Robotmanina: la robotica a portata di bambino

RobotmaninaSi chiama “Robotmanina” e rappresenta un modo nuovo, originale e “didattico” di avvicinare i più giovani alla tecnologia introducendo, attraverso il lavoro delle proprie mani che interagiscono con macchine create per lavorare al posto dell’uomo o aiutarlo. Tutto questo nasce e si sviluppa nelle scuole dell’infanzia e primaria di Torrenieri dove gli insegnanti hanno ideato, seguendo un nuovo filone didattico che prevede l’inserimento della robotica nelle scuole, un progetto che coinvolge i ragazzi ed il Dipartimento di Ingegneria dell’informazione e scienze matematiche dell’Università degli studi di Siena.
E mercoledì 13, dopo diverse lezioni tra i banchi, è giunto il momento di fare pratica proprio con mani robotiche ed altri ingegnosi ricavati della tecnologia di avanguardia.
“Il titolo che abbiamo dato al progetto - spiega il professor Prattichizzo - “Robotmanina, mani per fare, fare le mani” dice tutto sul ruolo vitale della mano sia in natura che in robotica e grazie all’approccio ludico che i bambini hanno avuto con l’argomento, abbiamo avuto la dimostrazione di come la robotica e le più moderne tecnologie possano facilitare il processo di apprendimento nei bambini e nei ragazzi”.
È stata spiegata l’importanza nell’uomo dell’apparato muscolare e dell’energia per compiere qualunque movimento così come è fondamentale il motore e l’energia elettrica nella mano robotica. Di particolare interesse sono stati i giochi realizzati a gruppi che hanno permesso ai piccoli di interagire con la mano robotica e la spiegazione dell’importanza del pollice per la presa sia umana e ovviamente quella robotica.
“Chiaramente l’approccio alle nuove tecnologie - spiega in dirigente scolastico Francesco Pellegrini - è fondamentale per i ragazzi e per la scuola. Qui si tratta di una esperienza che va al di là di ciò che di consueto si fa tra i banchi di scuola. Un progetto che siamo riusciti a portare avanti grazie all’impegno ed alla volontà delle insegnanti della scuola di Torrenieri e alla disponibilità dell’ateneo senese ed in particolare del professor Prattichizzo che ringrazio. Spero che questa esperienza innovativa e all’avanguardia non rimanga una esperienza di un solo incontro ma che possa continuare anche il prossimo anno per avvicinare in nostri ragazzi alla tecnologia anche nelle sue forme più avanzate, tecnologie che possono avere una ricaduta sull’insegnamento e l’attività didattica”.

Guarda il Video

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

2 aprile 2020

Castiglion del Bosco devolve parte del ricavato del suo Brunello 2015

In occasione della Pasqua Castiglion del Bosco, una delle più grandi e storiche tenute di Montalcino, devolverà parte del ricavato della vendita del suo Brunello di Montalcino 2015 al fondo di solidarietà istituito dalla Regione Toscana. Un gesto concreto e

2 aprile 2020

Da Villa I Cipressi un aiuto alla Protezione Civile

Anche da parte del mondo del vino continua ad esserci attenzione per quanto riguarda questo difficile momento legato all’emergenza Covid-19. L’azienda agricola Villa I Cipressi di Montalcino ha deciso di fare la propria parte decidendo di donare il 5% di

2 aprile 2020

Il Presidente Rossi: “per il turismo ci aspettiamo interventi nazionali”

“Da noi il turismo rappresenta una percentuale forte del Pil, intorno al 12%, poi c’è tutto un mondo che si muove intorno”. Così il presidente della Regione Toscana a “24 Mattino” su Radio 24 aggiungendo poi come questa situazione per

1 aprile 2020

Medico di famiglia, assistiti del dottor Mandarini assegnati al dottor Marzi

Per prevenire e contenere gli effetti del Coronavirus e tutelare la salute dei cittadini, evitando di spostarsi dalle proprie abitazioni e di rimanere senza medico, in attesa di effettuare una nuova scelta, la Società della Salute senese comunica che da

1 aprile 2020

Trasporti pubblici, la Regione invita a non buttare gli abbonamenti di marzo

Conservare l’abbonamento del mese di marzo, in attesa che vengano definite possibili misure compensative. L’indicazione della Regione Toscana è rivolta a tutti gli abbonati del trasporto pubblico regionale, sia esso su ferro, gomma o via mare. “Stiamo lavorando da tempo

31 marzo 2020

La Regione Toscana proroga il rischio incendi fino al 15 aprile

Oggi doveva scadere il divieto di abbruciamento ma la Regione Toscana ha deciso di prorogare la finestra a rischio incendi fino al prossimo 15 aprile. Fino a questa data sarà perciò vietato l’abbruciamento dei residui vegetali.

8 marzo 2020

Pranzo di pesce nel Travaglio

L’8 marzo, in occasione della Festa della donna, il Quartiere Travaglio organizza un pranzo a base di pesce (ore 12.30). Prenotazioni in bacheca entro e non oltre il 5 marzo.

8 marzo 2020

L’8 marzo nei Quartieri

Sono tanti gli appuntamenti in occasione della Festa della Donna a Montalcino promossi dai Quartieri: domenica 8 marzo, ore 13, pranzo nel Pianello (prenotazioni entro il 6 alle ore 12 presso la bacheca), mentre la sera l’appuntamento è nel Borghetto

7 marzo 2020

A cena nella Ruga coi sapori italiani

La Ruga promuove un appuntamento a tema, una cena che è un viaggio gastronomico con piatti che omaggiano le varie regioni d’Italia. Si terrà sabato 7 marzo, alle ore 20, nella sede di Vicolo del Pino. Prenotazioni entro il 6