Venerdì Ocra: “Evoluzione” di Jurgen Dahlmanns

Inizio:
28 aprile 2017 18:30
Termine:
28 aprile 2017 23:00
Locale:
OCrA
Indirizzo:
Via Boldrini, Montalcino, Italia

Torna “Venerdì Ocra”, organizzati dalla Scuola Permanente dell’Abitare con il patrocinio del Comune di Montalcino. L’appuntamento è per venerdì 28 aprile (ore 18.30), all’Officina Creativa dell’Abitare di Montalcino, con una serata dedicata a Jurgen Dahlmanns ed alla aua mostra “Evoluzione”, un lungo viaggio che percorre la vita e le passioni di Dahlmanns attraverso l’antica arte dell’annodatura manuale e il design moderno.
L’incontro con il designer e architetto Jurgen Dahlmanns sarà accompagnato da una sorprendente installazione di tappeti contemporanei realizzati a mano all’interno del Chiostro di Sant’Agostino.
I manufatti disegnati da Dahlmanns e realizzati in Nepal e Rajasthan rappresentano le diverse collezioni che in questi anni hanno segnato il percorso evolutivo del designer. Un lungo viaggio che percorre la vita e le passioni di Dahlmanns attraverso l’antica arte dell’annodatura manuale e il design moderno.
Ogni manufatto esposto rappresenta le emozioni e le esperienze che il designer ha vissuto negli ultimi quindici anni. Era infatti il 2002 quando Jurgen decise di trasformare la sua vita di affermato architetto per realizzare il sogno di disegnare tappeti contemporanei.
Dahlmanns spiega che creare movimento nel disegno è la sfida più impegnativa: “Solo conoscendo ogni più piccolo dettaglio del processo di manifattura, sono riuscito a combinare i diversi passaggi manuali fino ad ottenere effetti del tutto inaspettati che rappresentano il tratto distintivo di ogni mia collezione….e il colore è lo stato emozionale dei miei tappeti.”
Le collezioni del designer infatti coniugano i moderni linguaggi dell’arte e del design con l’antica tradizione tessile.
Jurgen Dahlmanns nasce nel 1967 in una cittadina olandese, vicina al confine tedesco. Dopo qualche anno si trasferisce a Berlino dove termina gli studi e si laurea in architettura. Nel 1998 si trasferisce a Vienna per progettare il più grande museo costruito fino ad allora in Europa, il Quartiere dei Musei. Dopo tre anni come manager progettuale del sito, ritorna a Berlino. Rinuncia alla prestigiosa carica, quando si rende conto di non riuscire più a conciliare la sua etica con gli interessi economici e politici che gli vengono imposti. Durante il suo primo viaggio in Nepal, sale sull’Annapurna a 8000 metri e proprio qui avviene un’incontro destinato a cambiare la vita di Jurgen: sulla via del ritorno nota un vecchio tappeto tibetano che lo folgora. Da quel momento intraprende sempre più spesso viaggi tra il Nepal e la Cina, alla ricerca di altri manufatti che ispirino questa sua nuova passione. Jurgen decide che il suo amore per i tappeti tibetani si trasformerà in una vera professione e nel 2002 fonda Rug Star. Il laboratorio in Nepal si sviluppa a tal punto da rappresentare la struttura sociale ed economica del piccolo villaggio nepalese. Sono circa 400 le persone impiegate nell’attività. Attraverso parte del ricavato ottenuto dai proventi di Rug Star, nel villaggio sono stati edificati una scuola e un ospedale. Jurgen inoltre ha aderito a Good wave, un’associazione garante dei diritti minorili, contro lo sfruttamento dei bambini. Oggi Rug Star è composta da un team che lavora a stretto contatto con Jurgen nella sede di Berlino, da operatori tessili in Nepal, Rajasthan e Cina e da diversi imprenditori che hanno aperto nel mondo shops del brand. Microcosmi connessi tra loro che attraverso competenze diverse contribuiscono alla realizzazione e alla promozione di collezioni di tappeti d’autore. Tanta strada è stata percorsa da questo eclettico designer berlinese, che in poco tempo ha rivoluzionato il concetto tradizionale del tappeto orientale, trasformandolo in un vero e proprio elemento artistico, conciliando la funzionalità del complemento d’arredo all’emozione che il disegno con i suoi tratti e colori suscita da sempre nell’essere umano.
La degustazione di apertura verrà offerta da Podere Forte, azienda agricola situata a Castiglione d’Orcia, comune toscano inserito nella splendida cornice della Val d’Orcia. Podere Forte si estende su un territorio di 278 ettari in cui è stata ricreata l’antica idea di cortes romana: una fattoria polifunzionale dove uomo, piante e animali contribuiscono a realizzare un macrocosmo integrato, autosufficiente e sostenibile. Un inno alla biodiversità. Vitati, oliveti, boschi, e giardini rappresentano una ricchezza esclusiva del podere, che viene distillata nella produzione di vini, olio extravergine di oliva, miele e frumento. Insieme a pascoli e allevamenti che vantano la presenza di una pregiata varietà di animali, quali cinte senesi, vacche chianine e pecore di razza Suffolk. La tecnica agricola privilegiata dall’azienda sacturisce dalla biodinamica: mira a sostenere la natura nei suoi processi stagionali, a rendere il terreno sempre più fertile, a preservare il benessere degli uomini attraverso un’alimentazione sana e a garantire continuità all’ecosistema. Ogni prodotto del Podere Forte è etichettato Demeter, un marchio che assicura l’utilizzo della tecnica.






