Il telefonino non fa, i Comuni si mobilitano

Conferenza in Regione ToscanaSi deve muovere anche Montalcino. Ci sono frazioni, paesi e località in Toscana dove telefonare con un cellulare può diventare davvero complicato e navigare su internet con uno smartphone ancora di più. Territori con poco segnale, a volte completamente “al buio”. Lo sanno bene, ad esempio, gli abitanti di Montisi, San Giovanni d’Asso o di Monte Amiata Scalo. “Un problema” ha sottolineato l’assessore alla presidenza e al rapporto con gli enti locali, Vittorio Bugli intervenuto stamattina a Firenze nella conferenza stampa dedicata alla mancata copertura di telefonia mobile nei piccoli comuni, convocata da Regione e Anci Toscana . Bugli ha poi aggiunto come “la Regione su questo non ha competenze - spiega - è un caso diverso dalla fibra ottica per la quale abbiamo potuto investire in prima persona nei territori dove il mercato non investe” Sulla telefonia mobile la Regione non può mettere a disposizione risorse del bilancio. “Anche se non abbiamo competenze - annuncia Bugli - vogliamo però interessarci assieme ad Anci Toscana (l’associazione dei Comuni ndr) di quei territori dove telefonare e usare lo smartphone diventa impossibile. Vogliamo spingere i gestori a farsene carico e a tale scopo chiederemo subito un incontro per chiedere di intervenire in questi territori già ampiamente monitorati, crediamo, dai soggetti gestori”. Un primo elenco di Comuni con frazioni dove il cellulare non prende ha provato a farlo Uncem nazionale, l’Unione dei comuni montani, anche se il disagio non riguarda solo la montagna. Sarebbero 1220, secondo la ricerca effettuata, i comuni con problemi di segnale in tutta Italia: trentasette in Toscana. Ma è probabilmente un censimento per difetto. I dati dei gestori si basano infatti sulla copertura per popolazione, che oggi arriva in Italia fino al 95 per cento di abitanti. Ma il 5 per cento che rimane fuori vive e si distribuisce nel 15 per cento del territorio nazionale e poiché si tratta di telefonia mobile il dato non è irrilevante. Già con le segnalazioni giunte nel tempo agli uffici della Regione, sommate a quelle di Uncem, i comuni toscani dove risulta problematico telefonare o navigare su internet con il cellulare arrivano a quarantadue. E forse l’elenco non è ancora esaustivo.

“Abbiamo incontrato sindaci ed amministratori di quei territori nei giorni scorsi - dice Bugli - Vogliamo costruire un percorso assieme a loro. Vogliamo anche capire se ci siano elementi per agire con il massimo della decisione anche da un punto di vista legale, oltre che con ogni tipo di iniziativa politica: nei consigli comunali e in quello regionale, chiedendo pure sostegno al Governo e al Parlamento. Da un po’di tempo - sottolinea l’assessore - riceviamo segnalazioni e non notiamo miglioramenti. Non è possibile che nel 2019 in oltre un settimo dei comuni toscani, in tutto o in parte, non si possa telefonare con il cellulare. Servono piani concreti di investimento”.

Nei quarantadue comuni toscani che segnalano disagi ci sono zone completamente ‘al buio’ ed altre dove il segnale arriva a sprazzi o è debolissimo: un problema per chi ci vive ma non solo. Sono sei i territori segnalati in provincia di Siena (Trequanda, San Casciano dei Bagni, Monticiano, Castelnuovo Berardenga, Sovicille e Abbadia San Salvatore) ma Montalcino non c’è. Eppure anche da noi i problemi non mancano. A Montisi e San Giovanni d’Asso, ad esempio, a volte è una vera e propria impresa telefonare col cellulare. Qualche mese fa una nostra lettrice ci scrisse per denunciare un problema annoso: l’assenza di linea per il cellulare da Monte Amiata Stazione. Di sicuro i disagi sono tanti perché non poter azionare una telefonata con lo smartphone significa mettere a rischio la sicurezza. In caso di incidenti o complicazioni non esiste una alternativa, ed è allarmante in zone come le nostre in cui vivono molti anziani. Ma i disagi sono anche per le aziende, i turisti, gli investitori. Alcuni sindaci del territorio (ad esempio Sovicille e San Casciano dei Bagni) hanno fatto sentire la loro voce, sarebbe utile lo facesse anche l’amministrazione di Montalcino considerato che abbiamo frazioni con pochi abitanti. E che rischiano di averne sempre meno se mancano servizi come questo.

