Brunello di Montalcino, la valutazione dell’annata 2022

Vigneto di BrunelloUn anno che sarà ricordato come il più caldo e siccitoso di sempre, con la stagione in anticipo di un mese, i colori della natura a caratterizzare una situazione unica e il forte timore per l’esito della vendemmia, poi cancellato via dalla pioggia toccasana tra fine luglio e la prima metà di agosto, dalle grandi qualità del Sangiovese e al tempo stesso dalle capacità e le competenze dei viticoltori di Montalcino, che sono riusciti a mitigare le avversità mantenendo alta la materia organica nel terreno, lavorando i suoli per romperne la capillarità, proteggendo la chioma attraverso l’uso di antitraspiranti e protettivi e utilizzando sistemi previsionali sempre più efficaci per intervenire in campo. Si sintetizza così l’analisi dell’annata 2022 del Brunello di Montalcino, realizzata dal Master of Wine Gabriele Gorelli e presentata in occasione di Benvenuto Brunello, al Teatro degli Astrusi. Gorelli parla di uve “ricche dal punto di vista polifenolico e interessanti a livello aromatico. Un’annata che ha dato e insegnato molto. Sicuramente da gestire con gentilezza nell’estrazione e da seguire con cura nella fase di permanenza in legno”.

Focus: Vendemmia 2022 a Montalcino, di Gabriele Gorelli

Un anno che sarà ricordato come il più caldo e siccitoso di sempre.

Il germogliamento è avvenuto alla fine della prima settimana di aprile. Nonostante l’importante gelata del 2021, la 2022 si è presentata con un’ottima fertilità dei germogli e un buon numero di grappoli potenziali.

Aprile è stato un mese mite e povero di piogge, come tutta la prima parte della primavera. Un incremento significativo delle temperature – con picchi fino a 29° C – si è avuto dalla seconda metà di maggio.

Ciò ha fatto fin da subito presagire quale sarebbe stata la tendenza e l’evoluzione della stagione.

Le alte temperature - ampiamente al di sopra delle medie stagionali - hanno determinato una forte colatura dei fiori e un minor sviluppo dei grappoli, rendendoli piccoli e spargoli.

A causa del perdurare di condizioni climatiche sopra la norma, la stagione è come fosse stata di un mese sempre in anticipo. I colori della natura che caratterizzano il mutare del paesaggio ilcinese hanno descritto questa situazione unica.

In aggiunta al grande caldo e alla siccità, la stagione 2022 si è caratterizzata per un’impressionante intensità luminosa che ha portato ad una riduzione delle performance fotosintetiche delle viti. Le non eccessive gradazioni alcoliche riscontrate in vendemmia ne sono una conferma.

Le caratteristiche anisoidriche della varietà sangiovese hanno consentito di sopportare queste fortissime condizioni di stress termico ed idrico.

I viticoltori di Montalcino hanno fatto il resto per mitigare una situazione di severità non indifferente:

-  mantenendo alta la materia organica nel terreno

-  lavorando i suoli per romperne la capillarità

-  proteggendo la chioma attraverso l’uso di antitraspiranti e protettivi

-  utilizzando sistemi previsionali sempre più efficaci per intervenire in campo.

C’è chi è riuscito a ricorrere all’irrigazione, un tempo definita di soccorso e che oggi sarebbe più corretto definire ‘di qualità’, per le uve e per il benessere delle piante.

Alla terza settimana di luglio si contavano ormai più di 30 giorni con temperature massime oltre i 35° C. Si è seriamente iniziato a temere per l’esito della vendemmia.

Finalmente, il 28 luglio, il 2, il 16 e il 18 agosto sono arrivate le piogge, per un totale di 130 mm. Un evento determinante per ribaltare l’esito di una temutissima previsione sull’annata, favorendo un calo delle temperature diurne e considerevoli escursioni termiche notturne

che nelle settimane successive hanno permesso alle piante di ribilanciare i parametri delle uve.

La vendemmia è stata inevitabilmente anticipata e si è pressoché conclusa l’ultima settimana di settembre, subito prima di una perturbazione che ha portato ulteriori 220mm di pioggia.

