Spuntone, dal terreno incolto nascerà un parco urbano

Veduta del parco urbano da sud-ovest. A sinistra il centro storico, a destra il polo scolastico e le lottizzazioni. Sullo sfondo, la Fortezza.È di circa 840.000 euro la stima dei costi per il terzo stralcio del progetto dello Spuntone, quello relativo al parco urbano e al percorso pedonale lungo le mura, oltre al recupero dei terrazzamenti e di un tratto delle stesse mura. Si tratta di interventi limitati e contenuti rispetto a quanto previsto in sede di concorso di progettazione (1,6 milioni di euro solo per i lavori), in modo da accedere ai bandi di finanziamento per la rigenerazione urbana in co-partecipazione con altri comuni consorziati.

“L’area in progetto – si legge tra i documenti del progetto di fattibilità approvato dalla giunta – risulta assai strategica all’intero processo di rigenerazione urbana e riqualificazione del quartiere, in quanto ha le potenzialità di trasformare un terreno incolto in un vero e proprio parco urbano pubblico, dotato e attrezzato per il tempo libero all’interno di un sistema verde, che ricrei forti valenze ambientali il più possibile naturali in una zona altrimenti ad alta pressione antropica e agricola”.

Il tema principale è la ricomposizione di un parco urbano con forte caratterizzazione naturalistica, dove l’elemento predominante è lo spazio verde terrazzato, un ambiente naturale parzialmente alberato, accessibile a tutti e pensato soprattutto per bambini (con aree gioco sicure e protette), anziani (con zone di sost livelli di progettazione.

Nello specifico per questo stralcio riguardante il parco urbano sono stati richiesti, anche
ai fini di accedere ai recenti bandi di finanziamento per la “rigenerazione urbana” in co-
partecipazione con altri comuni consorziati, interventi molto limitati e contenuti al minimo possibile in quanto a costi di realizzazione e conseguente spesa di gestione. È stato infatti indicato un quadro economico a disposizione per la partecipazione al bando pari a 742.000 euro. Tale importo risulta molto contenuto rispetto a quanto previsto in sede di concorso di progettazione e determinazionerong>

L’obiettivo dell’amministrazione è trovare efficace risoluzione all’attuale stato di disordine
e difficoltà di manutenzione delle aree verdi costituenti i fianchi nord, est ed ovest della
vallata dello Spuntone. Riqualificare tale area, ai piedi della Fortezza e dunque in diretta
accessibilità al nucleo antico della città, diventa fondamentale anche per risolvere
il collegamento tra il fondovalle e la quota di accesso alla città, così da garantire una connessione il più possibile diretta tra il nuovo polo scolastico, il parcheggio multipiano e il centro cittadino.

Di tutto il sedime, solamente una parte dell’area risulta già destinata dagli strumenti urbanistici a servizi e spazi a verde per la collettività; il resto del lotto è invece adibito a parcheggio ma risulta di non facile utilizzo a causa dell’accentuata acclività del terreno e del fondale dissestato, per via dei continui movimenti del sottofondo che poggia su strati di riporto, specie nella parte terminale della piccola valle.

L’idea che sta alla base del progetto nasce dalla volontà di sistemare con poche ma efficaci azioni ed interventi di tipo tradizionale un’area di margine o filamento del tessuto urbano rendendola uno spazio di transizione, collegamento e fruizione aperto alla cittadinanza e ai turisti. Dal nuovo parco urbano i turisti transiteranno per uscire o rientrare nella nuova autorimessa pluripiano interrata; attraverso i percorsi naturalistici, all’ombra protetta delle piante e della vegetazione arbustiva locale passeranno i bambini e i ragazzi per andare a scuola e potranno sostare e giocare in sicurezza prima di rientrare alle loro case.

Il progetto presentato dal gruppo di architetti vincitore del banco riguarda una sola parte degli interventi costituenti il masterplan complessivo e per tale motivo le necessarie integrazioni con gli altri edifici, che subiranno progettazioni parallele e/o complementari, dovranno necessariamente valutarsi con l’avanzare dei rispettivi e successivi livelli di progettazione.

Nello specifico per questo stralcio riguardante il parco urbano sono stati richiesti, anche
ai fini di accedere ai recenti bandi di finanziamento per la “rigenerazione urbana” in co-
partecipazione con altri comuni consorziati, interventi molto limitati e contenuti al minimo possibile in quanto a costi di realizzazione e conseguente spesa di gestione. È stato infatti indicato un quadro economico a disposizione per la partecipazione al bando pari a 742.000 euro. Tale importo risulta molto contenuto rispetto a quanto previsto in sede di concorso di progettazione e determinazione dell’importo lavori post-conferenza di Copianificazione, che aveva destinato come importo lavori (ovvero netto lavori, escluse somme a disposizione) per lo stralcio del Parco Urbano 1,62 milioni.