sereno con veli Montalcino
Temperatura ore 23: 21°
Precipitazioni (mm): 0

dati a cura di 3BMeteo

18 ottobre 2017

Blitz della Radiomobile, due denuncie per spaccio di droga

Un’operazione in notturna, durata più di dodici ore, per intercettare uno spaccio di stupefacenti. Nella notte di ieri (martedì 17 ottobre), il Nucleo Operativo Radiomobile di Montalcino ha ispezionato un’area, in località Piancastagnaio, trovando quattro pregiudicati, dei quali due sono

18 ottobre 2017

“Un Caffè ad Ocra”, domani tuffo nella storia di Montalcino

Dopo il debutto della prima serata, con la restaurata Chiesa di Sant’Agostino come punto di riferimento, l’iniziativa di Ocra - Officina Creativa dell’Abitare e dei quattro Quartieri di Montalcino è pronta a fare il bis, domani alle ore 17.30 (ingresso

18 ottobre 2017

Le Donne del Vino si raccontano nella tavola rotonda a Firenze

“Le Donne del Vino si raccontano. Dai divieti alla libertà di produrlo”. È il titolo della tavola rotonda in programma domani, alle ore 17, nella sala Gonfalone di Palazzo del Pegaso (via Cavour, 4) a Firenze, sede del Consiglio regionale

17 ottobre 2017

New York Wine Experience, Montalcino sarà protagonista

L’Italia leader del vino straniero in Usa sarà protagonista alla New York Wine Experience di Wine Spectator, di scena dal 19 al 21 ottobre al Marriot Marquis Hotel di New York City. Sotto i riflettori non solo 50 le cantine

17 ottobre 2017

Via libera per nuovo lastrico di Piazza Cavour e via Panfilo dell’Oca

Semaforo verde per il rifacimento del lastrico di Piazza Cavour e di via Panfilo dell’Oca a Montalcino. Il 12 ottobre è stata rilasciata l’autorizzazione paesaggistica che di fatto sbloccherà l’inizio dei lavori delle parti interessate che si trovano nel centro

16 ottobre 2017

Calcio, il Montalcino frena. Il Torrenieri piomba in zona playout

Si interrompe a sei (compresa la Coppa) la striscia di vittorie del Montalcino, frenato in casa da un ottimo Mazzola Valdarbia. Un risultato che non fa perdere le certezze ai ragazzi di Maestrini, saldi al primo posto a +4 sul

3 novembre 2017 17:00

Mostra “L’Isola Calvaria”

La mostra “L’Isola Calvaria” presenterà dal 3 al 26 novembre a Montalcino presso le sale espositive di OCRA (Officina Creativa dell’Abitare) due serie fotografiche realizzate nell’isola di Filicudi da Maria Vittoria Backhaus e Ornella Tondini. Le immagini di Ornella Tondini  sono state scattate quaranta anni fa,

3 novembre 2017 08:00

Canto gregoriano a Sant’Antimo

L’Arcidiocesi di Siena, Colle di Val d’Elsa e Montalcino promuove, dal 3 al 5 novembre, presso l’Abbazia di Sant’Antimo, il corso di canto gregoriano dal titolo Vox Christi, tenuto da Livio Picotti. Vox Christi è un seminario che permetterà ai

22 ottobre 2017

Presentazione di “Orciolo”

Un sigaro nato dalla collaborazione tra l’azienda agricola Col d’Orcia di Montalcino e la Compagnia Toscana Sigari di Sansepolcro. Domenica 22 ottobre “Orciolo”, alle ore 14, sarà presentato dall’azienda in abbinamento ai distillati biologici, ovvero la Grappa di Moscadello di