Strade, un problema che penalizza il territorio

La strada che da Torrenieri porta a MontalcinoPer tutte le località, soprattutto quelle turistiche, la viabilità è un tema fondamentale. E a Montalcino, uno dei borghi del vino più amati e celebrati del mondo, quello della manutenzione stradale è un problema serio. Un problema esteso agli altri comuni di un’area, la Val d’Orcia, che è patrimonio Unesco, tra i territori più fotografati e icona del Made in Italy. I turisti che sognano di scoprire dove nasce il mito del Brunello o di conoscere la biodiversità, lo stile di vita e le bellezze culturali e paesaggistiche, ma anche chi in questi territori ci vive e lavora, meritano delle strade all’altezza. Anche perché, tornando a Montalcino, i servizi di trasporto sono minimi (su gomma) o inesistenti (su rotaie), e dunque l’unico mezzo per spostarsi è l’auto. Allo stato in cui versano alcune strade, come la Montalcino-Torrenieri (che comunque vedrà un piano di ripristino dei dissesti) o il percorso che porta a Siena, si è aggiunta due giorni fa la chiusura a San Quirico d’Orcia della Cassia, al km 180,2. Le piogge degli scorsi giorni hanno causato un dissesto in corrispondenza di un attraversamento idraulico sopra al fosso Cerrolungo. Ci vorrà un mese per completare gli interventi di ripristino (costo di circa 200.000 euro), nel frattempo il traffico è deviato sulla Sp 53 “della Val d’Orcia” e sulla Sp 18 “del Monte Amiata”. I sindaci di San Quirico d’Orcia, Danilo Maramai, e di Castiglione d’Orcia, Claudio Galletti, parlano di “una situazione infrastrutturale e viaria sempre più complessa, che ha visto negli ultimi anni una drastica diminuzione di risorse da investire in manutenzione ordinaria e straordinaria”. Il primo cittadino di Abbadia San Salvatore, Fabrizio Tondi, ha parlato in consiglio comunale delle troppe frane che interessano il sud della provincia a causa di una mancata manutenzione. Di certo serve un importante intervento di miglioria e fare sinergia è un’azione necessaria. Lo scorso maggio 19 Comuni toscani, tra cui Montalcino, firmarono un protocollo d’intesa per elaborare una strategia territoriale dell’area interna “Amiata Grossetana – Colline del Fiora – Amiata Val d’Orcia” in modo da attrarre fondi europei e migliorare servizi come istruzione, salute e mobilità. Attendendo sviluppi su tale accordo, bisogna monitorare la situazione e tenere “caldo” un tema che sta penalizzando il territorio. È una questione d’immagine, di sicurezza e di dignità.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

21 giugno 2024

Il Brunello Riserva 2018 di Carpineto tra i “Best in Show” di Decanter

Il Brunello di Montalcino Riserva 2018 di Carpineto è tra i 6 “Best in Show” italiani ai “Decanter Wine Awards” 2024, ovvero il meglio del vino prodotto in Italia secondo la più prestigiosa competizione vinicola del Regno Unito e tra

20 giugno 2024

“Scrittori a Km0”, a Torrenieri si promuovono gli autori locali

Si chiama “Scrittori a Km0” la serie di incontri per promuovere autrici e autori locali pensata da Biblioteca Arci e Pro Loco di Torrenieri. Il progetto, ispirato al concetto di “Km 0” che solitamente è applicato ad altri settori, mira

19 giugno 2024

I vincitori della prima edizione del Red Line Festival

“Suppressed” miglior lungometraggio, “Our Males and Females” miglior cortometraggio e “A Golden Life” miglior documentario. Sono i vincitori della prima edizione del “Red Line”, il festival internazionale del cinema organizzato a Montalcino dall’associazione Iniziative di Solidarietà e Office Number Four,

18 giugno 2024

Passeggiata di luna piena e presentazione libro a Castelnuovo

Doppio evento del Circolo Arci di Castelnuovo dell’Abate. Il 22 giugno “passeggiata di luna piena”, 9 km con partenza dal paese (ore 20.30, preceduta da un’apericena dalle ore 19) e arrivo alla Tenuta di Sesta, con visita alla Pieve di

17 giugno 2024

Nomadi & tartufo a San Giovanni d’Asso

Messo in archivio il Mojito Fest con un bel successo di pubblico, a San Giovanni d’Asso si riparte subito con un nuovo evento. In onore della ricorrenza del Patrono, nell’ambito del “Festival dell’Orto 2024”, sabato 22 giugno dalle ore 20

14 giugno 2024

Campi estivi comunali in pineta, aperte le iscrizioni

Sono aperte le iscrizioni ai campi estivi comunali di Montalcino 2024, che si svolgeranno nella Pineta Osticcio dal 5 al 31 agosto, dal lunedì al venerdì con due fasce orarie disponibili: 8-12 e 8-16, e sono rivolti a bambini e

12 luglio 2024

“La Fortezza che balla”

Una prima parte di musica italiana, con pezzi iconici di Battisti, Zucchero, Vasco, De Andrè, Dalla e Battiato, e una seconda parte con i grandi internazionali degli anni Settanta, dai Pink Floyd agli AC/DC, dai Rolling Stones a David Bowie,

23 giugno 2024

“Non sono ammesse scorciatoie”

Nuovo evento del Circolo Arci di Castelnuovo dell’Abate. Il 23 giugno presentazione del libro “Non sono ammesse scorciatoie” di Raffaella Guidi Federzoni, alla presenza dell’autrice (ore 19, con aperitivo. Iniziativa riservata ai soci).

22 giugno 2024

Nomadi & tartufo

Messo in archivio il Mojito Fest con un bel successo di pubblico, a San Giovanni d’Asso si riparte subito con un nuovo evento. In onore della ricorrenza del Patrono, nell’ambito del “Festival dell’Orto 2024”, sabato 22 giugno dalle ore 20

©2011-2023 Montalcinonews sas - Registrazione del Tribunale di Siena n. 8 del 20 settembre 2011 - info@montalcinonews.com
Partita Iva/Codice Fiscale 01319890529 - Camera di Commercio di Siena - R.E.A SI 138063 - Privacy