La fase 2 dei ristoranti: è dura, ma ci proviamo

Montalcino. Foto di Giuseppe SanfilippoÈ dura, ma bisogna provarci. Piano piano anche i ristoranti di Montalcino stanno ripartendo, dopo il via libera del 18 maggio alla ripresa del mondo della ristorazione. C’è chi sta ultimando gli adattamenti per rispettare le normative, chi non sa ancora quando potrà alzare le serrande e chi invece lo ha già fatto. Come Antonio De Pascali del ristorante Re di Macchia, che ha riaperto oggi “ma la situazione è molto delicata - dice De Pascali alla Montalcinonews - non sembra esserci tanto giro, speriamo nei weekend a cominciare da domani. Le regole sono state semplici da rispettare, ma abbiamo perso metà coperti. Il vero problema è che i finanziamenti non arrivano. Parlo anche a nome di altre attività della zona: i costi, tra affitto e utenze, rimangono, gli introiti no; chi riapre è perché ha qualcosa da parte. Però siamo positivi, dobbiamo esserlo”.

Domani riapre il ristorante San Giorgio. “Ho dovuto ridurre i coperti da 115 a 26 per rispettare il distanziamento sociale”, spiega il titolare, Gerardo Toniazzi, che ha optato per una ripartenza graduale anche per capire l’effettiva domanda che si creerà nelle prossime settimane. Gli altri quattro locali (tra wine bar ed enoteche) di sua proprietà per adesso restano chiusi aspettando un alleggerimento delle normative, ad esempio la regola di entrata ed uscita che rende impossibile l’apertura per chi ha un solo ingresso.

“Abbiamo riaperto lunedì con l’albergo e mercoledì col ristorante e tutto sommato non è stato troppo difficile perché abbiamo pochi tavoli per scelta nostra - racconta Anna Machetti de Il Giglio - però la prima sera abbiamo avuto un cliente e la seconda sera due. Cerchiamo di fare il nostro meglio, speriamo di vedere qualcosa a giugno se riaprono le regioni. La difficoltà principale è dovuta al fatto che nessuno si è degnato di farci sapere in tempo cosa fare. Da un giorno all’altro ci hanno detto: potete riaprire. Gli aiuti statali? I nostri dipendenti in cassa integrazione non hanno ricevuto niente. Noi siamo riusciti ad avere 600 euro dieci giorni fa, ma le spese si fanno sentire. L’affitto lo abbiamo slittato per qualche mese ma va pagato, e se il lavoro non c’è come si fa?”.

“Non piangiamoci addosso ma la verità è che la situazione è difficile”, aggiunge Federico Lozzi, che per adesso ha riattivato il ristorante pizzeria Il Grifo ma solo per l’asporto, dal giovedì alla domenica. Nei prossimi giorni valuterà per gli altri locali, il ristorante Il Giardino e la pizzeria al taglio in Piazza del Popolo. “Sul piano del turismo le condizioni non sono delle migliori. Certo, lavoriamo bene con i residenti, ma questo non ci consente di mantenere tutta la struttura. Sarei felice di poter riaprire tutto ma per ora non è possibile”. “Il 18 aprile sono arrivati i 600 euro di marzo che non hanno neanche coperto la rata mensile dell’Inps - continua Lozzi - parlano di prestiti, ma prima di mettermi un altro mutuo sulle spalle ci penso due volte. Per fortuna l’affitto è stato sospeso e abbiamo qualcosa da parte. Il fatto è che questa situazione non finisce domani. Noi siamo usciti dall’inverno, abbiamo mantenuto circa dieci dipendenti aspettando la ripartenza ad aprile, che non c’è stata. Abbiamo perso due mesi e probabilmente se ne aggiungeranno altri due. Anche l’estate sarà diversa. E Montalcino, si sa, è una città che vive di turismo”.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

25 maggio 2020

Il consiglio comunale in videoconferenza: come seguirlo

Giovedì 28 maggio, alle ore 18, si terrà il consiglio comunale di Montalcino. La seduta sarà in videoconferenza e i temi affrontati di grande importanza. Per i cittadini sarà possibile seguirlo da remoto collegandosi dal proprio dispositivo (pc, tablet, smartphone…)

25 maggio 2020

Montalcino e Torrenieri, campionato ufficialmente finito

Cinque giorni fa è arrivata l’ufficialità: stop definitivo al calcio dilettantistico. Si chiude qui di conseguenza la stagione sportiva 2019/2020 del Montalcino e del Torrenieri, in attesa di sapere i criteri che definiranno promozioni e retrocessioni. La Lnd ha formulato

22 maggio 2020

Caccia, la stagione si riaprirà il 20 settembre

Su proposta dell’assessore regionale all’agricoltura Marco Remaschi, la Giunta regionale ha approvato nella sua ultima seduta il calendario venatorio, con le regole che riguardano la stagione di caccia 2020-21. Sarà possibile cacciare dal 20 settembre 2020 fino al 31 gennaio 2021, ma

20 maggio 2020

Un gruppo di esperti per la Bottega Solidale di Torrenieri

La Bottega Solidale di Torrenieri, dalla sua inaugurazione lo scorso 14 aprile, sta fondendo un preziosissimo aiuto ai più bisognosi grazie agli enti coinvolti, dalla Misericordia di Torrenieri all’Arcidiocesi di Siena, Colle di Val d’Elsa e Montalcino, fino alle parrocchie

20 maggio 2020

Domani riapre il centro raccolta rifiuti in località Osticcio

Domani riapre il centro raccolta di rifiuti urbani ed assimilati differenziati in località Pineta-Osticcio a Montalcino, chiuso a seguito di un’ordinanza regionale del 6 aprile scorso. I giorni e gli orari di apertura saranno gli stessi previsti prima dell’emergenza Covid-19,

19 maggio 2020

Comunicazione, verso l’incarico a Cristiano Pellegrini

Servzio di comunicazione istituzionale del Comune di Montalcino, approvata la graduatoria che ha visto una unica candidatura. È quella di Cristiano Pellegrini, giornalista nato a Roma ma originario di Castiglione d’Orcia. È socio di primamedia sas, società che si occupa

17 maggio 2020

Festa del Treno

L’edizione n. 11 di “Prossima stazione… Torrenieri” si farà, anche se virtuale. Il 17 maggio verrà pubblicato sul sito e sulla pagina Facebook della Proloco di Torrenieri un filmato con i momenti salienti delle edizioni passate e alle ore 11.30

16 maggio 2020

Conversazioni su Montalcino e Brunello

Ovviamente ancora è presto per tornare ad assistere ad eventi e presentazioni. Ma il web ci aiuta ad essere informati e ad assistere, a distanza, a qualche bella iniziativa. In attesa che tutto torni alla normalità. Sabato 16 maggio alle

8 maggio 2020

La festa dell’8 maggio

Non ci sarà la musica, la partecipazione e il clima di festa di sempre, perché l’emergenza sanitaria non lo permette, ma i cittadini di Montalcino potranno celebrare comunque il giorno a loro più caro, la Festa della Madonna del Soccorso. Domani