Il nuovo importo che scaturisce dallo studio di fattibilità tecnico ed economica è quindi da ritenersi vincolato alla opportunità di partecipazione al bando di finanziamento (che prevedeva un budget più limitato e contenuto) e potrebbe subire modifiche in sede di progettazione definitiva per una diversa modulazione degli interventi anche in integrazione e completamento degli altri stralci in progetto (polo scolastico, parcheggio multipiano e sistemazione della viabilità).

La soluzione prospettata mira dunque a un’ottimizzazione in termini di interventi ambientali, con lo scopo di ridurre tempi e costi di realizzazione, anche eventualmente da mettere in programma in un prossimo futuro ai fini dell’avvio della sistemazione dell’area di evidente e notevole pregio paesaggistico.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

21 febbraio 2024

Cia Toscana: “Ridistribuire valore per dare gusto reddito all’agricoltura”

Un finocchio prodotto in Toscana porta nelle tasche dell’agricoltore solo 35 centesimi, cioè meno del 20% del prezzo finale troviamo al supermercato. Con il consumatore finale che paga di più per il confezionamento che per il prodotto agricolo. E l’esempio

20 febbraio 2024

Elezioni Ue, possono votare anche gli stranieri residenti a Montalcino

In occasione delle prossime elezioni europeo dell’8 e 9 giugno i cittadini dell’Ue residenti in Italia che volessero esercitare il diritto di voto per i membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia possono farlo presentando domanda entro l’11 marzo al sindaco

20 febbraio 2024

Bandi agricoltura, Coldiretti: centrale la semplificazione per le imprese

“I 29 bandi in uscita nel 2024 sono una grande opportunità di finanziamento per continuare il fondamentale upgrade delle imprese agricole verso la sostenibilità ambientale, l’innovazione, la competitività e lo sviluppo del settore. Restano a nostro avviso, forti le criticità

19 febbraio 2024

Toscana, ecco il cronoprogramma dei bandi a sostegno dell’agricoltura

29 bandi per complessivi 245 milioni di euro: la giunta regionale della Toscana ha approvato il cronoprogramma dei bandi Feasr (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale) per il 2024 - sia riguardo alla programmazione del Psr 2014-2022 (Programma di

16 febbraio 2024

Il workshop in Val d’Orcia per tutelare i beni culturali

Un approfondimento sulle varie forme di tutela e conservazione dei beni culturali, evidenziando il ruolo e le attività del Ministero della Cultura e delle Soprintendenze ed esaminando le attività di recupero, valorizzazione e conservazione attuate dagli enti locali. Sono i temi

16 febbraio 2024

Lutto regionale per un gravissimo incidente in un cantiere a Firenze

Gravissimo incidente sul lavoro stamani per il crollo di un solaio in un cantiere edile a nord-ovest di Firenze, in via Mariti, dove si stava costruendo un nuovo supermercato. Tre i morti già accertati (ma ci sono ancora dei dispersi),

16 marzo 2024

Corso di primo soccorso

Un corso Blsd per diffondere il corretto uso del defibrillatore in caso di arresto cardio-respiratorio e allo stesso tempo un’occasione per conoscere le attività di una realtà storica di Montalcino. Il 16 marzo, nella propria sede, dalle ore 9 alle

25 febbraio 2024

Presentazione libro e concerto

Il Circolo culturale ricreativo di Sant’Angelo in Colle organizza una nuova iniziativa a sostegno della Fondazione Veronesi. Domenica nella Chiesa di San Michele Arcangelo alle 17 sarà presentato il libro “La felicità è un dono” di Marco Annoni, un volume

23 febbraio 2024

Bagna Cauda nel Travaglio

Venerdì 23 febbraio (ore 20) il Quartiere Travaglio organizza la Bagna Cauda in società. Prenotazioni da Mariangela (349 7739270).

©2011-2023 Montalcinonews sas - Registrazione del Tribunale di Siena n. 8 del 20 settembre 2011 - info@montalcinonews.com
Partita Iva/Codice Fiscale 01319890529 - Camera di Commercio di Siena - R.E.A SI 138063 - Privacy