Le accortezze prestate in campagna si sono riscontrate in vigneti che al momento della raccolta erano verdi, in equilibrio e non mostravano segni di stress eccessivo.

Le rese sono state in linea con gli ultimi due anni. Le uve che ne risultano sono ricche dal punto di vista polifenolico e interessanti a livello aromatico. Un’annata che ha dato e insegnato molto. Sicuramente da gestire con gentilezza nell’estrazione e da seguire con cura nella fase di permanenza in legno.

Guarda il video:

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

2 dicembre 2022

Cassia, entro giugno il progetto esecutivo dello svincolo di Monsindoli

Entro giugno 2023 è atteso il progetto esecutivo di una delle più celebri opere incompiute della provincia di Siena, lo svincolo di Monsindoli, a Monteroni d’Arbia, che metterebbe in contatto la Cassia con la Siena-Grosseto, portando grossi benefici a chi

2 dicembre 2022

Ultime ore per l’iscrizione al Rally del Brunello

Ci sarà tempo fino alla mezzanotte di oggi 2 dicembre per aderire al Rally del Brunello, appuntamento conclusivo del Campionato Italiano Rally Terra Storico e del Campionato Italiano Rally Terra. Il doppio evento – organizzato in joint da Scuderia Etruria

30 novembre 2022

Dal consiglio regionale il sì al progetto “Ferro-ciclovie della Val d’Orcia”

La commissione Ambiente del consiglio regionale della Toscana, guidata da Lucia De Robertis (Pd), ha provveduto all’approvazione definitiva del progetto di paesaggio (Pdp) “Ferro-ciclovie della Val d’Orcia, dei Colli e delle Crete senesi”, che si propone di creare una rete di percorsi

30 novembre 2022

Sanità e rifiuti, il 2 dicembre possibili disagi per sciopero nazionale

Potrebbero verificarsi disagi nella giornata di venerdì 2 dicembre, a causa dello sciopero generale nazionale dei settori privati e pubblici, proclamato da ADL Varese, CIB Unicobas, Cobas Comitati base scuola, Cobas Sardegna, CUB, SGB, SI COBAS, USB, USI, Unione Sindacale

28 novembre 2022

Lavori pavimentazione stradale, modifiche alla viabilità

Nella giornata di domani, 29 novembre, dalle ore 8 fino al termine dei lavori, verrà istituito un divieto di transito in Via Soccorso Saloni, dall’intersezione con Via Landi all’intersezione con Via Donnoli, nel centro storico di Montalcino, al fine di

28 novembre 2022

Calcio, il Montalcino frena e la vetta si allontana

Pari e rimpianti per il Montalcino, che sabato non è andato oltre l’1-1 in casa contro il Montagnano. Biancoverdi avanti al 60’ con un rigore di Giovanni Bandini, ma raggiunti sei minuti dopo dalla rete di Tarantino. I ragazzi di

6 gennaio 2023

Torrenieri e gli eventi di Natale

Torrenieri si prepara per le iniziative di Natale con le associazioni del paese protagoniste di un calendario che propone eventi e divertimento per tutta la famiglia. Gli appuntamenti dedicati alle feste inizieranno l’8 dicembre con l’apertura del Presepe nella Chiesa

8 dicembre 2022

Torrenieri, al via le feste di Natale

I festeggiamenti per il Natale a Torrenieri inizieranno giovedì 8 dicembre con l’apertura del Presepe alla Chiesa di Santa Maria Maddalena. A seguire “…Sulla strada del Natale” al dancing L’Etoile: un pomeriggio da passare in compagnia e animato da tombola,

4 dicembre 2022

“Il Principe Canarino” a Montalcino

Nell’ambito della rassegna di teatro “Piccoli Astrusi”, domenica 4 dicembre alle ore 17 al Teatro degli Astrusi di Montalcino l’appuntamento è con “Il Principe Canarino”, uno spettacolo tratto dalle “fiabe italiane” di Italo Calvino. Si tratta dell’ultimo appuntamento della rassegna

©2011-2021 Montalcinonews sas - Registrazione del Tribunale di Siena n. 8 del 20 settembre 2011 - info@montalcinonews.com
Partita Iva/Codice Fiscale 01319890529 - Camera di Commercio di Siena - R.E.A SI 138063 - Privacy