L’intelligenza artificiale entra nell’area finance di Banfi

Gabriele Mazzi, Cfo di BanfiUtilizzare i propri dati e le proprie informazioni per prevedere, tramite l’intelligenza artificiale, decisioni e rischi nell’area “finance”, generando vantaggi in termini efficienza operativa e di risparmio dei costi. Banfi, azienda leader del Brunello di Montalcino da sempre vocata all’innovazione, è la prima realtà a portare l’AI nel comparto vitivinicolo a supporto della tesoreria. Lo fa grazie alla collaborazione con Piteco, software house di soluzioni gestionali che fornirà una piattaforma (Intelligent Financial Planner, sviluppata in collaborazione con ORS, società di Dedagroup) che, tramite i dati messi a disposizione da Banfi - insieme a informazioni come affidamenti bancari, previsioni di incasso e pagamento e possibili variabili legate ai tassi di interesse, alle valute e al tasso di cambio - consentirà di individuare e gestire rapidamente soluzioni per minimizzare costi delle strategie finanziarie, in presenza di surplus o deficit di cassa.

L’aggregazione e analisi dei dati restituisce una serie di scenari predittivi differenti stabiliti in base alle variabili e vincoli individuati dell’azienda insieme ai dati di mercato, che supportano il team “finance” di Banfi a individuare e definire la strada migliore da intraprendere per raggiungere gli obiettivi stabiliti - dalla canalizzazione dei pagamenti, alle scelte di best allocation - e comparare nel tempo i risultati delle scelte fatte con ciò che realmente è accaduto all’interno dell’azienda e sul mercato. Tutto questo impatta, in primo luogo, a livello economico (ad esempio si può diminuire l’utilizzo del valore del fido, generando un risparmio di oltre il 10% sul costo del denaro), e, in secondo luogo, genera un notevole efficientamento del tempo di lavoro. Il team “finance”, infatti, senza uno strumento come l’Intelligent Financial Planner, per costruire proiezioni - importando dati, verificandoli e definendo possibili scenari e strategie - investirebbe quotidianamente oltre un’ora al giorno.

“Ci sono dei periodi in cui in azienda si verificano eccedenze di liquidità, altri in cui si necessita di più risorse: avere la possibilità di determinare possibili scelte nell’ambito dell’ottimizzazione della liquidità è un grande vantaggio. Per questo, la modalità di pianificazione utilizzata in passato non è più sufficiente: dobbiamo passare da “what if” a “how to” con soluzioni gestionali che possano aiutarci nelle decisioni strategiche”, sottolinea Gabriele Mazzi, direttore finanziario di Banfi. “La qualità e quantità di dati e informazioni oggi a disposizione delle aziende sono un patrimonio che può generare un grandissimo valore a tutti i livelli - commenta Paolo Virenti, Ceo di Piteco - questo è ciò che Banfi ha saputo cogliere, comprendendo che, per restare competitivi su mercati complessi e variegati come quelli in cui opera, che risentono anche di effetti esogeni esterni in grado di mutare velocemente gli scenari, sono necessari strumenti predittivi che la affianchino nelle decisioni, che semplifichino e automatizzino i processi dell’area finance in totale sicurezza generando vantaggi in termini efficienza operativa e di costi. In questo modo la tesoreria diventa una leva strategica e di crescita”.

L’esigenza di Banfi di ripensare e ottimizzare la propria tesoreria nasce dalla sua articolata natura. Fondata nel 1978 dai due fratelli italoamericani John e Harry Mariani, e tutt’oggi proprietà della famiglia, il gruppo è formato da Banfi Società Agricola s.r.l., la parte destinata alla produzione dei grandi vini di Montalcino e della Toscana, e da Banfi s.r.l., la società che cura la vendita dei prodotti in tutto il mondo, oltre alla produzione piemontese e alla gestione del settore hospitality di lusso, con Castello Banfi Wine Resort. A questo si aggiunge la complessità legata alla produzione del vino. Un processo “paziente” che non restituisce subito valore perché richiede tempo per l’invecchiamento e, quindi, per la sua distribuzione. Per questa ragione, unita alla diversificazione del business, Banfi, che ha sempre visto nell’innovazione lo strumento fondamentale per efficientare lavoro e processi, ha scelto Piteco, vero e proprio game changer della tesoreria, per dotarsi di una pianificazione finanziaria intelligente che le permetta, non solo di definire strategie destinate alla crescita, ma che gestisca in modo predittivo possibili rischi, guardando nel breve-medio termine e tenendo in considerazione le peculiarità dei diversi mercati in cui opera (tassi di interesse, valute, tasso del cambio…).

