Quando Gigi Proietti venne a Montalcino

Gigi Proietti a Montalcino - Photo Credit: Francesco Belviso“Proietti è stato un personaggio di grande statura. Venne attratto insieme ad altri grandi del teatro, tra cui Eduardo De Filippo, e portò un contributo non indifferente alla notorietà di Montalcino. Non cercava glorificazioni e si inserì perfettamente nell’organizzazione della manifestazione”. A ricordare Gigi Proietti, scomparso all’età di 80 anni il 2 novembre, nel giorno del suo compleanno, è Mario Bindi, sindaco di Montalcino al tempo del Festival Internazionale dell’Attore, un’iniziativa teatrale senza precedenti in Italia fondata quasi 40 anni fa, nel 1981, dal fiorentino Paolo Coccheri. Furono tre anni in cui si susseguirono corsi e laboratori estivi che portarono a Montalcino alcuni tra i più importanti docenti internazionali che tennero lezioni alla presenza di centinaia di allievi giunti da ogni parte d’Europa. “A mio avviso quello è stato il periodo in cui Montalcino ha ricevuto più attenzione – continua Bindi – erano gli anni dell’exploit del Brunello, si tenne tra l’altro il centenario del Brunello di Biondi Santi, e la manifestazione teatrale nacque tenendo conto di questo fatto. Se quell’esperienza è ripetibile? Lo è se c’è coesione tra passato e presente e allo stesso tempo tra i vari enti, dal Comune al Consorzio del Brunello. Ci vuole una grande convinzione e una capacità d’iniziativa non indifferente”.

“Montalcino era il baricentro del teatro internazionale e sono cresciuto con questo mito”, racconta Manfredi Rutelli, fino a poco tempo fa direttore artistico della stagione teatrale di Montalcino. “Ho avuto la fortuna di incontrare Proietti negli anni Novanta, sono stato per tre anni assistente di Alvaro Piccardi, direttore didattico del laboratorio di Proietti al Brancaccio di Roma. L’ho seguito in tutto il percorso laboratoriale, lì tra l’altro ho conosciuto Flavio Insinna. Era molto divertente passare le serate insieme a lui, una splendida persona oltre ad un gran raccontatore di barzellette”. Proietti fu il regista dello spettacolo “Parole parole parole” che la figlia Carlotta tenne agli Astrusi Off nel gennaio del 2016. “Era di fatto il debutto di Carlotta – sottolinea Rutelli – fu molto gradevole e il pubblico apprezzò moltissimo”.

A ricordare la presenza di Gigi Proietti a Montalcino, e il suo amore per la terra del Brunello, è anche l’attore Renato Iannì, sulle pagine odierne dell’Eco di Biella. “Nella stagione estiva dell’84 – scrive Iannì – l’Istituto di teatro dell’Università di Roma mi incaricò di organizzare il Festival di teatro a Montalcino e lì potei conoscere meglio il Gigi de Roma, che ingaggiai col suo “Come mi piace”, che in parte derivava proprio da “A me gli occhi please” e in cui si faceva accompagnare da una parte dei suoi allievi attori. Immediato il tutto esaurito dei mille posti nell’ampio spiazzo interno alla fortezza e infiniti gli applausi a fine serata. Poi accompagnai a cenare la folta e allegra compagnia, che comprendeva anche una piccola orchestra. Non si risparmiò nulla, dal cibo alle bevande, tra cui ovviamente spiccava il Brunello e, tra una portata, una barzelletta e un aneddoto, si fecero le 4 di notte/mattina. Tra i giovani attori c’era anche Giorgio Tirabassi, che Proietti aveva eletto sua spalla, ma che non aveva trovato una stanza. Lo feci imboscare nel mio albergo tra i boschi, dove ne tenevo una in serbo per ogni evenienza (e dove l’anno dopo Eduardo avrebbe tradotto in napoletano “La Tempesta” di Shakespeare). L’indomani penso che lui fosse ancora tra le braccia del sonno pesante quando io, con le palpebre di piombo, affrontai lo sterrato per tornare a Montalcino, non riuscendo ad evitare il mio primo incidente che mi costò una storica 500. Non rividi più né Proietti né la sua compagnia, ma seppi che proprio in quell’occasione si era innamorato sia del posto che del suo vino. D’altra parte cantava: il vino è un tranquillante che se fa coll’uva /e nun si compra nella farmacia / se pia senza ricetta all’osteria/e per la dose te la vedi tu”.(Photo credit: Francesco Belviso)

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

23 novembre 2020

Poste Italiane, come richiedere in anticipo le pensioni di dicembre

Poste Italiane comunica che in provincia di Siena le pensioni del mese di dicembre, comprensive di tredicesima, verranno accreditate a partire da mercoledì 25 novembre per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una

23 novembre 2020

Il servizio a domicilio delle aziende Cia di Montalcino

Sono dieci le attività agricole di Montalcino affiliate a Cia Agricoltori Italiani che stanno effettuando la consegna a domicilio, di materie prime fresche e di qualità, oltre che di piatti tipici contadini. Dal vino (Brunello e Rosso di Montalcino in

20 novembre 2020

Tamponi rapidi per medici di famiglia e pediatri in farmacia

Partito il percorso di distribuzione dei tamponi antigenici rapidi per medici e pediatri di famiglia in farmacia, ossia di quei tamponi in grado di dare il risultato dopo 20 minuti. Grazie al recente accordo firmato dai sindacati Fimmg, Fimp e

19 novembre 2020

“Contributi per tutti”: l’appello di Confcommercio e Confesercenti Siena

“I provvedimenti del Governo verso le imprese continuano ad essere parziali e non sufficienti. La distinzione in zone serve solo a limitare i soggetti che hanno diritto agli aiuti, ma gli aiuti sono essenziali per tutti!”. Così Confcommercio e Confesercenti Siena

19 novembre 2020

Tuscan Rewind, l’ordinanza: niente possibilità di sosta per gli equipaggi

Lo svolgimento del Tuscan Rewind non ha trovato un parere del tutto favorevole da parte dei Comuni di Montalcino e Buonconvento. Lo spiegano i due sindaci, Silvio Franceschelli e Riccardo Conti, in una nota che illustra anche le misure di

18 novembre 2020

Contributi ai poli museali, c’è anche il museo di Montalcino

2,7 milioni di euro per 23 poli museali della provincia di Siena, di cui più del 60% destinati all’Opera della Metropolitana. Sono i fondi stabiliti dal ministero dei Beni culturali per far fronte all’emergenza Covid. Risorse preziose per sopperire in

7 novembre 2020 16:00

La mostra di Luca Rubegni

Il 7 novembre, alle ore 16, la galleria d’arte La Linea di Montalcino presenta “In fabula”, la seconda esposizione personale del pittore Luca Rubegni (la prima fu esposta nella primavera del 2019). La mostra si potrà visitare fino al 30

19 ottobre 2020

Al via i corsi di danza

Il 19 ottobre iniziano i corsi di danza classica e, novità di quest’anno, moderna della scuola di danza di Montalcino “Danza nel Mondo”, che ha spostato momentaneamente la sede dai locali comunali vicino alla sala convegni a una delle sale

18 ottobre 2020

“Inchiostro 2020”: Poggio Civitella

Domenica 18 ottobre (ore 16) quarto e ultimo appuntamento del ciclo di conferenze “Inchiostro 2020”. Sarà la volta del professor Luigi Donati dell’Università di Firenze, che ha diretto la campagna di scavo di Poggio Civitella, il sito etrusco più rilevante della