Dal Giappone un messaggio di speranza

Dal Giappone un messaggio di speranza per l'Italia e MontalcinoCome sappiamo, e ci fa un grande piacere tutte le volte che ci viene ricordato, Montalcinonews è un mezzo seguitissimo (anche) da parte di tutti coloro che si trovano a vivere in un Paese straniero ma che vogliono continuare ad avere un contatto stretto con le proprie origini. Laura Pecci vive a Mishima, in Giappone, in una città di oltre 110.000 abitanti. Ma il suo cuore è a Torrenieri, dove risiedono i genitori, e a Montalcino, posto in cui ha vissuto anni felici della propria vita. Laura ha due figli bravissimi, Yaya e Neri, “i miei due piccoli mezzi montalcinesi” come li chiama affettuosamente lei, che sono stati protagonisti, insieme ad altri coetanei, di un progetto che Pecci ci ha raccontato contattandoci via Facebook. “Lontani ma uniti”, Italia e Giappone collegate da un ponte fatto di disegni e frasi di incoraggiamento partite dal cuore di questi adolescenti: “volevo farvi vedere questo piccolo messaggio di speranza che con un gruppo di mamme abbiamo pensato per le nostre famiglie e tutti gli italiani, insieme all’ambasciata di Tokyo. Spero tanto di riuscire a venire a casa, come ogni anno, per le vacanze estive. Yaya aveva anche fatto queste (costruzioni ndr) che volevamo spedire ai nonni, che sono a Torrenieri, ma abbiamo pensato che non fosse il caso di intasare le Poste e abbiamo inoltrato solo la foto”.

Laura insegna italiano e inglese oltre a condurre lezioni di degustazione perché, come ci dice lei, in Giappone “ci sono molti appassionati di vino e soprattutto di Brunello”. Ma come vive il Giappone questa emergenza e in che modo vede il nostro Paese in questo momento? “Gli amici mi chiedono increduli della situazione in Italia perché qui la percezione della diffusione del contagio è molto diversa. Sono state chiuse le scuole dalle elementari in su, le palestre e annullati molti eventi che avrebbero coinvolto soprattutto i bambini da fine febbraio - ora sono iniziate ufficialmente le vacanze di fine anno scolastico - ma c’è in programma la ripresa regolare di tutto ad inizio aprile. Le persone non hanno mai smesso di lavorare, c’è abbastanza tranquillità e nessuna limitazione agli spostamenti. Si consiglia solo di non aggregarsi, soprattutto ora che inizia la fioritura dei ciliegi suggeriscono di limitarsi ad osservarli passeggiando invece di fare, ad esempio, i tradizionali pic nic. Indossiamo la mascherina, ma qui è abitudine diffusa, appena si hanno i sintomi di un raffreddore la si mette per non diffonderli agli altri, oltre che per proteggere se stessi. In più sta iniziando la stagione delle allergie e quindi vengono usate più del solito. Purtroppo da settimane ormai non si trovano più in vendita, però, per fortuna, ne avevamo in casa, e ne avevamo già anche di stoffa”. Come tante persone Laura si informa nei media, con la speranza che presto possa avere la possibilità di abbracciare i suoi cari a Torrenieri.

“Sono l’unica italiana residente quindi sono sicura che la mia quotidianità sia ben diversa da chi abita nelle metropoli. Nella mia regione ci sono solo tre casi riconosciuti. Fra stranieri, ovviamente, ci sono gruppi per tenerci in contatto costante, soprattutto ora, con le notizie terribili che ci arrivano dai nostri Paesi di provenienza. Ci chiediamo increduli come sia possibile una così bassa diffusione a livello nazionale e siamo quelli con le antenne più drizzate e che tendono di più a stare in casa. È una situazione abbastanza surreale, sembra davvero di vivere in una realtà parallela. Vi leggo sempre, mi fate sentire vicina e in contatto con la mia terra, che ora soffre più di me, e volevo solo ricambiare un minimo con un messaggio di speranza”. Ci sei riuscita, ti aspettiamo presto qui, cara Laura, non appena la tempesta finirà. #Tuttoandrabene.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

2 aprile 2020

Castiglion del Bosco devolve parte del ricavato del suo Brunello 2015

In occasione della Pasqua Castiglion del Bosco, una delle più grandi e storiche tenute di Montalcino, devolverà parte del ricavato della vendita del suo Brunello di Montalcino 2015 al fondo di solidarietà istituito dalla Regione Toscana. Un gesto concreto e

2 aprile 2020

Da Villa I Cipressi un aiuto alla Protezione Civile

Anche da parte del mondo del vino continua ad esserci attenzione per quanto riguarda questo difficile momento legato all’emergenza Covid-19. L’azienda agricola Villa I Cipressi di Montalcino ha deciso di fare la propria parte decidendo di donare il 5% di

2 aprile 2020

Il Presidente Rossi: “per il turismo ci aspettiamo interventi nazionali”

“Da noi il turismo rappresenta una percentuale forte del Pil, intorno al 12%, poi c’è tutto un mondo che si muove intorno”. Così il presidente della Regione Toscana a “24 Mattino” su Radio 24 aggiungendo poi come questa situazione per

1 aprile 2020

Medico di famiglia, assistiti del dottor Mandarini assegnati al dottor Marzi

Per prevenire e contenere gli effetti del Coronavirus e tutelare la salute dei cittadini, evitando di spostarsi dalle proprie abitazioni e di rimanere senza medico, in attesa di effettuare una nuova scelta, la Società della Salute senese comunica che da

1 aprile 2020

Trasporti pubblici, la Regione invita a non buttare gli abbonamenti di marzo

Conservare l’abbonamento del mese di marzo, in attesa che vengano definite possibili misure compensative. L’indicazione della Regione Toscana è rivolta a tutti gli abbonati del trasporto pubblico regionale, sia esso su ferro, gomma o via mare. “Stiamo lavorando da tempo

31 marzo 2020

La Regione Toscana proroga il rischio incendi fino al 15 aprile

Oggi doveva scadere il divieto di abbruciamento ma la Regione Toscana ha deciso di prorogare la finestra a rischio incendi fino al prossimo 15 aprile. Fino a questa data sarà perciò vietato l’abbruciamento dei residui vegetali.

8 marzo 2020

Pranzo di pesce nel Travaglio

L’8 marzo, in occasione della Festa della donna, il Quartiere Travaglio organizza un pranzo a base di pesce (ore 12.30). Prenotazioni in bacheca entro e non oltre il 5 marzo.

8 marzo 2020

L’8 marzo nei Quartieri

Sono tanti gli appuntamenti in occasione della Festa della Donna a Montalcino promossi dai Quartieri: domenica 8 marzo, ore 13, pranzo nel Pianello (prenotazioni entro il 6 alle ore 12 presso la bacheca), mentre la sera l’appuntamento è nel Borghetto

7 marzo 2020

A cena nella Ruga coi sapori italiani

La Ruga promuove un appuntamento a tema, una cena che è un viaggio gastronomico con piatti che omaggiano le varie regioni d’Italia. Si terrà sabato 7 marzo, alle ore 20, nella sede di Vicolo del Pino. Prenotazioni entro il 6