 luglio 2020

Sei Toscana: “Serve intervento statale sulla Tari per aiutare le attività”

“Aiutiamo le attività commerciali e produttive dei nostri territori che sono state chiuse forzatamente per il lockdown, il Governo impegni risorse per farsi carico di una quota parte del pagamento della Tari”: è l’appello lanciato dal presidente di Sei Toscana,

10 agosto 2020

Argiano e Calici di Stelle

Degustare i pregiati vini di Montalcino nella notte di San Lorenzo, affacciati su una delle piazze più belle del mondo. Succederà il 10 agosto a Siena, in Piazza del Campo, dove Siena Experience Italian Hub in collaborazione con Cuoconté di

8 agosto 2020

Calici di Stelle alla Fattoria dei Barbi

L’8 agosto la Fattoria dei Barbi festeggia “Calidi di Stelle” con una “Notte Bianca sotto le Stelle” all’insegna di una suggestiva cena incantata monocolore (dal dress code al menù, tutto rigorosamente bianco), candele e atmosfera, musica di sottofondo, calici di

5 agosto 2020

Montisi festeggia il patrono

Montisi celebra il patrono, la Madonna delle Nevi. Mercoledì 5 agosto il corteo storico onorerà il patrono del paese alla presenza del vescovo e, alle 12.15, appuntamento alla Chiesa della Madonna delle Nevi per la presentazione del numero 10 della