Grandi formati di Brunello: fascino e storia

Avete mai acquistato o regalato una bottiglia di Brunello dal grande formato? Preziose, ricercate, numerate, dal valore così inestimabile da rendere un’annata già grande ancora più speciale e l’avvenimento al quale è legata o nel quale sarà stappata ancora più memorabile. Parliamo delle bottiglie dai grandi formati, oggetto del desiderio dei wine lovers e un “must” per i collezionisti, che non possono non averne almeno un esemplare in cantina. Perché dentro una bottiglia “extra” c’è la celebrazione di una vendemmia straordinaria, e, attorno, c’è l’emozione di una giornata eccezionale o di un ricordo indimenticabile. Per il Brunello di Montalcino è un momento d’oro, le due annate in commercio quest’anno, la Riserva 2015 e l’annata 2016, sono di quelle memorabili (“le migliori di sempre”, per le voci più influenti ed autorevoli della critica internazionale) e simili eccellenze meritano senz’altro una bottiglia speciale. A livello visivo una bottiglia di grande formato colpisce all’istante: c’è la cera lacca color rosso rubino ad avvolgere esternamente il collo che ricopre il tappo di sughero; sovente possiamo trovare un’etichetta in edizione limitata e una cassetta pregiata con all’interno un velluto a fare da “guanciale” alla preziosa bottiglia. Ma soprattutto c’è un’artigianalità minuziosa, perché parliamo di un pezzo da collezione e la rarità merita sempre una “cura speciale”.

“I grandi formati - spiega Riccardo Talenti, vicepresidente e responsabile marketing e comunicazione del Consorzio del Brunello - sono sempre particolari e possono richiamare occasioni speciali, come un’asta di beneficenza o una vendemmia da ricordare. Vengono realizzate pochissime unità anche perché non rientrano nel processo produttivo standard e quindi richiedono molta artigianalità, dall’imbottigliamento fino al tappo che non ha la misura di quelli delle classiche bottiglie. In questo oggetto dai numeri piccoli c’è la percezione di un valore grande. La produzione è ridotta quindi non c’è un mercato specifico, i grandi formati sono per i collezionisti, per le aste, per celebrare un evento unico come può essere un matrimonio”. E poi c’è quella cura certosina nel confezionamento che richiede mani abili, proprio come in vigna. “Anche il sigillo in cera lacca viene applicato in azienda - continua Talenti - ed è un lavoro manuale. Ci vuole molta più attenzione del solito con una bottiglia dal grande formato e questo vale per le operazioni di imbottigliamento fino a quelle di chiusura perché il tappo ha una dimensione particolare. Senza dimenticare la maneggevolezza della bottiglia perché poi il vino va versato nel calice. Le bottiglie più richieste sono quelle con formati da 3 litri, 5 e 6 litri ma vengono prodotti anche formati ancora più grandi come quello da 18 o superiore ai 20 litri”.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

2 marzo 2021

Apicoltori nomadisti, pubblicata la graduatoria per l’accesso ai contributi

E’ stata approvata e pubblicata la graduatoria delle domande presentate dagli apicoltori nomadisti toscani sul sistema Artea, per la Misura C “Razionalizzazione della transumanza” per la Campagna 2020-2021. Cinquantaquattro le domande di contributo pervenute per l’attività di transumanza di cui

2 marzo 2021

Giro d’Italia a Montalcino, il Comune cerca sponsor

Il Comune di Montalcino ha pubblicato un avviso pubblico di selezione finalizzato alla ricerca di soggetti interessati (privati, imprese, società associazioni) a sponsorizzare le attività o gli eventi collaterali legati all’arrivo della tappa n.11 del Giro d’Italia che vedrà il

26 febbraio 2021

Gli accompagnatori delle neo-mamme possono stare in ospedale

Una novità importante per il pianeta gravidanza: adottando con effetto immediato le indicazioni dell’Istituto superiore di sanità, l’Asl Toscana Sud Est garantirà in tutte le sue strutture l’accesso agli accompagnatori (una persona) delle neo mamme non solo nella fase del

26 febbraio 2021

Un nuovo mezzo per i Vigili del Fuoco di Montalcino

Un nuovo mezzo a disposizione per i Vigili del Fuoco di Montalcino, importante punto di riferimento per la nostra area. Arrivato da poco al distaccamento, dopo l’assegnazione avvenuta dal comando provinciale, si tratta di un mezzo antincendio di ultima generazione.

25 febbraio 2021

La Messa del Cardinale Lojudice a Sant’Antimo

Domenica 28 febbraio 2021 alle ore 11 sarà celebrata all’Abbazia di Sant’Antimo la Santa Messa solenne in canto gregoriano presieduta dal Cardinale Augusto Paolo Lojudice, Arcivescovo di Siena, Colle di Val d’Elsa, Montalcino. Per l’occasione saranno accolti i nuovi componenti

24 febbraio 2021

Danni da ungulati e risarcimenti, il 25 febbraio tavola rotonda online

Danni da fauna selvatica e relativi risarcimenti agli agricoltori, impatto della pandemia sull’incremento degli ungulati, braccate di selezione e gestione nelle riserve naturali. Di questo e molto altro si parlerà nella tavola rotonda online con esperti di settore, associazioni agricole

8 marzo 2021

Parole e opere a “Finalmente è lunedì”

Quattro dialoghi a distanza e una tavola rotonda conclusiva, un’occasione di incontro virtuale e confronto reale rivolta a chi vive ed opera nell’area di Montalcino e zone circostanti: partirà il 22 febbraio “Finalmente è lunedì. Identità aperte e globalizzazioni chiuse”,

6 marzo 2021

Le Strade Bianche

Torna il grande ciclismo nel nostro territorio. A marzo arrivano le Strade Bianche, la “classica del nord più a sud d’Europa”. La gara del calendario Uci World Tour è una delle più spettacolari e affascinanti della stagione. L’appuntamento, con partenza

1 marzo 2021

“Finalmente è lunedì”, 2° puntata

“Montalcino è sempre stata presente nell’immaginario dei senesi, nei loro ricordi. Quando c’è il corteo storico del Palio, già da bambini impariamo dell’antico privilegio per cui Montalcino sfila in prima posizione per via della Repubblica di Siena ritirata a Montalcino.