Lebreton rivive il Festival dell’Attore

Yves LebretonSono passati quasi 40 anni da quando il fiorentino Paolo Coccheri, nel 1981, decise di fondare a Montalcino un’iniziativa teatrale senza precedenti in Italia, il “Festival internazionale dell’attore”, una serie di corsi e laboratori estivi che attrassero a Montalcino alcuni tra i più importanti docenti internazionali, che tennero lezioni alla presenza di centinaia di allievi giunti da ogni parte d’Europa. Coccheri, che riuscì a convincere l’amministrazione comunale ad espropriare e restaurare il settecentesco Teatro degli Astrusi, all’epoca di proprietà privata, richiamò artisti del calibro di Orazio Costa, Edmonda Aldini, Lele Luzzati, Lindsay Kemp, Cathy Berberian e il francese Yves Lebreton, che nei giorni scorsi è tornato a Montalcino per rivivere i luoghi e i personaggi di quel periodo così dinamico e vivace.

“È stato un momento unico nella mia attività professionale - ricorda Lebreton alla Montalcinonews - c’era un clima favorevole alla ricerca artistica, il direttore artistico Paolo Coccheri riuscì a portare personaggi di alto livello come Dario Fo, il gruppo di Grotowski e l’arlecchino di Strehler, Ferruccio Soleri. Ricordo una disponibilità incredibile del pubblico, che seguiva le attività con grande passione. Passione confermata quando nel 1986 produssi uno spettacolo personale, e si creò un bellissimo rapporto con la gente. Da allora non sono più tornato. Fino ad oggi. Sono rimasto sorpreso, è una città ben preservata, la campagna intorno non è stata brutalizzata dal cemento armato diversamente da altre realtà d’Italia. È stato un piacere ritrovare questa bellezza della Toscana”.

Lebreton, grande maestro del teatro corporeo con tantissimi spettacoli alle spalle, vive in Italia dal 1981, quando acquistò casa a Montespertoli, nel fiorentino, dove avviò un centro di formazione teatrale. “Ma da diversi anni mi dedico alla scrittura, perché è venuto il momento di mettere per iscritto l’esperienza accumulata per lasciare una traccia alle generazioni future. Lo spazio a Montespertoli, così, è diventato troppo grande. L’idea è di venderlo e comprare qualcosa da qualche altra parte. Dove? Non lo so ancora. Noi artisti siamo abituati ad essere dei nomadi, io ho viaggiato tanto per il mondo approfittando dell’assenza di barriere linguistiche del teatro fisico. Forse torno in Francia. Ma nel mio cuore resta Montalcino, sono andato a visitarlo anche per vedere che aria tirava. Continuo ad insegnare, tengo dei laboratori un po’ ovunque, di certo non ci sarebbero problemi a farli pure a Montalcino”.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

17 febbraio 2020

Calcio, sconfitte dolorose per Montalcino e Torrenieri

Finite le ambizioni di alta classifica o di playoff, adesso l’obiettivo rimasto è uno solo ma assolutamente da non fallire: la salvezza. Clamorosa sconfitta ieri per il Montalcino che in vantaggio di due reti alla fine del primo tempo esce

17 febbraio 2020

Montalcino, due interventi di manutenzione di Acquedotto del Fiora

Due interventi di manutenzione programmata sulla rete idrica di Montalcino. Si inizia mercoledì 19 febbraio dalle ore 8.30 alle ore 16.30, quando i tecnici di Acquedotto del Fiora saranno al lavoro a Sant’Angelo Scalo, determinando la temporanea sospensione del flusso

14 febbraio 2020

L’Osteria Perillà rende omaggio a Benvenuto Brunello

Per Benvenuto Brunello, che si svolgerà a Montalcino dal 20 al 24 febbraio, l’Osteria Perillà di Rocca d’Orcia, il primo ristorante stellato nelle vicinanze di Montalcino, interrompe il suo periodo di chiusura per rendere omaggio al grande rosso di Toscana.

14 febbraio 2020

Calcio, match delicati per Montalcino e Torrenieri

Sul campo di Uopini, il Montalcino (domenica 16 febbraio, ore 15) affronta la quarta forza del campionato, il San Donato, che al momento vanta il secondo attacco del torneo. Match non semplice ma per allontanare lo “spauracchio” della zona playout

14 febbraio 2020

Brunello Crossing al via con 18 nazionalità rappresentate

Ci siamo, questo weekend ormai in arrivo è quello della quarta edizione della Brunello Crossing. Un evento che richiama a Montalcino oltre 1.500 runners e amanti delle passeggiate, una vetrina anche per il territorio e i suoi prodotti enogastronomici oltre

12 febbraio 2020

Trekking a Montalcino in occasione di Benvenuto Brunello

In occasione di Benvenuto Brunello “In Rainbows Treks” e la guida turistica Edoardo Bidini organizzano un trekking di 7 chilometri a Montalcino, con partenza dal centro storico (ore 9.30), breve visita della città e camminata tra i filari dei vigneti,

23 febbraio 2020

“L’Inedito”: teatro a Torrenieri

Domenica 23 febbraio, alle ore 17.30, il Nuovo Teatro della Val d’Orcia di Torrenieri ospita la lezione-spettacolo di improvvisazione teatrale “L’Inedito“ della compagnia “Quinta di Copertina”, una produzione Cooperativa Mestieri del Palco, consulenza registica a cura di Stefano de Luca.

22 febbraio 2020 16:00

Il carnevale nella Ruga

La Ruga organizza il carnevale per i bambini sabato 22 febbraio alle ore 16 con gli appuntamenti che proseguiranno anche martedì 25 febbraio in Piazza del Popolo con il tradizionale “si brucia costolone”. Mercoledì 26 febbraio, infine, la merenda di

22 febbraio 2020

Francigena in Maschera

Il 22 febbraio torna per il quarto anno consecutivo “Francigena in Maschera”, la festa carnevalesca che ogni anno riunisce a Torrenieri un numero sempre crescente di bambini, ma che diverte anche i più grandi. Piace il “Neno” che ricorda le