Nel 2022 Montalcino va al voto. Chi si candida?

MontalcinoNel 2022 Montalcino andrà al voto per eleggere il nuovo sindaco (l’unico altro comune interessato in provincia è Sarteano). L’ultima volta fu l’11 giugno 2017, dopo la fusione con San Giovanni d’Asso e il breve incarico ad interim del commissario prefettizio. Silvio Franceschelli ottenne il 74,23% dei voti e 8 seggi e sconfisse gli sfidanti Hubert Ciacci (13,43% e due seggi) e Angelo Cosseddu (12,33% e due seggi). Adesso, cinque anni dopo, soltanto uno dei tre è certo di ricandidarsi. “Senz’altro presenteremo una lista civica, senza riferimenti a partiti politici - spiega a MontacinoNews Ciacci, capogruppo della Lega e riferimento dell’opposizione in consiglio comunale - punteremo su ideali sia di centro-destra che di centro-sinistra, ma è tutto in divenire. Bisogna riconoscere che Franceschelli sta governando bene, molto dipenderà anche dalla sua scelta”. Già, perché il sindaco non ha ancora deciso se ricandidarsi (sarebbe il suo terzo mandato, ma non ci sarebbero impedimenti visto che il primo fu stoppato dalla fusione). “Lo farò prima della Befana, fatti i congressi del partito provinciale”, sottolinea Franceschelli, che tempo fa aveva spiegato come tutto dipendesse dai suoi progetti cardine: le scuole allo Spuntone, la cittadella agroalimentare a San Giovanni d’Asso, le riqualificazioni di Torrenieri e del presidio ospedaliero. “Se gli organismi competenti mi fanno portare avanti quei progetti cardine bene, altrimenti mi fermo - le sue parole al nostro sito - la mia ricandidatura è subordinata a queste condizioni. Non chiedo garanzie economiche, i soldi andiamo a cercarli. Chiedo che di qui a fine anno tutti gli atti siano a posto”.

A riconoscere il lavoro fatto dall’amministrazione Franceschelli è anche Angelo Cosseddu, che nel 2017 si candidò con la lista civica “Il Ponte”, in rappresentanza di San Giovanni d’Asso, e che non ha ancora deciso se ricandidarsi. “Ci sono cose da migliorare, ma sta lavorando bene - commenta Cosseddu - in piccole realtà come la nostra collaborare è necessario. La popolazione di San Giovanni d’Asso forse si aspettava di vedere qualcosa di più immediato, qualcuno si lamenta che è stato fatto poco. Però è vero che ci sono in ballo progetti a lungo termine. La scuola, una volta fatta, ci sarà sempre, con l’obiettivo di far rivivere nuovamente il paese. Poi c’è la struttura ricettiva di Ampella; ho parlato di recente con la proprietà, non vede l’ora di ripartire. Ma bisogna considerare il rallentamento causato dalla pandemia”.

Un altro progetto che vede coinvolto San Giovanni, come tutto il territorio di Montalcino, è quello del Distretto Rurale. “A gennaio usciranno sul mercato i primi prodotti – formaggi, miele e zafferano – col marchio “Eccellenze di Montalcino”. Poi toccherà agli altri, dal tartufo ai cereali all’olio. Ma i disciplinari sono tutti già approvati”. E poi c’è, chiaramente, il riconoscimento della cerca e cavatura del tartufo in Italia come bene immateriale Unesco, fortemente voluto dall’Associazione Città del Tartufo, che ha sede proprio a San Giovanni d’Asso ed è presieduta da Michele Boscagli, ex sindaco del borgo simbolo del Tartufo Bianco delle Crete Senesi. Un riconoscimento che potrebbe dare un’ulteriore spinta ad una delle tante eccellenze di un territorio unico come quello di Montalcino.

2 pensieri su “Nel 2022 Montalcino va al voto. Chi si candida?

  1. Bla.. Bla…Bla…Bla… su San Giovanni tante chiacchiere e pochi fatti. In 5 anni di amministrazione soldi spesi per il borgo? Forse 200.000 € a fronte degli oltre 5 milioni incassati come risorse aggiuntive derivanti della fusione. Come e dove sono stati spesi gli altri soldi? Questo si chiede la stragrande maggioranza dei residenti del borgo!

