L’autovelox non può stare lì: multa annullata

Sant'Angelo in ColleA chi di voi è capitato di prendere una multa all’autovelox di Sant’Angelo Scalo? Probabilmente in tanti risponderanno affermativamente. Eppure, se vi dovesse ricapitare, potete difendervi ed avere ragione. Già, le cose presto potrebbero cambiare con un caso, che interessa il territorio di Montalcino, che ha i requisiti “per fare scuola”. Il Giudice di Pace di Siena ha accolto il ricorso presentato dall’avvocato Carlotta Padrini, del Foro di Firenze, che difendeva un cittadino di Sinalunga. L’automobilista aveva ricevuto un verbale di accertamento per eccesso di velocità rilevato dal noto autovelox che si trova sulla Sp14 Traversa dei Monti a Sant’Angelo Scalo. Ma quell’autovelox fisso, a quanto pare, in quella strada non ci poteva stare. L’articolo 4 della legge 168 del 2002, ci dice l’avvocato Padrini,“autorizza l’installazione degli autovelox senza il presidio degli agenti, oltre che su autostrade e strade extraurbane principali, sulle strade di cui alle lettere C e D dell’art. 2 C.d.S., ovverosia strade extraurbane secondarie e strade urbane di scorrimento. La legge prescrive dei requisiti minimi e necessari che tali strade devono avere e la mancanza di anche una sola di dette caratteristiche non consente la classificazione della strada in dette categorie”. E la strada di San’Angelo i requisiti giusti non li ha per essere classificata in un certo modo (ad esempio la banchina non è presente) e quindi l’autovelox lì non può stare. Ma non ci deve essere l’autorizzazione del Prefetto? “La difesa dell’agente della Polizia Municipale si è focalizzata su questo aspetto. Il giudice - prosegue l’avvocato - però ha accolto la mia tesi ed ha ritenuto non valida l’installazione dell’autovelox. Adesso aspettiamo le motivazioni della sentenza”. Multa annullata dunque e un caso che può creare un precedente importante anche perché di autovelox con queste caratteristiche, presenti in determinate strade, se ne trovano tanti. “Molti - conclude l’avvocato Padrini - sono gli apparecchi di controllo della velocità installati nella provincia di Siena, e non solo, che non rispondono ai requisiti previsti dalla legge e, pertanto, illegittimi. L’unico modo per contestare i verbali è fare ricorso”.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

24 settembre 2020

Decanter Wine Awards 2020, il Brunello c’è

Il Brunello di Montalcino Vigna del Suolo 2015 di Argiano (che strappa anche il premio “Best in Show” con il Brunello annata) e il Brunello di Montalcino 2015 di Giodo hanno ottenuto le medaglie di Platino al “Decanter Wine Awards 2020”

23 settembre 2020

Riparazione di alcuni tetti al cimitero di Torrenieri

Lavori in vista per il cimitero comunale di Torrenieri. Il Comune di Montalcino ha affidato a una ditta locale la realizzazione la riparazione di alcuni tetti per una spesa complessiva di 27.000 euro.

23 settembre 2020

San Giovanni d’Asso, divieto di sosta per rifacimento della strada

Il 29 settembre scatta il divieto di sosta in Piazza Gramsci, a San Giovanni d’Asso, per poter eseguire le opere necessarie al rifacimento della pavimentazione stradale. Il divieto inizierà alle ore 7 e continuerà fino al termine dei lavori.

23 settembre 2020

L’educazione finanziaria con Poste Italiane, al via i webinar

Torna, in una veste completamente rinnovata, il consueto appuntamento di Poste Italiane con l’Educazione Finanziaria. I cittadini della provincia di Siena potranno partecipare alle sessioni didattiche online (gratuite) della durata di 40 minuti per aumentarne la consapevolezza in campo finanziario,

23 settembre 2020

Il 26 settembre arrivano le Porsche a Montalcino

Il 26 settembre Montalcino torna ad accogliere auto di lusso. Entreranno in città le Porsche del “Porche Club Trentino”, che avrà uno spazio riservato all’interno del parcheggio del Piazzale Fortezza, per circa due ore (pagando la normale tariffa oraria). Dalle

21 settembre 2020

Regionali, a Montalcino affluenza del 61,04%. Referendum, vince il sì

È di 61,04% il dato d’affluenza per le elezioni regionali a Montalcino (2.260 votanti) alla chiusura delle urne (oggi alle ore 15). Un numero inferiore sia alla media provinciale (64,84%) che regionale (62,68%) ma comunque ben maggiore rispetto a cinque

18 ottobre 2020

“Inchiostro 2020”: Poggio Civitella

Domenica 18 ottobre (ore 16) quarto e ultimo appuntamento del ciclo di conferenze “Inchiostro 2020”. Sarà la volta del professor Luigi Donati dell’Università di Firenze, che ha diretto la campagna di scavo di Poggio Civitella, il sito etrusco più rilevante della

10 ottobre 2020

“Inchiostro 2020”, terzo incontro

Sabato 10 ottobre, nel chiostro di Sant’Agostino, sede del Museo Civico e Diocesano di Montalcino, la terza conferenza di “Inchiostro 2020” è dedicata al tema della Repubblica di Siena in Montalcino, gloria della storia della cittadina, ultimo baluardo della libertà

4 ottobre 2020

Benfinita la vendemmia

Il 4 ottobre l’azienda Franco Pacenti organizza la “Benfinita la vendemmia”, una delle tradizioni più classiche del mondo contadino toscano che vede da sempre la partecipazione di tutta la famiglia riunita e degli amici che hanno collaborato alla vendemmia, una