“Il Brunello di Montalcino è una grande opera d’arte”

Alessandro Scorsone, sommelier e maestro cerimoniere della presidenza del Consiglio dei Ministri“Il Brunello di Montalcino è una grande opera d’arte. Rappresenta un elemento di classe e di lusso, nonché di cultura. Rappresenta anche qualcosa di molto importante da donare, per quello lo paragono sempre ad un gioiello. E lo devi anche saper raccontare, perché non è soltanto un vino di prestigio, ma è una denominazione di un piccolo territorio che è stato in grado di crescere e farsi conoscere in tutto il mondo. Ecco perché, di fronte al Brunello, c’è da togliersi il cappello”. Alessandro Scorsone, sommelier e maestro cerimoniere della presidenza del Consiglio dei Ministri, descrive così il Brunello di Montalcino, uno dei simboli di eccellenza del Made in Italy nel mondo. Un prodotto di altissima artigianalità e qualità che si incastona perfettamente in un periodo come le festività natalizie.

“Metterlo in tavola a Natale - spiega Scorsone - è una scelta importante, di qualità. Tutti, un giorno, aspirano di bere un grande Brunello di Montalcino, elemento non solo qualificante ma che ci lega alla parola ‘cultura’. E non dimentichiamoci del Rosso di Montalcino, ad un prezzo più basso ma comunque di grande eleganza e bevibilità”. Bevibilità che, secondo il sommelier di Palazzo Chigi, è uno dei tratti distintivi, assieme alla linearità e alla godibilità, dei Brunello degli ultimi anni.“In un momento tragico come questo, consiglio di comprare, stappare, godere e condividere una bottiglia di vino, e poi parlare di quella bottiglia, di chi il vino lo ha fatto, di quei produttori che hanno costruito il ‘miracolo del Brunello’. A volte io stesso prendo la macchina e vado a farmi raccontare le storie dei vignaioli di Montalcino”.I

l Brunello è sicuramente uno dei vini più rappresentativi della cantina di Palazzo Chigi ed è stato più volte protagonista nei pranzi ufficiali di Stato, ma non solo. “Da ormai diversi anni - conclude Scorsone - utilizziamo il vino come dono in occasione di visite speciali, un’usanza presa in prestito nel 2000 dall’ex presidente francese Jacques Chirac. Quando venne Barack Obama ricevette una cassetta di Brunello, gli piacque così tanto che chiamò direttamente in azienda per ordinarne altro e riceverlo alla Casa Bianca. Questo per capire l’importanza del dono del vino e il prestigio e l’appeal del Brunello”.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

27 gennaio 2021

Il Consorzio del Brunello valuta ulteriori azioni su processo per frode

Nota stampa del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino: “Il 22 gennaio scorso si è concluso il procedimento penale innanzi al Tribunale di Siena che ha visto costituito, assistito dall’avvocato Francesca Piroli del Foro di Siena, il Consorzio del Vino

27 gennaio 2021

Coldiretti ai Comuni: “azzerare Tari per salvare gli agriturismi”

“24.000 agriturismi da salvare in tutta Italia, oltre 1.500 solo nella provincia di Siena: si cominci azzerando la Tari perché anche le strutture agrituristiche da un anno stanno lottando per sopravvivere stretti fra lockdown, misure anti contagio e limiti agli

26 gennaio 2021

Intervento di restauro per il gonfalone di San Giovanni d’Asso

Intervento di restauro per il vecchio gonfalone dell’estinto Comune di San Giovanni d’Asso, visibilmente rovinato. Ad occuparsene una ditta senese, che si è resa disponibile al recupero conservativo della seta e dei ricami. Costo dell’operazione: 2.196 euro (Iva inclusa).

25 gennaio 2021

Coronavirus, 422 nuovi casi in Toscana: età media 47 anni

Covid-19, in Toscana sono 422 i positivi in più rispetto a ieri (416 confermati con tampone molecolare e 6 da test rapido antigenico). Da inizio epidemia, i casi positivi totali sono pari a 131.281 unità. L’età media dei 422 nuovi

25 gennaio 2021

Lavori lastrico in via Moglio, come cambia la circolazione

A partire da mercoledì 27 gennaio, a causa della realizzazione del lastrico in via Moglio, la viabilità cittadina subirà alcune variazioni. Questa fase dei lavori riguarderà infatti via Moglio, dall’intersezione con Piazzetta San Pietro all’intersezione con via S. Lucia (bivio

25 gennaio 2021

Seconda casa, ci si può spostare solo se si ha medico nel territorio

Una notizia che interessa anche Montalcino e chi ha nel nostro territorio una seconda abitazione. Esattamente come successo a novembre e prima ancora a maggio dell’anno scorso, chi si sposterà nella seconda casa in Toscana da altre regioni dovrà avere

15 febbraio 2021

Presentazione de “La Pettegola”

Lunedì 15 febbraio, Banfi presenta La Pettegola Edizione Limitata 2021. L’evento quest’anno sarà in diretta streaming. A breve saranno comunicati tutti i dettagli e il programma completo. L’iniziativa viene ripetuta ogni anno con un artista diverso che firma un’etichetta d’autore

29 gennaio 2021

Caritas presenta “Un anno di Covid”

Venerdì 29 gennaio 2021, alle ore 11, nella sede dell’ex-convento delle Clarisse a Siena, in Via Mascagni 40, verrà presentato il dossier “Un anno di Covid” realizzato dalla Caritas dell’Arcidiocesi di Siena-Colle Val d’Elsa-Montalcino. Lo studio della Caritas diocesana offrirà

25 gennaio 2021

Scuola di Musica, si riparte in presenza

Una notizia che attesa e che farà piacere a molti. Lunedì 25 gennaio la scuola di musica della Filarmonica “G.Puccini” di Montalcino riprenderà le lezioni in presenza. “Riaprire - spiega la presidente Lucia Cesarini - è una responsabilità per noi che