  2. buongiorno, a me pare che la fusione tra i Comuni di San Giovanni d’Asso e Montalcino, almeno per il primo ex comune, non abbia portato alcun beneficio. Uffici comunali ridotti in orario di apertura, meno servizi, polizia municipale assente e per di più, i tanto auspicati soldi della fusione, che credo di aver sentito dire, ammontavano ad oltre 1 milione euro per anno, non si sono visti. Chiederei volentieri: dove e come sono stati sono stati spesi i 5/6 milioni di euro incassati?
    Con 6 milioni di euro sai quante cose si potevano fare? La cittadella Agroalimentare di San Giovanni per il momento è tale sulla carta e sono già trascorsi 5 anni di amministrazione
    Il Sig. Franceschelli amministrerà anche bene ma le opposizioni (Ciacci e Machetti che fanno un gruppo, Cosseddu che ne fa un altro e Landi un altro ancora) sono state inesistenti, poco incisive e men che meno propositive. Almeno per quello che si senti in giro.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

17 gennaio 2022

Assenze autisti, rimane scoperta anche la linea Montalcino-Buonconvento

Anche oggi, a causa di malattie e quarantene legate al Covid che stanno interessando anche molti conducenti, sono previste riduzioni ai servizi urbani ed extraurbani di Autolinee Toscane in tutto il territorio regionale. In base alle comunicazioni ricevute dai vari

17 gennaio 2022

Montalcino, la benedizione degli animali nel giorno di Sant’Antonio

Una bella tradizione, particolarmente sentita dai cittadini di Montalcino, che si rinnova. Oggi pomeriggio, alla Chiesa di Sant’Egidio si celebra Sant’Antonio Abate, il protettore degli animali. L’appuntamento è alle ore 17.30, con la celebrazione e la benedizione delle bestie, grandi

12 gennaio 2022

Positivi al Covid, le nuove modalità di raccolta rifiuti

Cambiano le modalità di raccolta dei rifiuti prodotti dalle utenze positive al Covid-19. Con l’ordinanza del presidente della Regione Toscana, a partire da oggi, mercoledì 12 gennaio, non è più prevista la raccolta a domicilio dei rifiuti per le persone

10 gennaio 2022

Da oggi prezzi calmierati in Toscana per tamponi anti-Covid

Da oggi in tutta la Toscana i test antigenici rapidi e molecolari saranno a prezzo calmierato. Per il rapido il costo non potrà superare i 15 euro (prezzo massimo già fissato nelle farmacie di tutta Italia), mentre il tampone molecolare

10 gennaio 2022

Dal 17 gennaio attivo centro vaccinale a Monteroni d’Arbia

A partire da lunedì 17 gennaio, sarà attivo un nuovo centro vaccinale dell’Asl Toscana sud est in provincia di Siena, a Monteroni d’Arbia, nei locali della palestra La Popolare adiacenti il Papillon, che ha ospitato a lungo le vaccinazioni nella

7 gennaio 2022

L’agroalimentare Made in Tuscany vola a cifre record

L’agroalimentare Made in Tuscany corre veloce verso il record delle esportazioni che fanno registrare un balzo del 12,4% nel terzo trimestre del 2021. Il valore dell’export di vino, olio, frutta ed altri prodotti agricoli ed agroalimentari toscani è aumentato rispetto

21 gennaio 2022 08:00

La mostra dei presepi a Montalcino

L’Istituto Comprensivo “Insieme” di Montalcino festeggia il cinquantesimo anniversario della scuola a tempo pieno, una delle prime in Italia ad adottare questa formula. Tanti alunni sono cresciuti con le attività pomeridiane sotto la guida di maestri eccellenti che hanno voluto

20 gennaio 2022

“Giusto” al Teatro degli Astrusi

Proseguono gli appuntamenti della stagione teatrale 2021-22 di Montalcino, curata per la prima volta dal Teatrino dei Fondi, con la direzione artistica di Enrico Falaschi e il sostegno del Comune di Montalcino, del Ministero della Cultura e della Regione Toscana.

16 gennaio 2022

Pesciolino d’Oro

Proseguono gli appuntamenti della stagione teatrale 2021-22 di Montalcino, curata per la prima volta dal Teatrino dei Fondi, con la direzione artistica di Enrico Falaschi e il sostegno del Comune di Montalcino, del Ministero della Cultura e della Regione Toscana.

©2011-2021 Montalcinonews sas - Registrazione del Tribunale di Siena n. 8 del 20 settembre 2011 - info@montalcinonews.com
Partita Iva/Codice Fiscale 01319890529 - Camera di Commercio di Siena - R.E.A SI 138063 - Privacy