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con asterisco (*).
Verranno pubblicati solo il nome e il commento.
La pubblicazione del commento avverrà previa validazione da parte del team di Montalcinonews.com.

*

Il commento deve essere inviato usando un indirizzo e-mail valido. Si prega di non utilizzare indirizzi e-mail falsi, Montalcinonews.com potrebbe aver bisogno di contattarvi in merito alla vostra comunicazione. Montalcinonews.com rispetta la privacy della propria utenza, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo 196/2003. Si informa che i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati, e potranno essere utilizzati unicamente per l'invio di materiale informativo o pubblicitario. I dati raccolti non potranno essere trattati per finalità diverse, né saranno diffusi o comunicati a terzi o ceduti ad altre società. Inoltre i dati resteranno a disposizione dei rispettivi titolari per eventuali variazioni o per la loro cancellazione, ai sensi dell'art.7 del Decreto Legislativo n.196/2003. Per essere rimossi dai nostri archivi è sufficiente contattarci all'indirizzo e-mail info@montalcinonews.com




dati a cura di 3BMeteo

24 aprile 2024

A Montalcino arriva il Festival del cioccolato

Dal 26 al 28 aprile Montalcino ospiterà una tappa di “Choco Moments”, il festival che porta in giro per l’Italia il cioccolato artigianale. “Ci saranno dei banchi sotto i Loggiati e la fabbrica del cioccolato”, fanno sapere dalla Proloco, organizzatrice

24 aprile 2024

Scelto il coordinatore degli asili nido comunali

È Giulia Clemente la nuova coordinatrice degli asili nido di Montalcino, figura che il Comune ha cercato tramite selezione pubblica per gli anni educativi 2024-25, 2025-26 e 2026-27 nei nidi d’infanzia “Il Piccolo Principe” a Montalcino e “Chicchi d’Uva” a

24 aprile 2024

Il Brunello all’Asta Vini e Distillati di Nomisma Aste

Il leggendario Brunello di Montalcino Riserva 1955 di Biondi-Santi, marchio e annata “mito”, tanto da essere la sola bottiglia italiana ad essere inserita nell’elenco dei 12 grandi vini del XX secolo da “Wine Spectator” (base d’asta per tre bottiglie ricolmate

23 aprile 2024

Festa della Liberazione: porta a porta regolare a Montalcino

Giovedì 25 aprile, a Montalcino e negli altri comuni della provincia di Siena in cui è attivo il servizio, la raccolta domiciliare sarà svolta regolarmente. Resteranno chiusi tutti i centri di raccolta e le stazioni ecologiche, gli sportelli al cittadino

23 aprile 2024

Montalcino, prorogato il riscaldamento nelle scuole fino al 30 aprile

Il Comune di Montalcino ha prorogato i termini di accensione degli impianti di riscaldamento sul territorio comunale, “solamente a servizio degli edifici scolastici, di ogni ordine e grado, compresi asili nido nonché ospedale e strutture sanitarie ed assistenziali, fino al

22 aprile 2024

Il 25 aprile il Borghetto organizza la “Scarpinata Ecologica”

Giovedì 25 aprile il Quartiere Borghetto organizza la “Scarpinata Ecologica”, 12 km da Montalcino (partenza alle ore 8 dal piazzale della Fortezza) fino a Castelnuovo dell’Abate, dove è in programma un pranzo all’aperto (ore 13). Nel mezzo anche una colazione

11 maggio 2024 15:00

Premio di poesia “Il Vignolo”

Giovedì 11 maggio nella Chiesa dell’Osservanza di Montalcino si svolgerà la premiazione dei vincitori del premio di poesia “Il Vignolo”. Istituito nel 1990 e giunto alla trentatreesima edizione, è ormai uno degli appuntamenti storici del territorio, promosso dal Quartiere Travaglio.

5 maggio 2024

Pranzo Itinerante

Crostini e acciughe sotto pesto nella Ruga, pinci all’aglione e “minestra sudicia” nel Pianello, rotolo di tacchino ripieno di frittata con spinaci e baccalà con cipolle nel Travaglio e peschine ripiene e mantovana nel Borghetto. È il menu, da leccarsi

30 aprile 2024

Assemblea Asd Montalcino

Il 30 aprile (ore 19) assemblea dei soci dell’Asd Montalcino per rinnovare il consiglio direttivo. L’assemblea si tiene negli stand della Festa di Primavera, ai Giardini dell’Impero, che si è aperta il 23 aprile e si chiuderà il 1 maggio.

©2011-2023 Montalcinonews sas - Registrazione del Tribunale di Siena n. 8 del 20 settembre 2011 - info@montalcinonews.com
Partita Iva/Codice Fiscale 01319890529 - Camera di Commercio di Siena - R.E.A SI 138063 - Privacy