Miele, produzione dimezzata ma in ripresa

In attesa del programma ufficiale della Settimana del Miele di Montalcino, parliamo di un ritorno importante per quello che è stato il primo appuntamento nazionale dedicato ad un prodotto di eccellenza del Made in Italy, è arrivato il momento di fare un punto della situazione sull’annata in Toscana dopo che la nostra redazione aveva tastato il polso su Montalcino. “Produzione quasi dimezzata ma in ripresa in Toscana per effetto del clima pazzo con le fioriture estive bruciate dal caldo o distrutte dalla grandine e le api allo stremo costrette ad allungare i voli per trovare un po’ di nutrimento”. Ciò è quanto emerge dal primo bilancio di Coldiretti Toscana sul miele Made in Tuscany nel 2022 che stima una riduzione media della produzione tra il 30% ed il 40% in miglioramento rispetto all’annata disastrosa dello scorso anno condizionata dalla gelata di maggio.
Una quadro sul quale hanno pesato in modo particolare le alte temperature e la siccità estrema che ha investito il 90% del territorio regionale con fioriture anticipate che, spiega Coldiretti Toscana, hanno costretto gli apicoltori a partire prima verso le aree montane e a portare razioni di soccorso negli alveari. Coldiretti Toscana ha sottolineato che secondo l’Osservatorio Nazionale Miele sulla base delle rilevazioni di luglio, sono stati deludenti i raccolti per il castagno dove si sono registrate rese molto eterogenee, più scarse negli areali produttivi di bassa quota (5 kg/alveare in media), migliori nelle zone di montagna dove i castagni hanno sofferto meno il caldo. Nelle zone vocate di Appennino e Casentino (province di Pistoia ed Arezzo) e sul monte Amiata (provincia di Grosseto) i raccolti hanno sfiorato punte di 15-18 kg/alveare, comunque inferiori alle attese. Non si registrano al momento raccolti significativi di girasole né di melata d’abete o altre melate.
Ma oltre alla spallata del clima, ha sottolineato la Coldiretti regionale, i “pastori delle api” devono fare fronte anche all’esplosione dei costi per le tensioni internazionali generate dalla guerra in Ucraina: dai vasetti di vetro (+40%) alle etichette (+35%), dai cartoni (45%), legno (+30%) e cera (30%) fino al gasolio (+129%). Confezionare un vasetto di miele costerà mediamente tra il 20% ed 30% in più ai 7.036 i “pastori delle api” che gestiscono complessivamente 15.501 apiari, 138.453 alveari, di cui il 13% biologici, e 22.946 sciami (fonte Sistema Informativo Veterinario Nazionale) per una produzione media complessiva che oscilla tra i 23 ed i 24 milioni di quintali.
Nonostante i numeri in forte aumento l’atavica carenza di prodotto, costringe il nostro Paese ad importante grandi quantità di miele dall’estero in particolare da Ungheria, Romania, Ucraina, Argentina, Spagna e Cina.
“A minacciare la sopravvivenza delle api e della biodiversità, oltre al mix letale di fattori come l’impiego di pesticidi, l’urbanizzazione, il riscaldamento globale, acari e parassiti, è arrivata in Toscana anche la vespa velutina cinese che stermina gli alveari. Diversi i casi segnalati tra Massa Carrara e la vicina Versilia a partire dal 2018. Il calabrone asiatico è solo l’ultimo degli organismi alieni portati nelle campagne e nei boschi dai cambiamenti climatici e dalla globalizzazione. In Toscana sono presenti la cimice killer, il cinipide galleno, popillia japonica, drosophila suzukii, coleottero Aethina tumida e cimice marmorata asiatica. Il danno a livello nazionale dovuto all’arrivo di questi insetti – conclude Coldiretti Toscana - è poco inferiore al miliardo di euro quasi quanto i danni provocati dalle calamità naturali nel 2021″.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

23 settembre 2022

La Val d’Orcia Gravel ed i ristori tutti da scoprire

La Val d’Orcia Gravel, evento promosso dalla Orso on Bike, è in programma domenica 23 ottobre a Montalcino e, oltre ai percorsi, un altro importante “tassello” della giornata sarà rappresentato dai ristori. Questi, previsti in punti suggestivi, saranno organizzati in

23 settembre 2022

Elezioni, servizio per persone non deambulanti a cura della Misericordia

Come è noto domenica 25 settembre i cittadini sono chiamati alle urne per le elezioni politiche. A Montalcino sono circa 4.300 gli aventi diritto, raggruppati in nove sezioni (3 a Montalcino, 2 a Torrenieri e uno a Sant’Angelo in Colle,

22 settembre 2022

L’agricoltura fra caro energia e costi di produzione: allarme di Cia Toscana

L’agricoltura toscana, stretta nella morsa dell’inflazione e del caro energia, gasolio e materie prime, torni centrale nei fatti e meno chiacchiere. E’ questo l’auspicio della Cia Agricoltori Italiani della Toscana a pochi giorni dal voto del 25 settembre per le

21 settembre 2022

Sp 14 Traversa dei Monti: 1,4 milioni per ripristino carreggiata e fondo stradale

Un intervento da 1,4 milioni per il ripristino della carreggiata e del corpo stradale dissestati da una serie di movimenti franosi lungo la Sp 14 “Traversa dei Monti” in località Semiti, tra Torrenieri e Montalcino. È quanto previsto da un

21 settembre 2022

Cosseddu presidente del consiglio del Municipio di S. Giovanni

Angelo Cosseddu è il nuovo presidente del consiglio del Municipio di San Giovanni d’Asso, che si è insediato il 15 settembre e avrà il compito di portare avanti temi importanti come il Distretto Rurale di Montalcino, la scuola agraria e

20 settembre 2022

Un progetto per favorire l’indipendenza delle persone con disabilità

Un aiuto concreto ai progetti per l’indipendenza e l’autonomia delle persone con disabilità, per periodi che vanno da 6 mesi ad un anno attraverso contributi mensili. Questa è la finalità dell’avviso pubblico “Indipendenza e Autonomia – InAut (terza annualità)”, promosso

9 ottobre 2022

Ben Finita da Tenute Nardi

È in una data unica la proposta di Tenute Silvio Nardi in occasione di “Cantine Aperte in Vendemmia”, appuntamento must del Movimento Turismo del Vino. Il 9 ottobre si terrà “La Ben Finita”, pranzo di fine vendemmia - menù completo

8 ottobre 2022 11:00

Trekking e picnic in vigna

“Trekking & Picnic in vigna” è il titolo dell’iniziativa di Franco Pacenti, divisa in due momenti, “Aspettando la vendemmia” (3-4 settembre ore 11-15) e “Benfinita della vendemmia” (8-9 ottobre, ore 11-15), nell’ambito di “Cantine Aperte in Vendemmia”, evento must del

1 ottobre 2022 12:00

Sagra del Galletto (1-2 ottobre)

la Sagra del Galletto. Appuntamento sabato 1 e domenica 2 ottobre con un ricco programma: nella serata iniziale (cena su prenotazione) torna la discoteca Il Pozzo mentre la domenica (con pranzo su prenotazione) sarà animata dal torneo di druzzola, ballo

©2011-2021 Montalcinonews sas - Registrazione del Tribunale di Siena n. 8 del 20 settembre 2011 - info@montalcinonews.com
Partita Iva/Codice Fiscale 01319890529 - Camera di Commercio di Siena - R.E.A SI 138063 - Privacy