Olio, qualità e quantità: è l’anno del riscatto

Olio appena spremutoPurtroppo non abbiamo avuto l’opportunità di assaggiarlo alla rinomata festa di Montisi ma in ogni caso si preannuncia un’ottima annata per l’olio toscano anche se la situazione non è uniforme sul territorio. A Montalcino l’annata promette bene e chi ha avuto l’opportunità di assaggiare il primo filo di “oro verde” ne è rimasto particolarmente soddisfatto. A livello regionale, la raccolta delle olive nelle campagne è iniziata solo da un paio di settimane ma molte aziende agricole e frantoi esprimono già soddisfazione per una resa che promette di riscattare quella del 2019, quando l’attacco della mosca e le temperature elevate in fase di fioritura degli ulivi compromisero la produzione dell’olio toscano. Quest’anno, anche se la maturazione delle olive non è ancora completa e l’andamento climatico non è del tutto favorevole a causa delle ultime intense piogge, i quantitativi di “drupe” sugli alberi sono decisamente maggiori di quelli dell’anno scorso. Soprattutto nella parte centrale della Toscana, intorno a Firenze, il carico di olive è decisamente importante. A soffrire di più sono la zona costiera e il grossetano: qui le gelate di aprile hanno danneggiato la fioritura compromettendo la quantità di olive e, di conseguenza, le rese.

“Per quest’anno stimiamo una produzione complessiva di circa 140mila quintali di olio, il 30% in più circa dell’anno scorso. Dopo un 2019 sotto i 100.000 quintali, torniamo dunque in linea con la media toscana degli ultimi dieci anni - precisa Ritano Baragli, vicepresidente di Fedagripesca-Confcooperative - Inoltre, la qualità del prodotto sarà ottima, con un’acidità bassissima e di conseguenza un gusto più morbido. Ci aspettiamo punte di eccellenza molto alte”.

Oltre alla qualità, un’altra buona notizia per i consumatori: i prezzi per il momento si mantengono stabili rispetto al 2019. “La tendenza che abbiamo notato è quella di lasciare invariati i prezzi all’ingrosso (da 7,5 a 8 euro) e al consumatore finale, dai 10 ai 20 euro . prosegue Baragli - Una cosa è certa, però, su ogni previsione pesa lo spettro dell’emergenza sanitaria e di un possibile lockdown che potrebbe bloccare i consumi di ristoranti, alberghi e scuole”.

 

 

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

23 novembre 2020

Poste Italiane, come richiedere in anticipo le pensioni di dicembre

Poste Italiane comunica che in provincia di Siena le pensioni del mese di dicembre, comprensive di tredicesima, verranno accreditate a partire da mercoledì 25 novembre per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una

23 novembre 2020

Il servizio a domicilio delle aziende Cia di Montalcino

Sono dieci le attività agricole di Montalcino affiliate a Cia Agricoltori Italiani che stanno effettuando la consegna a domicilio, di materie prime fresche e di qualità, oltre che di piatti tipici contadini. Dal vino (Brunello e Rosso di Montalcino in

20 novembre 2020

Tamponi rapidi per medici di famiglia e pediatri in farmacia

Partito il percorso di distribuzione dei tamponi antigenici rapidi per medici e pediatri di famiglia in farmacia, ossia di quei tamponi in grado di dare il risultato dopo 20 minuti. Grazie al recente accordo firmato dai sindacati Fimmg, Fimp e

19 novembre 2020

“Contributi per tutti”: l’appello di Confcommercio e Confesercenti Siena

“I provvedimenti del Governo verso le imprese continuano ad essere parziali e non sufficienti. La distinzione in zone serve solo a limitare i soggetti che hanno diritto agli aiuti, ma gli aiuti sono essenziali per tutti!”. Così Confcommercio e Confesercenti Siena

19 novembre 2020

Tuscan Rewind, l’ordinanza: niente possibilità di sosta per gli equipaggi

Lo svolgimento del Tuscan Rewind non ha trovato un parere del tutto favorevole da parte dei Comuni di Montalcino e Buonconvento. Lo spiegano i due sindaci, Silvio Franceschelli e Riccardo Conti, in una nota che illustra anche le misure di

18 novembre 2020

Contributi ai poli museali, c’è anche il museo di Montalcino

2,7 milioni di euro per 23 poli museali della provincia di Siena, di cui più del 60% destinati all’Opera della Metropolitana. Sono i fondi stabiliti dal ministero dei Beni culturali per far fronte all’emergenza Covid. Risorse preziose per sopperire in

7 novembre 2020 16:00

La mostra di Luca Rubegni

Il 7 novembre, alle ore 16, la galleria d’arte La Linea di Montalcino presenta “In fabula”, la seconda esposizione personale del pittore Luca Rubegni (la prima fu esposta nella primavera del 2019). La mostra si potrà visitare fino al 30

19 ottobre 2020

Al via i corsi di danza

Il 19 ottobre iniziano i corsi di danza classica e, novità di quest’anno, moderna della scuola di danza di Montalcino “Danza nel Mondo”, che ha spostato momentaneamente la sede dai locali comunali vicino alla sala convegni a una delle sale

18 ottobre 2020

“Inchiostro 2020”: Poggio Civitella

Domenica 18 ottobre (ore 16) quarto e ultimo appuntamento del ciclo di conferenze “Inchiostro 2020”. Sarà la volta del professor Luigi Donati dell’Università di Firenze, che ha diretto la campagna di scavo di Poggio Civitella, il sito etrusco più rilevante della