Zafferano, stagione di raccolta positiva

ZafferanoTra le eccellenze di Montalcino c’è anche lo zafferano, spezia che da noi ha una lunga tradizione e un uso in molte ricette. Quello che è conosciuto anche come “l’oro rosso di Montalcino”, coltivato da queste parti fin dal Medioevo, sta avendo una bella riscoperta. Alla fine dell’Ottocento la produzione si interruppe ma negli ultimi decenni l’interesse, per fortuna, sta crescendo considerevolmente. Per sottolineare la storia e il legame tra Montalcino e lo zafferano basti pensare che nel 1857 Clemente Santi, il padre del Brunello di Montalcino, vinse il premio alla prestigiosa esposizione agraria Toscana con lo “Zafferano del suolo montalcinese” che fu particolarmente apprezzato per qualità e profumo.

I produttori del territorio salutano una stagione di raccolta positiva. Per Massimo Bindi di Pura Crocus (azienda nata da una idea dello stesso Bindi insieme a Marzio Saladini e Alessandro Pecci) che produce alcuni chilogrammi nei due campi che si trovano a Montalcino (dove c’è anche il laboratorio e il punto vendita) e San Quirico “si esce da un periodo di raccolta entusiasmante ma anche stancante. A causa della siccità abbiamo avuto bulbi piccolissimi e quindi un raccolto immenso che ha dato una resa più bassa anche se maggiore dello scorso anno. La fioritura è stata di circa 40 giorni, per quanto riguarda la qualità dobbiamo fare ancora le analisi ma credo che sia eccellente. Noto un aumento della consapevolezza del prodotto e questo è positivo”. Anche se la concorrenza è importante, la qualità del prodotto coltivato in Valdorcia è di livello assoluto. Pura Crocus ha una produzione 100% biologica, fa parte dell’Associazione Italiana Zafferano ed è tra le principali realtà a livello nazionale.

“È stata una bella raccolta, molto anticipata visto il caldo ma sopra la media come quantità”, dice Arturo Galiati de “L’arte dei semplici”, che ha iniziato a produrre zafferano con la moglie Viviana Tarducci (dell’azienda Padelletti) dal 2019 a Montalcino, in località La Croce, mettendo inizialmente 50.000 bulbi. “Quest’anno ho visto anche l’interesse di alcuni montalcinesi, che mi hanno chiesto se potessero darci una mano per la raccolta. L’azienda è biologica e “biosinergica”. Non utilizziamo nessun tipo di sostanze chimiche. Solo rovesci, concimazioni naturali e riposo del terreno attraverso una rotazione biennale. Per adesso vendiamo solo a privati. Da quest’anno abbiamo iniziato una collaborazione col Caseificio dei Barbi, stiamo facendo delle prove per un formaggio allo zafferano”. L’azienda “L’arte dei semplici” produce pure olio (a breve arriverà il miele) e propone un servizio interessante per Montalcino: l’agricampeggio.

A livello regionale, Coldiretti ha “fotografato” lo scenario. Fiori più piccoli, raccolto in anticipo e produzione in calo (tra il 10% ed il 20%) a causa del terreno che è rimasto arido per lungo tempo per effetto del prolungato periodo di assenza di precipitazioni e del caldo anomalo in autunno ma qualità salva per lo zafferano Made in Tuscany. Partita in anticipo, anche di due settimane in alcune aree della Toscana, la raccolta del fiore dell’oro rosso crocus sativus si può dire ormai terminata. Tra le regioni storicamente vocate alla coltivazione della spezia più pregiata e costosa del mondo (se ne hanno tracce già a partire dal Medioevo), in Toscana, ha spiegato Coldiretti, si coltivano tra i 6 ed i 7 ettari di zafferano per lo più con metodo biologico da piccole aziende agricole per una produzione tra i 60 ed i 70 chilogrammi. Lo zafferano è capace di adattarsi sia al freddo che al caldo e, come ha spiegato il presidente di Coldiretti Toscana Fabrizio Filippi, questa “è stata una stagione meno complicata rispetto ad altre colture. Negli ultimi anni la coltivazioni di questa straordinaria spezia, la cui essenza versatile e ricca di proprietà ha molte applicazioni ed usi, si è fatta largo nella nostra regione anche se siamo di fronte ancora ad estensioni molto ridotte e frammentate. Purtroppo, come molti alti prodotti del nostro Made in Tuscany di qualità, è oggetto di contraffazioni ed adulterazioni”.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

