Niente Pineta, le nuove scuole si faranno allo Spuntone

Area sterrata dello SpuntoneLe nuove scuole si faranno allo Spuntone. Dal “testa a testa” esce sconfitta l’area della Pineta, altra zona ritenuta potenzialmente adatta in un territorio dove non state individuate altre zone urbanisticamente ritenute idonee. Scuola ma non solo perché il progetto, la cui superficie minima stimata è di 23.000 metri quadrati, prevederà oltre alla realizzazione del polo scolastico (circa 15.000 m2) - che accoglierà il nido d’infanzia, la scuola dell’infanzia, la scuola primaria, la scuola secondaria di primo grado - anche per i restanti 8.000 m2 la realizzazione di un centro polifunzionale, dotato di adeguati spazi aperti e nuovi parcheggi. Cosa succederà adesso? Partirà il concorso di progettazione con il quale verrà realizzato l’intervento (il premio è di 15.000 euro per il primo classificato). Ovviamente i tempi non saranno brevi, ma finalmente la zona è stata individuata. La Pineta ha pagato i suoi problemi di accessibilità visto che si raggiunge prendendo una strada stretta che potrebbe “congelarsi” con il traffico e, essendo in salita, in caso di neve e gelo la situazione della viabilità non sarebbe certo il massimo. E poi ci sono i ripetitori per la telefonia mobile, un elemento che di fatto ha sconsigliato la costruzione della scuola. Certo che anche l’area dello Spuntone è comunque delicata: è prossima al centro storico, presenta “aspetti di criticità relativi al paesaggio” (come sottolineato nelle note tecniche, di grande importanza per la scelta finale dell’area, dell’architetto Roberto Vezzosi che si possono leggere nell’albo pretorio del Comune insieme a quelle dell’architetto Roberto Milesi), e, pensiamo noi, potrebbe generare un problema alla viabilità dell’area, già molto frequentata dai mezzi, con picchi di traffico elevati nelle ore di ingresso e di uscita dalla scuola. Ma la prossimità del centro storico ha anche i suoi vantaggi, e poi l’accessibilità, le aree di sosta e il rilancio della zona dello Spuntone hanno fatto la differenza nella scelta. Servirà un progetto davvero bello e importante: c’è uno “skyline” e una bellissima vista panoramica da tutelare. Vedremo i lavori che saranno selezionati, ci vorranno comunque anni prima di vedere le nuove scuole. Poi si dovrà pensare anche a come riutilizzare quelle attuali (gli adeguamenti degli edifici sono stati valutati troppo costosi, da qui la necessità di costruire ex novo) e dare un nuovo progetto alla Pineta che merita un rilancio. Intanto però il primo passo per la “riorganizzazione degli edifici scolastici” è stato fatto. L’aera prescelta da parte dell’amministrazione comunale per la realizzazione del nuovo polo scolastico è quella dello “Spuntone”.

Un pensiero su “Niente Pineta, le nuove scuole si faranno allo Spuntone

  1. Pingback: Cercasi sponsor la cittadella agroalimentare | Montalcino News

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

15 ottobre 2019

I numeri della Granfondo: 1.100 al via (video)

L’attesa della partenza e le biciclette al via. La passione di uno sport e di un evento, la Granfondo del Brunello e della Val d’Orcia, capace di portare sul territorio oltre 1.100 persone. Nel video che abbiamo realizzato ci sono

14 ottobre 2019

Francigena Ultramarathon: in 350 a Torrenieri

Il weekend che è appena andato in archivio è stato anche quello della World Francigena Ultramarathon che ha percorso l’antico itinerario di “Sigerico”. Una manifestazione che si pone l’obiettivo di far conoscere il territorio e quindi anche le sue bellezze

14 ottobre 2019

Il Consorzio del Brunello accoglie enotecari italiani e francesi

Prosegue la collaborazione storica tra il Consorzio del Brunello e Vinarius: l’associazione delle enoteche italiane in questi giorni è a Montalcino per uno stage formativo dei suoi associati, che quest’anno sarà ancora più speciale. Da aprile, infatti, insieme all’Associazione Enotecari

14 ottobre 2019

Montalcino, esonerato Corbucci. A breve il nome del sostituto

L’avventura di Luca Corbucci a Montalcino è arrivata al capolinea. La società biancoverde, alla luce delle difficoltà incontrate in questo avvio di stagione, ha deciso di sollevare dall’incarico l’ex tecnico del Badesse. “Come spesso avviene in questi casi, paga la

14 ottobre 2019

Montacino finisce di nuovo sul Tg2 Weekend

“Non si può citare Montalcino senza pensare subito al vino che ormai identifica questo territorio”. Comincia così il servizio Rai dedicato a Montalcino e mandato in onda nel Tg2 Weekend del 12 ottobre, a tre settimane esatte dalla visita alla

12 ottobre 2019

Una pedalata nobile in cantina con le Lady Bike

La Granfondo del Brunello e della Val d’Orcia è partita e già da stamattina ha iniziato ad animare Montalcino. Una comitiva di circa trenta persone, in attesa della “classicissima” di domani, che spegne 30 candeline, hanno aderito al progetto delle

20 ottobre 2019

La Passeggiata in Rosa a Montalcino

Per il terzo anno le Hop Hope organizzano la “Passeggiata in Rosa” che andrà alla scoperta delle mura di Montalcino. Un percorso di 7 km aperto a tutti, facile, con ritrovo domenica 20 ottobre (ore 14.30) al parcheggio sterrato dello

19 ottobre 2019

“I Quartieri per la storia” a Montalcino

Sabato 19 ottobre (ore 17.30), nel Complesso di Sant’Agostino, terzo appuntamento con “I Quartieri per la storia”, progetto che prevede la pubblicazione di una tesi di laurea inedita o di un nuovo lavoro di ricerca sulla storia di Montalcino, sostenuti

19 ottobre 2019

Cena nel Travaglio

Il 19 ottobre (ore 20) cena nel Quartiere Travaglio. Prenotazioni nella bacheca della società.