“Amplieremo la mappatura del territorio già a disposizione - dice Simone Gheri per Anci - Vogliamo muoverci tutti insieme così come facemmo nei confronti di Poste quando annunciò la chiusura degli uffici postali nei piccoli comuni. Attiveremo anche Anci nazionale, determinati ad avere interventi a favore dei tantissimi piccoli comuni disagiati e che avrebbero bisogno invece di opportunità per rilanciare lo sviluppo e contrastare lo spopolamento”.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

12 agosto 2020

Scatta il divieto di utilizzo di acqua potabile per scopi non domestici

Da oggi e fino al 31 agosto in tutto il territorio comunale scatta il divieto di utilizzare l’acqua potabile proveniente dagli acquedotti urbani e rurali per scopi diversi da quelli igienico-domestici. Una misura dovuta alla necessità di “tutelare le riserve

11 agosto 2020

Fedagripesca: “vendemmia, in Toscana mancheranno 5.000 stagionali”

La aziende toscane si preparano alla vendemmia 2020, ma quest’anno dovranno fare i conti con la mancanza di manodopera nelle vigne. Lo sostiene Fedagripesca Confcooperative Toscana che lancia l’allarme: “In Toscana mancheranno circa 5.000 lavoratori”. La maggior parte dei lavoratori

10 agosto 2020

La Toscana punta forte sull’agricoltura biologica: la richiesta all’Ue

La Toscana chiede all’Unione europea la possibilità di aggiungere nuovi fondi a sostegno dell’agricoltura biologica: nell’ultima giunta è stata approvata, su proposta dell’assessore regionale all’agricoltura, una delibera con la quale si dà mandato all’Autorità di gestione del Piano di sviluppo rurale

10 agosto 2020

Libertas, domani lezione col nuovo maestro di tennis

Domani, dalle ore 9 alle ore 15, il nuovo maestro di tennis della Libertas Montalcino Oliver Schuett sarà a disposizione presso gli impianti sportivi per delle lezioni, singole e a coppie per adulti e bambini (per bambini anche prenotazioni fino

7 agosto 2020

La “Movida si…cura” e per i giovani test sierologico gratis al mare

In questo periodo sono tanti i montalcinesi che si stanno godendo qualche giorno di vacanza al mare, ovviamente non mancano i più giovani che ancora hanno a disposizione un mese di tempo prima di rientrare in classe. E questa iniziativa,

6 agosto 2020

L’Eroica 2020 salta ma Eroica Montalcino il 30 agosto si farà

La ventiquattresima edizione de L’Eroica è annullata. La decisione è concordata tra organizzazione e Comune di Gaiole in Chianti alla luce delle regole imposte dalle autorità competenti che snaturerebbero, anche nelle modalità distanziate che l’organizzazione aveva predisposto, quel clima magico

16 agosto 2020

Concerto della Filarmonica

Il 16 agosto la Filarmonica Puccini di Montalcino presenta “Finalmente (ri)suona Montalcino”, concerto della banda e della corale in Piazza del Popolo alle ore 21.15. Ingresso libero, posti limitati. Prenotazione obbligatoria al 349 7537311.

12 agosto 2020

Concerto di inagurazione dell’organo

Il 12 agosto alle ore 18 il maestro Cesare Mancini terrà il concerto di inaugurazione dell’organo Agati 1850 appena restaurato, al Santuario della Madonna del Soccorso. Ingresso gratuito con prenotazione al 347 699 2303.

10 agosto 2020

Argiano e Calici di Stelle

Degustare i pregiati vini di Montalcino nella notte di San Lorenzo, affacciati su una delle piazze più belle del mondo. Succederà il 10 agosto a Siena, in Piazza del Campo, dove Siena Experience Italian Hub in collaborazione con Cuoconté di