2 dicembre 2022

Cassia, entro giugno il progetto esecutivo dello svincolo di Monsindoli

Entro giugno 2023 è atteso il progetto esecutivo di una delle più celebri opere incompiute della provincia di Siena, lo svincolo di Monsindoli, a Monteroni d’Arbia, che metterebbe in contatto la Cassia con la Siena-Grosseto, portando grossi benefici a chi

2 dicembre 2022

Ultime ore per l’iscrizione al Rally del Brunello

Ci sarà tempo fino alla mezzanotte di oggi 2 dicembre per aderire al Rally del Brunello, appuntamento conclusivo del Campionato Italiano Rally Terra Storico e del Campionato Italiano Rally Terra. Il doppio evento – organizzato in joint da Scuderia Etruria

30 novembre 2022

Dal consiglio regionale il sì al progetto “Ferro-ciclovie della Val d’Orcia”

La commissione Ambiente del consiglio regionale della Toscana, guidata da Lucia De Robertis (Pd), ha provveduto all’approvazione definitiva del progetto di paesaggio (Pdp) “Ferro-ciclovie della Val d’Orcia, dei Colli e delle Crete senesi”, che si propone di creare una rete di percorsi

30 novembre 2022

Sanità e rifiuti, il 2 dicembre possibili disagi per sciopero nazionale

Potrebbero verificarsi disagi nella giornata di venerdì 2 dicembre, a causa dello sciopero generale nazionale dei settori privati e pubblici, proclamato da ADL Varese, CIB Unicobas, Cobas Comitati base scuola, Cobas Sardegna, CUB, SGB, SI COBAS, USB, USI, Unione Sindacale

28 novembre 2022

Lavori pavimentazione stradale, modifiche alla viabilità

Nella giornata di domani, 29 novembre, dalle ore 8 fino al termine dei lavori, verrà istituito un divieto di transito in Via Soccorso Saloni, dall’intersezione con Via Landi all’intersezione con Via Donnoli, nel centro storico di Montalcino, al fine di

28 novembre 2022

Calcio, il Montalcino frena e la vetta si allontana

Pari e rimpianti per il Montalcino, che sabato non è andato oltre l’1-1 in casa contro il Montagnano. Biancoverdi avanti al 60’ con un rigore di Giovanni Bandini, ma raggiunti sei minuti dopo dalla rete di Tarantino. I ragazzi di

6 gennaio 2023

Torrenieri e gli eventi di Natale

Torrenieri si prepara per le iniziative di Natale con le associazioni del paese protagoniste di un calendario che propone eventi e divertimento per tutta la famiglia. Gli appuntamenti dedicati alle feste inizieranno l’8 dicembre con l’apertura del Presepe nella Chiesa

8 dicembre 2022

Torrenieri, al via le feste di Natale

I festeggiamenti per il Natale a Torrenieri inizieranno giovedì 8 dicembre con l’apertura del Presepe alla Chiesa di Santa Maria Maddalena. A seguire “…Sulla strada del Natale” al dancing L’Etoile: un pomeriggio da passare in compagnia e animato da tombola,

4 dicembre 2022

“Il Principe Canarino” a Montalcino

Nell’ambito della rassegna di teatro “Piccoli Astrusi”, domenica 4 dicembre alle ore 17 al Teatro degli Astrusi di Montalcino l’appuntamento è con “Il Principe Canarino”, uno spettacolo tratto dalle “fiabe italiane” di Italo Calvino. Si tratta dell’ultimo appuntamento della rassegna

©2011-2021 Montalcinonews sas - Registrazione del Tribunale di Siena n. 8 del 20 settembre 2011 - info@montalcinonews.com
Partita Iva/Codice Fiscale 01319890529 - Camera di Commercio di Siena - R.E.A SI 138063 - Privacy