Venerdì Ocra: “Evoluzione” di Jurgen Dahlmanns

Inizio:
28 aprile 2017 18:30
Termine:
28 aprile 2017 23:00
Locale:
OCrA
Indirizzo:
Via Boldrini, Montalcino, Italia

Torna “Venerdì Ocra”, organizzati dalla Scuola Permanente dell’Abitare con il patrocinio del Comune di Montalcino. L’appuntamento è per venerdì 28 aprile (ore 18.30), all’Officina Creativa dell’Abitare di Montalcino, con una serata dedicata a Jurgen Dahlmanns ed alla aua mostra “Evoluzione”, un lungo viaggio che percorre la vita e le passioni di Dahlmanns attraverso l’antica arte dell’annodatura manuale e il design moderno.
L’incontro con il designer e architetto Jurgen Dahlmanns sarà accompagnato da una sorprendente installazione di tappeti contemporanei realizzati a mano all’interno del Chiostro di Sant’Agostino.
I manufatti disegnati da Dahlmanns e realizzati in Nepal e Rajasthan rappresentano le diverse collezioni che in questi anni hanno segnato il percorso evolutivo del designer. Un lungo viaggio che percorre la vita e le passioni di Dahlmanns attraverso l’antica arte dell’annodatura manuale e il design moderno.
Ogni manufatto esposto rappresenta le emozioni e le esperienze che il designer ha vissuto negli ultimi quindici anni. Era infatti il 2002 quando Jurgen decise di trasformare la sua vita di affermato architetto per realizzare il sogno di disegnare tappeti contemporanei.
Dahlmanns spiega che creare movimento nel disegno è la sfida più impegnativa: “Solo conoscendo ogni più piccolo dettaglio del processo di manifattura, sono riuscito a combinare i diversi passaggi manuali fino ad ottenere effetti del tutto inaspettati che rappresentano il tratto distintivo di ogni mia collezione….e il colore è lo stato emozionale dei miei tappeti.”
Le collezioni del designer infatti coniugano i moderni linguaggi dell’arte e del design con l’antica tradizione tessile.
Jurgen Dahlmanns nasce nel 1967 in una cittadina olandese, vicina al confine tedesco. Dopo qualche anno si trasferisce a Berlino dove termina gli studi e si laurea in architettura. Nel 1998 si trasferisce a Vienna per progettare il più grande museo costruito fino ad allora in Europa, il Quartiere dei Musei. Dopo tre anni come manager progettuale del sito, ritorna a Berlino. Rinuncia alla prestigiosa carica, quando si rende conto di non riuscire più a conciliare la sua etica con gli interessi economici e politici che gli vengono imposti. Durante il suo primo viaggio in Nepal, sale sull’Annapurna a 8000 metri e proprio qui avviene un’incontro destinato a cambiare la vita di Jurgen: sulla via del ritorno nota un vecchio tappeto tibetano che lo folgora. Da quel momento intraprende sempre più spesso viaggi tra il Nepal e la Cina, alla ricerca di altri manufatti che ispirino questa sua nuova passione. Jurgen decide che il suo amore per i tappeti tibetani si trasformerà in una vera professione e nel 2002 fonda Rug Star. Il laboratorio in Nepal si sviluppa a tal punto da rappresentare la struttura sociale ed economica del piccolo villaggio nepalese. Sono circa 400 le persone impiegate nell’attività. Attraverso parte del ricavato ottenuto dai proventi di Rug Star, nel villaggio sono stati edificati una scuola e un ospedale. Jurgen inoltre ha aderito a Good wave, un’associazione garante dei diritti minorili, contro lo sfruttamento dei bambini. Oggi Rug Star è composta da un team che lavora a stretto contatto con Jurgen nella sede di Berlino, da operatori tessili in Nepal, Rajasthan e Cina e da diversi imprenditori che hanno aperto nel mondo shops del brand. Microcosmi connessi tra loro che attraverso competenze diverse contribuiscono alla realizzazione e alla promozione di collezioni di tappeti d’autore. Tanta strada è stata percorsa da questo eclettico designer berlinese, che in poco tempo ha rivoluzionato il concetto tradizionale del tappeto orientale, trasformandolo in un vero e proprio elemento artistico, conciliando la funzionalità del complemento d’arredo all’emozione che il disegno con i suoi tratti e colori suscita da sempre nell’essere umano.
La degustazione di apertura verrà offerta da Podere Forte, azienda agricola situata a Castiglione d’Orcia, comune toscano inserito nella splendida cornice della Val d’Orcia. Podere Forte si estende su un territorio di 278 ettari in cui è stata ricreata l’antica idea di cortes romana: una fattoria polifunzionale dove uomo, piante e animali contribuiscono a realizzare un macrocosmo integrato, autosufficiente e sostenibile. Un inno alla biodiversità. Vitati, oliveti, boschi, e giardini rappresentano una ricchezza esclusiva del podere, che viene distillata nella produzione di vini, olio extravergine di oliva, miele e frumento. Insieme a pascoli e allevamenti che vantano la presenza di una pregiata varietà di animali, quali cinte senesi, vacche chianine e pecore di razza Suffolk. La tecnica agricola privilegiata dall’azienda sacturisce dalla biodinamica: mira a sostenere la natura nei suoi processi stagionali, a rendere il terreno sempre più fertile, a preservare il benessere degli uomini attraverso un’alimentazione sana e a garantire continuità all’ecosistema. Ogni prodotto del Podere Forte è etichettato Demeter, un marchio che assicura l’utilizzo della tecnica.






