Vino&tartufo, l’agenda di Rosanna Zari

Rosanna Zari (al centro) con il presidente del Consorzio del Brunello Fabrizio Bindocci (dx) e il vicepresidente Giacomo BartolommeiUngulati e recinzioni, gestione delle acque, pianificazione territoriale, vigneti e rese, semplificazione amministrativa, agricoltura toscana come volano per l’economia e il turismo. Sono i temi al centro dell’incontro svolto il 2 settembre nella sede del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino tra i vertici del Consorzio e Rosanna Zari, membro del Comitato nazionale vini Dop e Igp (organo del Mipaaf che ha la competenza consultiva e propositiva in materia di tutela e valorizzazione qualitativa e commerciale dei vini Dop e Igp) e candidato indipendente della Lega alle elezioni regionali del 20 e 21 settembre.

“È stato un incontro piacevole e proficuo, ho esposto il mio programma elettorale su agricoltura e ambiente e ci siamo trovati su molti argomenti – spiega l’agronoma a MontalcinoNews – partendo dai problemi reali delle imprese e le difficoltà nel rapportarsi con la Regione e le istituzioni. La richiesta del Consorzio è stata di avere un punto di riferimento, una persona competente che conosca la materia all’interno del Consiglio regionale, per rappresentare le istanze di un territorio che merita particolare attenzione visto che è l’eccellenza della produzione del vino toscano”.

Il primo tema affrontato è stato quello della fauna selvatica e i conseguenti problemi legati da un lato alla complicazione di attuare i sistemi di protezione, tra costi e burocrazia, dall’altra all’inefficacia di queste misure, perché “molto spesso la fauna riesce a penetrare causando danni incredibili”, sottolinea Rosanna Zari. “Le Atc, le uniche che ristorano i viticoltori, danno dei riconoscimenti esigui, a volte il 10% del danno, attraverso una procedura complicata. Sarebbe sufficiente una semplice app di segnalazione del danno per risparmiare la parte burocratica”.

“Il secondo argomento – continua Zari – ha riguardato gli interventi dell’Ocm sui vigneti, dall’introduzione della vendemmia verde agli incentivi alla distillazione, che chiaramente non possono interessare questo territorio. Inoltre c’è un problema legato agli investimenti, in un sistema che lascia poco spazio a progetti più complessi”.

Tra i temi discussi anche il sistema vincolistico della Regione Toscana. “Per un ripristino o un piccolo intervento sul territorio aperto sono necessarie 1.000 verifiche e questo complica moltissimo le attività di chi deve procedere. Per avere un’autorizzazione passano mesi. Accade spesso che quando hai l’autorizzazione non è più il tempo giusto per intervenire. C’è poi la legge sulle acque: la Regione con un proprio atto ha reso pubbliche tutte le acque profonde e superficiali, istituendo un reticolo idrografico. Così, per intervenire e utilizzare l’acqua dei propri laghetti, se questi ricadono nel reticolo occorre un permesso per il prelievo”. Infine, conclude l’agronoma, “la legge sull’agriturismo, passata in sordina, impedisce la trasformazione degli annessi agricoli in attività agrituristica, un ulteriore freno al libero sviluppo dell’impresa”.

Due giorni dopo l’incontro a Montalcino è stata la volta di San Giovanni d’Asso, dove si è parlato di tartufo. A lanciare il sasso, nei giorni scorsi, le dichiarazioni della vicepresidente del Consiglio regionale Lucia De Robertis che ha parlato di liberalizzazione delle tartufaie toscane. “Un problema soprattutto se si pensa al tartufo bianco che è il più delicato – sottolinea Rosanna Zari – se non c’è manutenzione né controllo sulle modalità e sui tempi di raccolta, si rischia un impoverimento della tartufaia. E già stiamo andando verso una diminuzione della produttività, a causa del cambiamento climatico e della grande presenza di fauna selvatica. Questa coltura va tutelata e salvaguardata e non lo si può fare con la liberalizzazione totale”.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

24 settembre 2020

Decanter Wine Awards 2020, il Brunello c’è

Il Brunello di Montalcino Vigna del Suolo 2015 di Argiano (che strappa anche il premio “Best in Show” con il Brunello annata) e il Brunello di Montalcino 2015 di Giodo hanno ottenuto le medaglie di Platino al “Decanter Wine Awards 2020”

23 settembre 2020

Riparazione di alcuni tetti al cimitero di Torrenieri

Lavori in vista per il cimitero comunale di Torrenieri. Il Comune di Montalcino ha affidato a una ditta locale la realizzazione la riparazione di alcuni tetti per una spesa complessiva di 27.000 euro.

23 settembre 2020

San Giovanni d’Asso, divieto di sosta per rifacimento della strada

Il 29 settembre scatta il divieto di sosta in Piazza Gramsci, a San Giovanni d’Asso, per poter eseguire le opere necessarie al rifacimento della pavimentazione stradale. Il divieto inizierà alle ore 7 e continuerà fino al termine dei lavori.

23 settembre 2020

L’educazione finanziaria con Poste Italiane, al via i webinar

Torna, in una veste completamente rinnovata, il consueto appuntamento di Poste Italiane con l’Educazione Finanziaria. I cittadini della provincia di Siena potranno partecipare alle sessioni didattiche online (gratuite) della durata di 40 minuti per aumentarne la consapevolezza in campo finanziario,

23 settembre 2020

Il 26 settembre arrivano le Porsche a Montalcino

Il 26 settembre Montalcino torna ad accogliere auto di lusso. Entreranno in città le Porsche del “Porche Club Trentino”, che avrà uno spazio riservato all’interno del parcheggio del Piazzale Fortezza, per circa due ore (pagando la normale tariffa oraria). Dalle

21 settembre 2020

Regionali, a Montalcino affluenza del 61,04%. Referendum, vince il sì

È di 61,04% il dato d’affluenza per le elezioni regionali a Montalcino (2.260 votanti) alla chiusura delle urne (oggi alle ore 15). Un numero inferiore sia alla media provinciale (64,84%) che regionale (62,68%) ma comunque ben maggiore rispetto a cinque

18 ottobre 2020

“Inchiostro 2020”: Poggio Civitella

Domenica 18 ottobre (ore 16) quarto e ultimo appuntamento del ciclo di conferenze “Inchiostro 2020”. Sarà la volta del professor Luigi Donati dell’Università di Firenze, che ha diretto la campagna di scavo di Poggio Civitella, il sito etrusco più rilevante della

10 ottobre 2020

“Inchiostro 2020”, terzo incontro

Sabato 10 ottobre, nel chiostro di Sant’Agostino, sede del Museo Civico e Diocesano di Montalcino, la terza conferenza di “Inchiostro 2020” è dedicata al tema della Repubblica di Siena in Montalcino, gloria della storia della cittadina, ultimo baluardo della libertà

4 ottobre 2020

Benfinita la vendemmia

Il 4 ottobre l’azienda Franco Pacenti organizza la “Benfinita la vendemmia”, una delle tradizioni più classiche del mondo contadino toscano che vede da sempre la partecipazione di tutta la famiglia riunita e degli amici che hanno collaborato alla vendemmia, una