La Toscana punta forte sull’agricoltura biologica: la richiesta all’Ue

La Toscana chiede all’Unione europea la possibilità di aggiungere nuovi fondi a sostegno dell’agricoltura biologica: nell’ultima giunta è stata approvata, su proposta dell’assessore regionale all’agricoltura, una delibera con la quale si dà mandato all’Autorità di gestione del Piano di sviluppo rurale di riprogrammare a favore dell’Agricoltura biologica le eventuali risorse dell’attuale programmazione (2014-2020) che dovessero rendersi disponibili. Nella stessa delibera si invita inoltre l’Autorità di gestione a sostenere il metodo dell’agricoltura biologica anche per il periodo di programmazione 2021-2027, “assicurando uno stanziamento di risorse congruo con le esigenze delle aziende agricole toscane”.

Con questo atto, dunque, la Regione da una parte si impegna a proseguire il cammino di sostegno e incentivazione al settore dell’agricoltura biologica, dall’altra si colloca in pole position verso il raggiungimento degli ambiziosi traguardi imposti dall’Ue entro il 2030. Già attualmente in Toscana il biologico rappresenta il 25% della superficie agricola regionale, con 5.000 aziende coinvolte, in molti casi (41%) gestite da donne a anche da giovani. Un settore dinamico e aperto, dunque, e in crescita. Per accompagnarlo, solo nell’ultima fase di programmazione dei fondi comunitari, la Toscana vi ha destinato ben 115 milioni di risorse.

A questo comparto è stata quindi destinata una delle porzioni più consistenti del Piano di sviluppo rurale 2014-2020. Un impegno verso il bio cui si aggiungono anche altre iniziative come la legge sui distretti bio, per promuovere lo sviluppo della coltivazione, della trasformazione e della commercializzazione dei prodotti agricoli e alimentari biologici di un intero territorio, e le attività di impulso alle mense a Km 0.

Il grande interesse verso il biologico da parte del mondo agricolo toscano è ben evidenziato dalla  partecipazione ai bandi sul biologico della programmazione in corso, con oltre 2.000 domande di aiuto a fronte di un impegno complessivo, come detto, di 115 milioni.
Nella primavera scorsa è stato poi disposto di prorogare di una annualità l’impegno quinquennale di coloro che avevano presentato domanda sul bando 2015, al fine di continuare a perseguire gli obiettivi di sostenibilità ambientale. E’ stato quindi emanato il nuovo bando per l’‘Introduzione dell’agricoltura biologica’ annualità 2020”, in risposta al quale, a fronte dei 4 milioni di euro messi a disposizione, sono state giù presentate domande di adesione per un importo finanziario di circa 24 milioni di euro.

Questo percorso in atto dovrà essere confermato e consolidato anche dai prossimi strumenti di programmazione: ecco dunque lo spirito della delibera approvata dalla giunta, in cui la Regione Toscana basa le sue richieste sulla necessità di continuare nella direzione a sostegno delle buone pratiche ambientali e agronomiche finalizzate al mantenimento della sostenibilità ambientale e sottolinea la necessità di sostenere la diffusione di aziende biologiche il cui metodo di produzione possa ridurre sensibilmente l’impatto dell’agricoltura sull’ambiente, favorendo il riequilibrio dei cicli naturali e la conservazione delle risorse naturali.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

24 settembre 2020

Decanter Wine Awards 2020, il Brunello c’è

Il Brunello di Montalcino Vigna del Suolo 2015 di Argiano (che strappa anche il premio “Best in Show” con il Brunello annata) e il Brunello di Montalcino 2015 di Giodo hanno ottenuto le medaglie di Platino al “Decanter Wine Awards 2020”

23 settembre 2020

Riparazione di alcuni tetti al cimitero di Torrenieri

Lavori in vista per il cimitero comunale di Torrenieri. Il Comune di Montalcino ha affidato a una ditta locale la realizzazione la riparazione di alcuni tetti per una spesa complessiva di 27.000 euro.

23 settembre 2020

San Giovanni d’Asso, divieto di sosta per rifacimento della strada

Il 29 settembre scatta il divieto di sosta in Piazza Gramsci, a San Giovanni d’Asso, per poter eseguire le opere necessarie al rifacimento della pavimentazione stradale. Il divieto inizierà alle ore 7 e continuerà fino al termine dei lavori.

23 settembre 2020

L’educazione finanziaria con Poste Italiane, al via i webinar

Torna, in una veste completamente rinnovata, il consueto appuntamento di Poste Italiane con l’Educazione Finanziaria. I cittadini della provincia di Siena potranno partecipare alle sessioni didattiche online (gratuite) della durata di 40 minuti per aumentarne la consapevolezza in campo finanziario,

23 settembre 2020

Il 26 settembre arrivano le Porsche a Montalcino

Il 26 settembre Montalcino torna ad accogliere auto di lusso. Entreranno in città le Porsche del “Porche Club Trentino”, che avrà uno spazio riservato all’interno del parcheggio del Piazzale Fortezza, per circa due ore (pagando la normale tariffa oraria). Dalle

21 settembre 2020

Regionali, a Montalcino affluenza del 61,04%. Referendum, vince il sì

È di 61,04% il dato d’affluenza per le elezioni regionali a Montalcino (2.260 votanti) alla chiusura delle urne (oggi alle ore 15). Un numero inferiore sia alla media provinciale (64,84%) che regionale (62,68%) ma comunque ben maggiore rispetto a cinque

18 ottobre 2020

“Inchiostro 2020”: Poggio Civitella

Domenica 18 ottobre (ore 16) quarto e ultimo appuntamento del ciclo di conferenze “Inchiostro 2020”. Sarà la volta del professor Luigi Donati dell’Università di Firenze, che ha diretto la campagna di scavo di Poggio Civitella, il sito etrusco più rilevante della

10 ottobre 2020

“Inchiostro 2020”, terzo incontro

Sabato 10 ottobre, nel chiostro di Sant’Agostino, sede del Museo Civico e Diocesano di Montalcino, la terza conferenza di “Inchiostro 2020” è dedicata al tema della Repubblica di Siena in Montalcino, gloria della storia della cittadina, ultimo baluardo della libertà

4 ottobre 2020

Benfinita la vendemmia

Il 4 ottobre l’azienda Franco Pacenti organizza la “Benfinita la vendemmia”, una delle tradizioni più classiche del mondo contadino toscano che vede da sempre la partecipazione di tutta la famiglia riunita e degli amici che hanno collaborato alla vendemmia, una