nuvoloso Montalcino
Temperatura ore 12: 13°
Precipitazioni (mm): 0

dati a cura di 3BMeteo

7 dicembre 2017

Montalcino, occhio all’Amiata. Altro scontro diretto per il Torrenieri

Meno tre al giro di boa. Il girone F di Prima Categoria giunge nel weekend alla 13° giornata. Il Montalcino, dopo il pareggio a reti bianche col Manciano, torna a giocare al “Soccorso Saloni” dove arriva l’Amiata, che è settimo

6 dicembre 2017

Il Comune acquista 250 copie del libro di Magini

L’Archivio Storico Comunale di Montalcino conserva una preziosissima mole di documenti sulla storia della comunità locale non abbastanza conosciuti e valorizzati. Nel corso degli anni diversi studiosi hanno incentrato le loro ricerche su vari periodi storici, specialmente su quello che

6 dicembre 2017

Tenuta Piccini, una bottiglia di Natale della Robur nella Cantina del Brunello

Da un po’ di tempo Tenuta Piccini, storica realtà toscana da 16 milioni di bottiglie vendute e un fatturato superiore ai 60 milioni di euro, proprietaria a Montalcino di Villa al Cortile (12 ettari tutti a Brunello), ha deciso di

5 dicembre 2017

Open day all’Istituto Professionale Agrario di Montalcino

Arriva, per la prima volta, l’open day all’Istituto Professionale Agrario di Montalcino. Un modo per conoscere la scuola e il suo staff oltre che un’opportunità per tutti i giovani che frequentano l’ultimo anno delle medie di chiarirsi un po’ le

5 dicembre 2017

Nuova pavimentazione in pietra per centro storico Montisi

Il Comune di Montalcino punta sulla riqualificazione del centro storico di Montisi. Investimento in arrivo per la realizzazione di una nuova pavimentazione in pietra in via Umberto I°, nel cuore del paese. L’intervento, previsto nel programma triennale e nel relativo

4 dicembre 2017

Il Borghetto e i volantini in Piazza del Popolo

Una serie di volantini incollati a terra, a formare il numero 30, è apparsa nella notte tra sabato e domenica scorsa in Piazza del Popolo, nel cuore di Montalcino. Non è stato certo difficile collegare il fatto ai responsabili. Trenta

15 dicembre 2017

Cena degli auguri Avis

L’Avis Montalcino organizza la tradizionale cena degli auguri per ringraziare i donatori di sangue per i loro preziosi gesti. Venerdì 15 dicembre (ore 20), al ristorante “Locanda Sant’Antimo” di Castelnuovo dell’Abate, cena a base di pesce (a richiesta è possibile

15 dicembre 2017

Cena con “il re della Catalana”

Venerdì 15 dicembre la Drogheria Franci propone una serata con Riccardo Artizzu di Viareggio, “il re della Catalana”. Il menu propone: gambero di fondale fritto e crocchette di baccalà, carpaccio di ombrina, tartara di sugarello, filetto di triglia, scampo e

10 dicembre 2017

Calcio, Montalcino-Amiata

Meno tre al giro di boa. Il girone F di Prima Categoria giunge nel weekend alla 13° giornata. Il Montalcino capolista, dopo il pareggio a reti bianche col Manciano, torna a giocare al “Soccorso Saloni” dove arriva l’Amiata, che è