Chiudono le poste nelle frazioni di Montalcino

L'ufficio di Montalcinio delle Poste ItalianeTutti a casa ma dalle frazioni per andare alle Poste bisognerà recarsi a Montalcino. Una situazione temporanea, legata ovviamente all’emergenza Coronavirus, che accomuna tanti piccoli paesi italiani dopo la razionalizzazione delle aperture degli sportelli e la rimodulazione degli orari. Chiuse per il momento, e non sappiamo fino a quando, le poste di Torrenieri, Montisi (i cui clienti dovranno rivolgersi allo sportello più vicino, quello di Trequanda) e San Giovanni dAsso. In altre frazioni sono già chiusi da anni, ma definitivamente. Da lunedì lufficio postale di Montalcino sarà aperto tre volte alla settimana (lunedì, mercoledì e venerdì) e soltanto la mattina. Una decisione, quella della ulteriore razionalizzazione degli uffici postali su scala nazionale, presa, spiega Poste Italiane, per “salvaguardare la salute dei lavoratori e della clientela”.

Non entriamo nei giudizi ma guardiamo adesso la situazione per Montalcino: il rischio ora è che possano crearsi ammassamenti di gente in certi giorni specifici. E soprattutto crea un disagio per quegli anziani che dalle frazioni si devono spostare a Montalcino per (soprattutto) ritirare la pensione o pagare le bollette. Non è un problema da poco. Ma anche in questa situazione, come per la questione della spesa, bisognerà fare di necessità virtù: e quindi andare alla posta solo per motivi strettamente necessari, magari prelevare qualche soldo in più per non ritornarci il giorno dopo, pianificare le operazioni. In un concetto, cambiare le abitudini. Di nuovo. Così è, sarà complicato, ma bisogna farsene una ragione: questi sono i giorni della responsabilità. “La decisione è stata presa da un ente privato - dice il vicesindaco Angelo Braconi - è vero però che ci piacerebbe, per certe situazioni, che il servizio fosse svolto in maniera continuativa anche nelle frazioni, penso ad esempio alla riscossione delle pensioni o al pagamento delle bollette. Richiediamo, a questo punto, una valutazione da parte dei cittadini nell’individuare quelli che sono i beni primari e a recarsi alla posta solo per quelli”.

Un pensiero su “Chiudono le poste nelle frazioni di Montalcino

  1. Questa è una delle conseguenze che si pagano ad avere fatto la fusione… San Giovanni è frazione, anche se sede di Municipio e quindi si chiude. Se rimaneva il comune questo non succedeva. Domanda…come faranno i tanti pensionati a riscuotere la pensione e pagare le bollette? Ai più arguti la soluzione…. Pori a noi… Pian piano, anche finita l’emergenza chiuderanno tutto… Anche a San Giovanni….bella chiappa…

Rispondi a Carlo Annulla risposta

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

2 aprile 2020

Castiglion del Bosco devolve parte del ricavato del suo Brunello 2015

In occasione della Pasqua Castiglion del Bosco, una delle più grandi e storiche tenute di Montalcino, devolverà parte del ricavato della vendita del suo Brunello di Montalcino 2015 al fondo di solidarietà istituito dalla Regione Toscana. Un gesto concreto e

2 aprile 2020

Da Villa I Cipressi un aiuto alla Protezione Civile

Anche da parte del mondo del vino continua ad esserci attenzione per quanto riguarda questo difficile momento legato all’emergenza Covid-19. L’azienda agricola Villa I Cipressi di Montalcino ha deciso di fare la propria parte decidendo di donare il 5% di

2 aprile 2020

Il Presidente Rossi: “per il turismo ci aspettiamo interventi nazionali”

“Da noi il turismo rappresenta una percentuale forte del Pil, intorno al 12%, poi c’è tutto un mondo che si muove intorno”. Così il presidente della Regione Toscana a “24 Mattino” su Radio 24 aggiungendo poi come questa situazione per

1 aprile 2020

Medico di famiglia, assistiti del dottor Mandarini assegnati al dottor Marzi

Per prevenire e contenere gli effetti del Coronavirus e tutelare la salute dei cittadini, evitando di spostarsi dalle proprie abitazioni e di rimanere senza medico, in attesa di effettuare una nuova scelta, la Società della Salute senese comunica che da

1 aprile 2020

Trasporti pubblici, la Regione invita a non buttare gli abbonamenti di marzo

Conservare l’abbonamento del mese di marzo, in attesa che vengano definite possibili misure compensative. L’indicazione della Regione Toscana è rivolta a tutti gli abbonati del trasporto pubblico regionale, sia esso su ferro, gomma o via mare. “Stiamo lavorando da tempo

31 marzo 2020

La Regione Toscana proroga il rischio incendi fino al 15 aprile

Oggi doveva scadere il divieto di abbruciamento ma la Regione Toscana ha deciso di prorogare la finestra a rischio incendi fino al prossimo 15 aprile. Fino a questa data sarà perciò vietato l’abbruciamento dei residui vegetali.

8 marzo 2020

Pranzo di pesce nel Travaglio

L’8 marzo, in occasione della Festa della donna, il Quartiere Travaglio organizza un pranzo a base di pesce (ore 12.30). Prenotazioni in bacheca entro e non oltre il 5 marzo.

8 marzo 2020

L’8 marzo nei Quartieri

Sono tanti gli appuntamenti in occasione della Festa della Donna a Montalcino promossi dai Quartieri: domenica 8 marzo, ore 13, pranzo nel Pianello (prenotazioni entro il 6 alle ore 12 presso la bacheca), mentre la sera l’appuntamento è nel Borghetto

7 marzo 2020

A cena nella Ruga coi sapori italiani

La Ruga promuove un appuntamento a tema, una cena che è un viaggio gastronomico con piatti che omaggiano le varie regioni d’Italia. Si terrà sabato 7 marzo, alle ore 20, nella sede di Vicolo del Pino. Prenotazioni entro il 6