Il colosso Lvmh in trattativa con Banfi

Una veduta di Castello Banfi, azienda leader del Brunello di MontalcinoMontalcino ed il suo Brunello continuano ad essere al centro dell’interesse di tanti investimenti potenziali, anche da parte di grandi gruppi del vino e del lusso francese. E tra le trattative in corso, da mesi, come riporta WineNews, ce n’è una di particolare rilievo, quella tra il colosso del lusso Lvmh e Castello Banfi, leader del territorio e fondamentale, nella storia recente, per lo sviluppo di tutto il mercato del Brunello, soprattutto in Usa.

Lvmh, già ai vertici nel mondo del vino con marchi di livello assoluto come Moët & Chandon, Krug, Veuve Clicquot, Hennessy, Château d’Yquem, Cheval Blanc e Dom Perignon, con Castello Banfi troverebbe un’azienda tra le più belle e rinomate al mondo, con una estensione di 2.400 ettari di terreno, 900 dei quali a vigneto (di cui 173 a Brunello), ma anche seminativo e bosco, con la peculiarità della confluenza di due fiumi all’interno dell’azienda, l’Orcia e l’Ombrone, e produttrice conclamata di vini importanti, ma anche di prugne, miele ed olio, con un “collage” che fa di Castello Banfi non solo una grande azienda vinicola, ma anche agricola di ineguagliabile bellezza e valore. Senza contare le ville all’interno della tenuta e il Castello di straordinaria bellezza, con parti monumentali del Trecento e del Quattrocento toscano. E con un relais che le guide internazionali posizionano tra i migliori del mondo. Una cantina che ha sviluppato un fatturato di 68 milioni di euro nel 2018, e un utile (risultato netto) di 2,2 milioni di euro (dati Mediobanca), grazie a vini esportati in tutto il mondo e premiati dalla critica italiana ed internazionale.

Un affare che, se si concretizzasse, segnerebbe il secondo passo francese in terra di Brunello, dopo l’acquisizione della Tenuta Greppo di Biondi Santi da parte del gruppo Epi della famiglia Descours. Ad ora, però, da quanto apprende WineNews, in una trattativa che va avanti da oltre otto mesi, non c’è nulla di definito e definitivo. Potrebbe risolversi con un’acquisizione di Castello Banfi da parte di Lvmh, nell’ingresso dei francesi nel capitale della cantina della famiglia Mariani, in un accordo di altro tipo o anche in un nulla di fatto. Tutto è possibile. Ma quello che racconta questa trattativa, che di certo è in essere, è la conferma dell’appeal del territorio di Montalcino a livello mondiale. E la bellezza di una azienda, e la qualità dei suoi prodotti, che spinge uno dei colossi del vino e del lusso mondiale ad investire nella collina del Brunello. Un distretto, quello di Montalcino, che si conferma nei pensieri, negli obiettivi e nei desideri degli investitori del mondo.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

24 settembre 2020

Decanter Wine Awards 2020, il Brunello c’è

Il Brunello di Montalcino Vigna del Suolo 2015 di Argiano (che strappa anche il premio “Best in Show” con il Brunello annata) e il Brunello di Montalcino 2015 di Giodo hanno ottenuto le medaglie di Platino al “Decanter Wine Awards 2020”

23 settembre 2020

Riparazione di alcuni tetti al cimitero di Torrenieri

Lavori in vista per il cimitero comunale di Torrenieri. Il Comune di Montalcino ha affidato a una ditta locale la realizzazione la riparazione di alcuni tetti per una spesa complessiva di 27.000 euro.

23 settembre 2020

San Giovanni d’Asso, divieto di sosta per rifacimento della strada

Il 29 settembre scatta il divieto di sosta in Piazza Gramsci, a San Giovanni d’Asso, per poter eseguire le opere necessarie al rifacimento della pavimentazione stradale. Il divieto inizierà alle ore 7 e continuerà fino al termine dei lavori.

23 settembre 2020

L’educazione finanziaria con Poste Italiane, al via i webinar

Torna, in una veste completamente rinnovata, il consueto appuntamento di Poste Italiane con l’Educazione Finanziaria. I cittadini della provincia di Siena potranno partecipare alle sessioni didattiche online (gratuite) della durata di 40 minuti per aumentarne la consapevolezza in campo finanziario,

23 settembre 2020

Il 26 settembre arrivano le Porsche a Montalcino

Il 26 settembre Montalcino torna ad accogliere auto di lusso. Entreranno in città le Porsche del “Porche Club Trentino”, che avrà uno spazio riservato all’interno del parcheggio del Piazzale Fortezza, per circa due ore (pagando la normale tariffa oraria). Dalle

21 settembre 2020

Regionali, a Montalcino affluenza del 61,04%. Referendum, vince il sì

È di 61,04% il dato d’affluenza per le elezioni regionali a Montalcino (2.260 votanti) alla chiusura delle urne (oggi alle ore 15). Un numero inferiore sia alla media provinciale (64,84%) che regionale (62,68%) ma comunque ben maggiore rispetto a cinque

18 ottobre 2020

“Inchiostro 2020”: Poggio Civitella

Domenica 18 ottobre (ore 16) quarto e ultimo appuntamento del ciclo di conferenze “Inchiostro 2020”. Sarà la volta del professor Luigi Donati dell’Università di Firenze, che ha diretto la campagna di scavo di Poggio Civitella, il sito etrusco più rilevante della

10 ottobre 2020

“Inchiostro 2020”, terzo incontro

Sabato 10 ottobre, nel chiostro di Sant’Agostino, sede del Museo Civico e Diocesano di Montalcino, la terza conferenza di “Inchiostro 2020” è dedicata al tema della Repubblica di Siena in Montalcino, gloria della storia della cittadina, ultimo baluardo della libertà

4 ottobre 2020

Benfinita la vendemmia

Il 4 ottobre l’azienda Franco Pacenti organizza la “Benfinita la vendemmia”, una delle tradizioni più classiche del mondo contadino toscano che vede da sempre la partecipazione di tutta la famiglia riunita e degli amici che hanno collaborato alla vendemmia, una